il minestrone in inverno *

28 Feb

foto (19)

Odio i piatti estivi, freddi come affetti disossati, la gelatina attorno al pollo, la panna sulle fragole, la cassatina siciliana. E peggio le delizie da gourmet, perfette e frigide come irraggiungibili pin-up.

Attendo tutto l’anno con un’immobilità frenetica il tempo bello delle nuvole pesanti, le giornate corte, la pioggia, forse la neve a rintanarmi in casa, e l’impeto del vento che di nuovo mi sospinga al tepore di cucina.

Solo allora il cibo torna rito.

Raduno quanto ho in casa e può servire, pulisco le carote, sbuccio patate, tagliuzzo il cavolo, scelgo i fagioli, piango la cipolla, svuoto la zucca, affetto la pancetta in dadetti grassi. Prendo la pentola di coccio, da mesi inoperosa, e ci butto tutto dentro ed altro ancora. Intanto ho dato fuoco a legnetti e carta nella stufa, che parta piano piano il suo calore, perché la cucina in inverno è un tempo lungo di pazienza. Metto la pentola sui cerchi e inizio ad attraversare allegro le ore dell’attesa, che più prolungo la cottura più il cibo si consuma e sarà buono, un distillato di verdure come una grappa d’alambicco. Ventiquattr’ore almeno in cui lasciare fare al fuoco e all’acqua che aggiungo al brodo che s’addensa, disfare ciò che lento si è formato, l’amalgama operoso non diverso dalla tela di Penelope. Non è un’attesa sterile ma un tempo denso d’inventiva, che, secondo l’estro del momento, passando lì davanti, aggiungo aromi, la salvia o il timo, un goccio d’olio o un ricciolo di burro. Le ore della notte, all’ultimo controllo prima del sonno, sono il momento delle tentazioni, la cotica, buona e malefica, che butto dentro intera sperando che si sciolga e solo un pezzetto resti da riscoprire in bocca, uno spicchio d’aglio a rovinare il fiato, il bicchiere di Nebbiolo che verso di nascosto a dar sapore caldo, ignoto ai commensali che verranno.

* il brano ha partecipato al torneo di scrittura su mimettoingioco.wordpress.com

Annunci

30 Risposte to “il minestrone in inverno *”

  1. Donatella Calati 28 febbraio 2015 a 11:35 #

    da gustare fino in fondo, di fianco al camino

  2. menteminima 28 febbraio 2015 a 12:18 #

    Condivido la passione per la preparazione del cibo, mi soffermo sulla grandezza dei cubetti di verdura, sui colori da abbinare, sulla pentola e sul mestolo da usare, i profumi e sul tempo che passa. Quando cucini il tempo assume significati impensati.
    L’inverno non so, continuo a temerlo.

    • massimolegnani 28 febbraio 2015 a 23:01 #

      però l’inverno è elemento necessario, perchè cucinare sulla stufa dà tutt’altro sapore ai cibi 🙂
      ml

  3. ogginientedinuovo 28 febbraio 2015 a 14:02 #

    Che meraviglia: la pentola di coccio, la stufa e la lentezza!
    L’inverno ha un fascino discreto che scalda il cuore 🙂
    Buon week end!

    • massimolegnani 28 febbraio 2015 a 23:03 #

      esatto, giusto quello che dicevo poco sopra 🙂

      buona domenica a te
      ml

  4. remigio 28 febbraio 2015 a 14:53 #

    Se le ricette fossero scritte sempre così, io sarei un accanito lettore di libri di cucina…:-)

    • massimolegnani 28 febbraio 2015 a 23:04 #

      …però non garantisco il risultato della mia cucina, che in pentola ci finisce un po’ di tutto 🙂
      ciao remigio
      ml

  5. mia_euridice 28 febbraio 2015 a 17:45 #

    Che buono!

  6. Spersa 28 febbraio 2015 a 20:17 #

    Il nebbiolo me lo verserei a me medesima, più che altro.

  7. unsassoverticale 28 febbraio 2015 a 20:23 #

    Mmmm… che profumo!

  8. Stefi 28 febbraio 2015 a 20:38 #

    E mentre rimestavi il tuo minestrone, il mio Eugenio impastava il suo pane.

    • massimolegnani 28 febbraio 2015 a 23:08 #

      già, ricordi?
      (ma era una tornata sui cibi o solo noi siamo andati in cucina?)
      ciao Stè (appuntamento su mimettoingioco :-))
      ml

      • Stefi 1 marzo 2015 a 08:45 #

        Ci siamo andati tutti, alcuni col menù estivo, altri con quello invernale. Buona domenica! Tornerò….

      • massimolegnani 1 marzo 2015 a 09:00 #

        🙂

        Date: Sun, 1 Mar 2015 06:45:06 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

  9. tramedipensieri 28 febbraio 2015 a 23:01 #

    Complimenti…un bel racconto!
    Sembra di essere li a prepararlo….😊

  10. rossodipersia 1 marzo 2015 a 13:17 #

    Altro che l’Artusi, il tuo minestrone è degno di raccolta letteraria… non ci hai mai pensato? Se avessi il tuo ritmo e la capacità che hai di “vedere” i colori, io lo farei.
    Cmq, bando alle ciance e dimmi quando è pronto!! 😄😄

    • massimolegnani 1 marzo 2015 a 21:09 #

      Pronto e’ pronto, rosso, pero’ non garantisco che sia buono 🙂
      ciao
      un abbraccio,
      ml

  11. giuliagunda 2 marzo 2015 a 17:40 #

    Ne sento il profumo e il sapore. Ti vedo mentre tagli le verdure, versi il vino e assaggi con il mestolo. Mi lascio cullare dal rassicurante borbottare della pentola che lavora lenta sulla stufa.
    I tuoi scritti hanno come un effetto sinestetico, ci si può immergere con tutto il corpo, ogni senso è pienamente coinvolto nella lettura.
    (E il tuo minestrone dev’essere buono per forza) 🙂

    Un abbraccio
    G.

    • massimolegnani 2 marzo 2015 a 18:54 #

      “ogni senso e’ pienamente coinvolto nella lettura”
      E’ sempre stato il mio sogno, sai?
      grazie G.,
      ml

  12. monika santi 4 marzo 2015 a 19:28 #

    🙂 ma che bello.
    tu fai un minestrone che si situa tra la meditazione ed il gesto inconsulto…..
    senza dubbio un uomo equilibrato.

    • massimolegnani 4 marzo 2015 a 20:05 #

      Monica quanto mi diverte quel “gesto inconsulto” 🙂
      Ho forti dubbi sull’equilibrio cosi’ ottenuto.
      Ciao.
      ml

      • monika santi 4 marzo 2015 a 20:20 #

        🙂 non c’è equilibrio se non interrompi ogni tanto la meditazione gettando quel che ti sovviene nel minestrone !

      • massimolegnani 4 marzo 2015 a 20:59 #

        !! 🙂

        Date: Wed, 4 Mar 2015 18:20:11 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: