temo il vento raramente amico

24 Mag
photo by c.calati

photo by c.calati

È quasi tempo e temo. Temo le due isole, simili tra loro, ostiche di coste a saliscendi e di crinali inospitali nell’interno, temo il vento che raramente è amico soprattutto se maestrale, le salite che raddoppiano d’asprezza sotto il sole, temo l’età dei muscoli e di tutta la carcassa, la profondità del mare che lo preferisco d’erba, temo la malinconia che m’assalirà con la stanchezza, la sfiga della pioggia già sperimentata, l’imprevisto dalle forme imprevedibili, temo gli incontri, la gente indigena non so quanto cordiale e i forestieri, turisti chiassosi e inopportuni. Temo. Eppure parto.

Parto perché amo ciò che temo, il vento mai nemico che se ora è contro poi sarà a favore, le due isole selvatiche, la Corsica a far da trampolino alla Sardegna, amo il corpo e la mia età che ancora mi permette di tentare, amo le salite, scoscese come Alpi, e il mare che m’invita a essere diverso, amo la malinconia che mi è compagna abituale, la pioggia che cadrà benevola, il sole, il caldo, la stanchezza che mi fa sensibile, amo gl’incontri ancora sconosciuti, la bici è un passaporto allegro, conto su un oste corso magari burbero ma dal vino generoso, conto su un pastore sardo taciturno che richiama con un fischio le sue pecore d’intralcio al mio tragitto, fermarmi a ciglio strada e stupirmi al loro corpo quasi nudo per la recente tosatura, conto su occhi femminili che sappiano sorridermi mentre mi porgono un gelato o mi affittano una camera. Amo gl’imprevisti, che non è detto che sia per forza brutto ciò che non prevedi, e poi che vuoi che sia una foratura o un errore nella rotta che t’allunga la fatica, t’arrabbi sul momento, ti smarrisci, maledici il cielo e il mare, ma già sai che proprio i patemi e i contrattempi daranno sugo all’avventura quando sarà inverno e tu ricorderai.

Annunci

38 Risposte to “temo il vento raramente amico”

  1. Spersa 24 maggio 2015 a 07:37 #

    Buon viaggio dunque!

  2. intempestivoviandante 24 maggio 2015 a 08:24 #

    Com’è vero tutto quello che scrivi, o almeno, come mi ci ritrovo. Il vento, la pioggia, la gente, la stanchezza, gli imprevisti, la malinconia, i ricordi da conservare… L’importante è sempre decidersi a partire 🙂

    • massimolegnani 24 maggio 2015 a 21:50 #

      sì, l’importante è trovare la forza di partire, poi il resto viene da sè 🙂
      ml

  3. sguardiepercorsi 24 maggio 2015 a 09:50 #

    Ciò che scrivi arriva sempre con emozione… Buon viaggio! 🙂
    Chiara

  4. Stefi 24 maggio 2015 a 16:45 #

    Ciò che si teme e ciò che si brama. Gli opposti che sempre inseguiamo, ci sorreggono, ci guidano. Che il vento sia con te, lungo la strada.

  5. remigio 24 maggio 2015 a 17:08 #

    L’importante è partire, con la consapevolezza che al ritorno saremo diversi perché il vento, le salite scoscese, il mare, la stanchezza e la dolce malinconia, compagni inseparabili dei nostri viaggi, rafforzeranno la nostra anima…la nostra sensibilità…la nostra voglia di libertà. Buon viaggio, amico mio…

    • massimolegnani 24 maggio 2015 a 21:53 #

      proprio come dici, remigio, il viaggio, le emozioni con cui lo viviamo, ci fa diversi, non so se migliori, sicuramente più ricchi!
      grazie,
      a presto
      ml

  6. Lisa Agosti 24 maggio 2015 a 18:12 #

    Buon viaggio! Non temere, sarà un successo!

  7. viaggiandonam 24 maggio 2015 a 21:35 #

    “Amo ciò che temo” è bellissima Massimo. La paura di tutte quelle cose che ci fanno anche vibrare di emozioni. buon viaggio, nam

    • massimolegnani 24 maggio 2015 a 21:56 #

      il timore aiuta la percezione della bellezza!
      grazie nam,
      ciao
      ml

  8. rodixidor 25 maggio 2015 a 10:35 #

    Condivido il tuo atteggiamento: amo quel che temo. Lo hai saputo dire bene. Buon viaggio 🙂

    • massimolegnani 25 maggio 2015 a 14:02 #

      grazie rodix, ancora pochi giorni d’attesa, poi non ci sarà più spazio per i timori 🙂
      ml

  9. gattaliquirizia 25 maggio 2015 a 12:55 #

    il post mi ha fatto pensare a una canzone di Santana che adoro, “Song of the wind”: te la dedico. Buon viaggio 🙂

    • massimolegnani 25 maggio 2015 a 14:04 #

      sei gentile, gatta, a dedicarmi una canzone (vado ad ascoltarla).
      ml

  10. mia_euridice 25 maggio 2015 a 21:06 #

    Mi manca tanto andare in bici…

  11. ogginientedinuovo 26 maggio 2015 a 08:20 #

    Buon viaggio, massimolegnani! Quando sarai sui pedali tutto andrà bene 🙂

  12. silvia 26 maggio 2015 a 21:08 #

    In solitaria?

  13. Minu 27 maggio 2015 a 15:07 #

    buon giro e soprattutto buone gambe!

  14. Prishilla 27 maggio 2015 a 19:32 #

    Buon viaggio e buon Vento (e ogni volta che lo dico , Vento con la V maiuscola, mi sento sempre un po’ Dorothy, e un po’ te lo auguro!)
    Prish

    • massimolegnani 27 maggio 2015 a 20:15 #

      Mi sfugge Dorothy, ma immagino sia qualcosa di simpatico, quindi grazie, prish 🙂
      ml

      • Prishilla 1 giugno 2015 a 17:12 #

        Mago di Oz. Dorothy è la bambina che viene scaraventata dal Vento nel paese di Oz, ed è una gran bella avventura. Quindi sì, direi simpatico, perlomeno nelle mie intenzioni, e anche il miglior augurio di un buon Viaggio 😉

      • massimolegnani 3 giugno 2015 a 23:40 #

        allora posso dirti che Dorothy mi ha portato fortuna. Grazie 🙂

        Date: Mon, 1 Jun 2015 15:12:39 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

  15. buonviaggio 28 maggio 2015 a 03:52 #

    “Parto perché amo…”

    Vivi il tuo viaggio libero!

    Ascolta!
    “Perciò pedala pedala che il tempo potrebbe passare”

    • massimolegnani 3 giugno 2015 a 23:51 #

      canzone e nickname decisamente benaugurali.
      e ormai tornato, a maggior ragione ti ringrazio.
      un sorriso
      ml

  16. aliota 28 maggio 2015 a 19:50 #

    mi sembra di vederti, doc.
    divertiti 🙂

  17. pennyblues 29 maggio 2015 a 12:17 #

    Io chiudo i battenti, ma continuerò a leggerti. Un abbraccio

    • massimolegnani 3 giugno 2015 a 23:54 #

      mi dispiace davvero penny, spero non sia un gettare la spugna, ma fare (e magari scrivere) altre cose.
      ti abbracccio
      ml

  18. Donatella Calati 4 giugno 2015 a 21:42 #

    BENTORNATO, vincitore col favore del vento

    • massimolegnani 5 giugno 2015 a 12:04 #

      ahah, vincitore è una parola grossa, ma sicuramente torno pienamente soddisfatto.
      e presto ti racconterò
      ciao Dona,
      io

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: