la legna per l’autunno

8 Set
by c.calati

by c.calati

Ed è già tempo di pulire i tubi della stufa che al momento buono sappiano tirare con quel soffio di risucchio che è musica d’autunno.

Ma non basta la pulizia dei tubi, è la canna fumaria il passaggio delicato che s’intasa di fuliggine catramosa a rischio incendio. Ricordo ancora il mio sbalordimento, io cittadino appena trapiantato ai primi fuochi di camino, quando i vicini vennero a bussare trafelati che uscivano le fiamme dal comignolo. Ci vollero i pompieri a spegnere, assieme all’iniziale incendio, il mio entusiasmo scriteriato, avevo buttato nel camino pigne secche a mucchi  a far più alto il fuoco da guardare ipnotizzato e mai avrei immaginato che la canna potesse prender fuoco. Da allora, prima dei primi freddi mi affido allo spazzacamino. Ha lo sguardo attento e mani esperte, ma tu non pensare ad Andersen e ai ragazzini nerofumo che per quattro soldi si calavano nei comignoli. Ora è un mestiere tecnologico, telecamere, sonde, potenti aspirapolvere e consigli un po’ saccenti su quale legna usare e come far morire la stufa a sera. Io però continuerò a mettere un ceppo grosso a bruciare lento nella notte, che non c’è niente di più bello che trovare al mattino le braci ancora vive.

È arrivato il tempo della legna nuova, gaggia, castagno, ciliegio, venti quintali di ciocchi stagionati per due anni al sole, da accatastare nel garage a farne una legnaia. È una fatica da spezzar braccia e schiena ma anche un’arte che gratifica disporre un pezzo sopra l’altro secondo criteri di saggezza antica che badano al peso ed alla forma di ogni ciocco, questo va bene lì e non un altro a caso, che si adatti al suo vicino come le pietre nei muri a secco, fino a formare alte pile che non crolleranno.

Eccola la legna di settembre, guardala perfettamente allineata come un reggimento e annusala odorosa di sole e linfa come una bella donna.

Annunci

35 Risposte to “la legna per l’autunno”

  1. LuceOmbrA 8 settembre 2015 a 10:59 #

    …e cosa non è il profumo della legna?

  2. intempestivoviandante 8 settembre 2015 a 12:32 #

    La nostra è sempre così disordinata… vorrei tanto poter disporre di quell’arte e di quella saggezza, ma in questo momento non è cosa. Un giorno, forse…

    • massimolegnani 8 settembre 2015 a 14:22 #

      sii fiduciosa, si impara con gli anni.
      a me la prima volta, dopo qualche ora è crollata tutta la catasta 🙂
      ciao,
      ml

  3. lucilontane 8 settembre 2015 a 13:54 #

    Musica d’autunno, e l’odore di una donna. Paragoni magnifici, davvero. E che solo un ciocco si adatti a un altro mi rende più chiare alcune cose della vita, di nuovo. Grazie ml!

    • massimolegnani 8 settembre 2015 a 14:24 #

      ti ringrazio.
      ed è vero, i ciocchi come le cose della vita non possono essere messi a caso.
      ciao,
      ml

  4. Claire 8 settembre 2015 a 14:30 #

    Hai ragione … non c’è niente di più bello che trovare al mattino le braci ancora vive.
    Adoro!!! Grazie per il profumo di questo post.

    • massimolegnani 8 settembre 2015 a 21:55 #

      la penso come te sulle braci ma gli spazzacamino con tanto di diagrammi delle temperature sostengono che facilitano la formazione di fuliggine nella canna:)
      Grazie a te, Claire,
      ml

      • Claire 9 settembre 2015 a 14:31 #

        … pffff come sono poco romantici! 🙂

  5. Stefi 8 settembre 2015 a 14:46 #

    Il tepore racchiuso in una geometria irregolare.

    • massimolegnani 8 settembre 2015 a 21:58 #

      Mi piace questa “geometria irregolare”
      Ciao ste’
      ml

      • Stefi 9 settembre 2015 a 19:38 #

        Anche a me.
        Ciao ml.

  6. sguardiepercorsi 8 settembre 2015 a 14:59 #

    Per alcuni anni ho avuto una casa in campagna con camino e legnaia: non credevo si facesse così tanta fatica a sistemare quei ceppi… A sera non sentivo più le braccia, per non parlar della schiena!
    Comunque il fuoco nel camino, col suo profumo, rimane spettacolo ipnotico e meditativo… Mi manca…
    Mi piace molto anche la foto.
    E ora che l’autunno arrivi! Ciao,
    Chiara

    • massimolegnani 8 settembre 2015 a 22:01 #

      Allora puoi ben capire come mi sentissi ieri sera 🙂
      ciao Chiara
      ml
      (contento che hai apprezzato la foto)

  7. rodixidor 8 settembre 2015 a 17:15 #

    da far ardere nelle fredde notti d’inverno per riscaldarsi e per godere ancora del profumo … (si parla di legna ? )

  8. tramedipensieri 8 settembre 2015 a 22:39 #

    Ho presente il camino incendiato 😦
    e ho anche presente il bel quadro naif…della legna accatastata come nella foto…

    buon camino allora 🙂

  9. Spersa 9 settembre 2015 a 00:29 #

    Apoteosi dell’autunno, la legna odorosa.

    • massimolegnani 9 settembre 2015 a 09:52 #

      la legna (un profumo che stordisce) fa più piacevole l’autunno

      ciao spersa,
      ml

      • Spersa 9 settembre 2015 a 13:50 #

        Autunno che già è la stagione più bella.

  10. mia_euridice 9 settembre 2015 a 07:24 #

    Nella casa dei miei genitori c’è una stufa quelle su cui ancora si cucina. Mia madre non vuole toglierla neppure sotto minaccia. E la trafila è la stessa. Ho riposto legna da ardere da quando ero piccola, anche un pezzo alla volta… una faticaccia!

    • massimolegnani 9 settembre 2015 a 09:53 #

      ha ragione tua mamma, cucinare sulla stufa dà tutto un altro sapore ai cibi 🙂
      ml

  11. remigio 9 settembre 2015 a 10:03 #

    Beato chi può tagliare legna: vuol dire che ha un camino.

    • massimolegnani 9 settembre 2015 a 11:33 #

      ..e soprattutto una stufa su cui cucinare 🙂
      ciao remigio,
      ml

  12. massimolegnani 9 settembre 2015 a 23:02 #

    @ Spersa: ..o quanto meno da podio (l’autunno) 🙂

  13. Lisa Agosti 10 settembre 2015 a 05:29 #

    Mi fai venire voglia d’inverno, anche se accendere il camino tutti i giorni non è poi quella gran romanticheria… specialmente di primo mattino quando non ne vuole sapere di accendersi e me ne sto lì in pigiama e ciabatte a battere i denti soffiando a più non posso 😀

    • massimolegnani 10 settembre 2015 a 10:04 #

      la partenza è spesso dura, ma se non si è puristi si può sempre utilizzare la meta (e un buon mantice) 🙂
      Bentornata Lisa,
      ml

  14. Nuzk 10 settembre 2015 a 20:42 #

    Uuuuhhh i tubi della stufa da pulire…li avevo rimossi…Sarà il caso che mi sbrighi. La casa la riscaldo solo a legna e pellet e non camberei per nulla al mondo nessuna delle due stufe. Il calore del fuoco in casa e il profumo di legna quando esci sono impagabili. E svegliarsi al mattino e toccare la stufa in ghisa ancora tiepida, non so perchè, ma mi dà la sensazione di Casa

    • massimolegnani 10 settembre 2015 a 22:27 #

      Ti batto, a me la stufa tiepida al mattino fa pensare a una possibile immortalità:)
      ml

      • Nuzk 11 settembre 2015 a 04:07 #

        Si, mi batti. 😀

  15. massimolegnani 11 settembre 2015 a 10:28 #

    ..eheh, 🙂

Trackbacks/Pingbacks

  1. SABATOBLOGGER 7 – I blog che seguo | intempestivoviandante's Blog - 13 febbraio 2016

    […] già parlato in altre occasioni e credo che lo farò ancora. Che parli di gatti, di colori o di legna, Massimo ha questa dote tutta sua di dar vita a qualunque oggetto su cui la sua penna (e prima […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: