atlante, l’arte del possibile

14 Feb
by c.calati

by c.calati

 

 

 

Sulla carta i luoghi noti da rivivere, a ripetere fatica e fremito con la medesima emozione, la neve e il mare come pelle ripercorsa alla memoria, da rispossarti il corpo. Un viaggio di baldanza per le accese vie, i passi di montagna e le strette strade, gente e silenzi. Oropa eri e Graglia, quasi una fede il Sacromonte, una bestemmia il SanBernardo troppo aspro, poco più di un’amicizia la Drava da ragazza e i suoi meandri adulti, un gioco o una fatica le isole del Baltico, il Cervino è mio fratello, il Delta una ragnatela d’acqua, una follia fuori dall’età fosti allo Stelvio.

Su carta l’arte di itinerari ancora impraticati, cercare luoghi vergini di sguardi e di pedali, fare progetti, come miraggi su un corpo di donna a venire, vicoli ciechi da decifrare in braille, asfalti ignoti, labirinti, pelle mai stata, e perdersi per strada e ritrovarla.

Sfioro l’atlante, i miei fogli ipotesi possibili, sento la tensione del futuro, invento l’emozione prima che sia. E le pendenze ardite diventano seni tornanti che giro e rigiro con un dito fino all’estenuanti punte, rocce rossastre, forse solo sulla carta raggiungibili.

 

 

Annunci

18 Risposte to “atlante, l’arte del possibile”

  1. viaggiandonam 14 febbraio 2015 a 18:46 #

    ‘invento l’emozione prima che sia’ 🙂

  2. Lisa Agosti 14 febbraio 2015 a 20:43 #

    Guardare le mappe online non dà la stessa soddisfazione che sfogliare un buon vecchio atlante 🙂 Il mappamondo poi… è il mio mito!

    • massimolegnani 14 febbraio 2015 a 23:43 #

      sono con te, Lisa, la carta..non c’è paragone.
      un abbraccio,
      ml

  3. mia_euridice 15 febbraio 2015 a 10:20 #

    Al mio nipotino regalerò il mappamondo al suo compleanno.
    Credo che la meraviglia di scoprire una rappresentazione palpabile del proprio pianeta sia emozionante.
    Soprattutto per i bambini!

  4. Prishilla 16 febbraio 2015 a 11:34 #

    Sfido chiunque a guardare le pagine di un alante senza percorrerle con le dita 😉

    • massimolegnani 16 febbraio 2015 a 12:21 #

      è che ormai i più preferiscono le mappe satellitari, così precise nell’importi il percorso da toglierti ogni divagazione e ogni fantasia.
      ciao prish, un abbraccio 🙂
      ml

      • Prishilla 16 febbraio 2015 a 16:26 #

        i più, ma non tutti 😉
        p.s. mi accorgo ora di aver scritto ‘alante’. bel lapsus!

      • massimolegnani 16 febbraio 2015 a 16:40 #

        ..e io non me n’ero proprio accorto 🙂

        Date: Mon, 16 Feb 2015 14:26:37 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

  5. giuliagunda 16 febbraio 2015 a 11:52 #

    Mi sembra di sentire il lieve fruscio delle dita che accarezzano le pagine, i polpastrelli che seguono i percorsi, a tratti rallentano o prendono velocità, volano da un lato all’altro del foglio, percorrendo centinaia di chilometri in pochi istanti.
    In questo post leggo la nostalgia del passato e del futuro, quel prurito dei vecchi ricordi da rispolverare insieme all’inestinguibile desiderio di crearne di nuovi.
    C’è fame di vita e sensazioni sulla pelle, più che di semplici luoghi da calpestare.
    Certamente poetico, l’atlante, come il mappamondo.

    G.

    • massimolegnani 16 febbraio 2015 a 12:28 #

      Tu hai sensibilità negli occhi che scorrono sulle parole, per questo mi comprendi così bene.
      Grazie, G.
      ml

  6. Enzo 16 febbraio 2015 a 19:22 #

    Viaggi con la mente, sogni col cuore, costruisci con fantasia organizzata che dell’esperienza fai mappe nuove da visitare con identico desiderio.

    • massimolegnani 16 febbraio 2015 a 23:42 #

      ..ma alla fine occorre qualche viaggio farlo realmente con le gambe. 🙂
      ciao Enzo,
      ml

      • Enzo 17 febbraio 2015 a 00:13 #

        Camminare cammino, ma da un po’ solo dentro i confini nazionali. Ciao a te.

      • massimolegnani 17 febbraio 2015 a 00:32 #

        ma era un invito a me stesso a fare non solo fantasticare 🙂 ml

        Date: Mon, 16 Feb 2015 22:13:02 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: