la cagna (100)

9 Feb

Nessuno mi convincerà che Laura è innocente. L’avrà annegata in mare o forse uccisa a bastonate, povera cagnetta. Laika c’era prima di lei, una bastardina che mi aveva scelto come padrone un giorno al crocicchio dove ferma la corriera trotterellandomi a fianco fino a casa. Da allora mi ha sempre aspettato alla fermata per poi precedermi lungo il sentiero o ringhiarmi accanto se barcollavo ubriaco. Ora è Laura, la sua rivale, ad attendermi all’incrocio, anche lei mi accompagna silenziosa e talvolta mi sorregge.

Mentre ceno si accoccola al tappeto fissandomi con occhi devoti.

Stanotte dormirà nella cuccia.

Annunci

16 Risposte to “la cagna (100)”

  1. tramedipensieri 9 febbraio 2013 a 17:02 #

    Eh…si, i cani sono meglio di molte, moltissime persone.

    • massimolegnani 9 febbraio 2013 a 17:32 #

      già, anche se qui persone e cani pari sono, in una provocazione poco “corretta” 🙂
      grazie del passaggio, trame
      ml

  2. Nerina 9 febbraio 2013 a 19:08 #

    (buffo, ho pensato leggendo che fosse la forma di 2 donne)–

    • massimolegnani 9 febbraio 2013 a 21:10 #

      Diciamo che si tratta di due compagne dello stesso uomo. 🙂
      Ml

  3. Gianluigi 11 febbraio 2013 a 01:32 #

    Ciao massimolegnani. Rileggo con molto piacere questo tuo pezzo che ritrovo qui in tutta la sua originalità. Con un pizzico di nostalgia che non sarebbe da me. Ciao a presto

  4. alegbr 12 febbraio 2013 a 12:31 #

    Anch’io, conoscendo i tuoi raffinati alambicchi narrativi, fino a un certo punto pensavo che stessi metaforizzando due compagne 🙂
    e no, in definitiva…i cani non sono meglio degli umani, fuori dal coro, siamo semplicemente due specie diverse.
    ciao max

    A

  5. Jihan 12 febbraio 2013 a 15:33 #

    non so chi sia stato a dire che già nel nome del dott.Je”kill” c’era tutto mr. Hide.

    due splendidi esemplari di bastardi, due non tre (ah, a proposito, i cani senza pedegree si dicono meticci, molto politically correct)

    l’animalizzazione della femmina e la femminilizzazione del maschio. wow.

    quello che disturba magnificamente, legnani, è che non vagheggi mai il gioco, fra i due.
    ad esempio, al posto della piazzista di fotovoltaico – ti capita mai di rifarti le scenette mentalmente? – avrei voluto rispondere al padrone delle tv: sì, io vengo, lei quando se ne va? e invece il giorno dopo ho scoperto che l’umiliata e offesa era in un brodo di giuggiole. capisci?

    (mi accorgo che è almeno la terza volta che commento sto brano, ma che c’hai messo in centoparole?)

  6. massimolegnani 12 febbraio 2013 a 16:20 #

    Bisognerebbe sapere chi salvi dei tre, l’uomo non credo, laura forse, la…meticcia piu’ probabilmente, che poi i morti hanno sempre una ragione in piu’.
    🙂
    ml

  7. infranotturna 14 febbraio 2013 a 12:12 #

    stanotte dormirà nella cuccia, domani metterai fiori sull’altare della sua benevolenza
    baci

    • massimolegnani 14 febbraio 2013 a 13:13 #

      Ecco, si, il tuo sequel (domani metterai fiori all’altare della sua benevolenza) e’ in linea con l’idea che ho di questo personaggio, sfrontato ma riconoscente di quanto cagne e donne fanno per lui.
      Ciao, ml

  8. giuliagunda 19 febbraio 2015 a 13:14 #

    Sono confusa.
    Laika e Laura sono due donne, due cani, oppure un cane e una donna?
    (l’opzione che mi è sembrata più plausibile leggendo la prima volta è la terza, anche se ora mi chiedo se non siano entrambe donne, ex del protagonista e attuale compagna)
    Non lo so, questa non l’ho capita, lo ammetto (e mi sa che sono l’unica, quindi mi sento scema!) 🙂

    G.

    • massimolegnani 19 febbraio 2015 a 18:25 #

      tranquilla, non sei certo scema e quanto al confusa mi pare che sei in buona compagnia.
      ho voluto condensare in 100 parole vicende ed emozioni forse troppo complesse: Laika è una cagna, ma la cagna del titolo non è lei ma Laura che per affetto verso l’uomo assume un ruolo di fedeltà canina (sottomissione?) che prima era svolto da Laika. C’è da dire che probabilmente Laura ha soppresso Laika, forse per gelosia. La figura dell’uomo non mi pare abbia bisogno di chiarimenti.
      Spero che ora sia più chiara la vicenda, anche se non penso che otterrò il tuo gradimento 🙂
      ciao G.,
      ml

      • giuliagunda 19 febbraio 2015 a 18:35 #

        Oh, allora avevo capito! Mi sento meno scema 🙂 Grazie per la spiegazione ml.
        Per quanto riguarda il gradimento, beh, non c’è che dire, la vicenda è originale e interessante e – come sempre – il brano è ben scritto, però stavolta ho faticato a “entrare” nella narrazione, forse proprio per via di quel “tanto” condensato in così poche righe, chissà.

        G.

  9. massimolegnani 19 febbraio 2015 a 19:06 #

    …ma poi non bisogna avere sempre gli stessi gusti, sai che noia sarebbe 🙂
    e da te che mi apprezzi sempre accetterei con piacere (quasi) anche una stroncatura 🙂
    ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: