la prima pioggia d’autunno

13 Set
by c.calati

by c.calati

Metodica, fredda, incessante, è arrivata la prima pioggia d’autunno. Come una madre severa che striglia il figlio nella vasca, lei striglia le foglie, le cortecce, le tegole a farle lucide e pulite. Non hanno bisogno, madre e pioggia, di ceffoni e fulmini per farsi rispettare, basta lo sguardo cupo, nuvole nebbiose che coprono la collina, e la pelle delle piante e dei bambini viene offerta alla ruvida spugna con rassegnazione. Lo sporco accumulato nelle giornate di sole, le sbucciature, le chiome polverose, tutto viene lavato via senza indulgenza, ma con affetto sotterraneo. E poi al sole ad asciugare, figli, foglie.

Annunci

15 Risposte to “la prima pioggia d’autunno”

  1. Stefi 13 settembre 2015 a 21:25 #

    Mi incute tristezza, non so che farci. Vorrei un lungo letargo per riemergere al sole col far della primavera.

  2. gelsobianco 14 settembre 2015 a 01:18 #

    Ah, tu respiri con la natura, ml.
    Amo questo periodo dell’anno.

    Grazie.
    🙂
    gb

    • gelsobianco 14 settembre 2015 a 01:22 #

      Anche C. Calati sa mostrare bene il fascino delle gocce di pioggia sulle foglie.
      “la prima pioggia d’autunno”
      🙂
      gb

      • massimolegnani 14 settembre 2015 a 10:35 #

        (e contento che hai apprezzato la foto)

      • gelsobianco 14 settembre 2015 a 13:44 #

        Sai che apprezzo le fotografie di C C
        🙂
        gb

    • massimolegnani 14 settembre 2015 a 10:34 #

      che bella la definizione che dai, trovo che mi si addica 🙂
      grazie gb,
      ml

      • gelsobianco 14 settembre 2015 a 13:43 #

        Sì, ti si addice e molto
        Sorriso vero
        gb

      • massimolegnani 14 settembre 2015 a 13:49 #

        🙂

        Date: Mon, 14 Sep 2015 11:43:11 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

  3. mia_euridice 14 settembre 2015 a 07:26 #

    E non è, questa, una immensa meraviglia?

    • massimolegnani 14 settembre 2015 a 10:37 #

      sicuramente sì, la pioggia sa essere meraviglia.
      ciao euridice,
      ml

  4. silvia 15 settembre 2015 a 14:58 #

    “Dicevano che Limerick era la città più santa [d’Irlanda] ma lo sapevano tutti perché c’era sempre gente nelle chiese. Era perché pioveva sempre: ci andavano per togliersi dall’umido.
    -Frank McCourt, le ceneri di Angela-

    • massimolegnani 15 settembre 2015 a 17:02 #

      eheh, credo ci sia del vero!
      volevo risponderti con una citazione da williams..non c’è una pagina in cui non piova 🙂
      ml

  5. lucilontane 15 settembre 2015 a 19:33 #

    “Ancora cadrà la pioggia
    sui tuoi dolci selciati,
    una pioggia leggera
    come un alito o un passo.” (Cesare Pavese)

    A me piace la pioggia così…che puoi starci sotto senza che ti strigli, come fosse una carezza.

    • massimolegnani 16 settembre 2015 a 00:21 #

      Vero! ma certe volte, a ripensarci dopo, è bello anche scroscio che ti lava da capo a piedi.
      ciao,
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: