pensieri segreti

6 Dic
by c.calati

by c.calati

 

 

Ognuno ha in testa un pozzo profondo e buio in cui si cala a dissetarsi o a distruggersi. Continua a leggere

io sono l’Avverbio

2 Dic
by c.calati

by c.calati

 

 

Piego su carta storie e destini, inconsapevoli del furto, come barchette nella fontana al parco, fingendo d’esser fabbro con il ferro incandescente, dargli la forma battendo finchè è rosso, poi immergerlo nell’acqua a fissar la curvatura come la parola sopra il foglio. Continua a leggere

arancia

30 Nov
foto

by c.calati

L’arancia passata al coltello e dissecata nel forno lento della stufa è ancora un’arancia? Continua a leggere

novembre

28 Nov
by c.calati

by c.calati

Novembre ha ombre lunghe e ore brevi, grigio cielo, rami nudi, ma erba ancora verde ai prati e primo grano ai campi. Continua a leggere

il levigatore

24 Nov
by c.calati

by c.calati

 

 

Camminava per vicoli traversi, per accorciare il percorso diceva lui, per evitare la gente sostengo io. A guardarlo di profilo sembrava un geroglifico, tanto si teneva rasente i muri con quel suo mento aguzzo e quel braccio rinsecchito proteso in avanti a fendere una folla inesistente. Continua a leggere

lettere in cambio

22 Nov

10728

Il pistolero                                vado, l’ammazzo e torno

Il seduttore                              vedo, l’ammalio e inforno Continua a leggere

un cuore troppo bianco

19 Nov

photo by margherita calati

Vorrei vivere lassù, a nord dell’allegria, tra bicchieri d’acquavite e vetri tristi  sul chiarore silenzioso di Finlandia. Continua a leggere