La Quiete

27 Apr
by c.calati

by c.calati

 

 

Ci vorrebbe l’audio per apprezzare questo silenzio, perché non è acqua che ristagna e imputridisce, non è una patina di ghiaccio che cristallizza ogni cosa né ha l’immobilità di una fotografia, anche se in una foto inizia. È silenzio da ascoltare, somma di suoni che non lo intaccano ma lo rendono pace che pulsa. Struscia la coda il cane gioioso  per la vicinanza alla padrona, ronfa di trionfo il gatto che ha occupato la mia sdraio, gorgheggia il merlo e non compare, frusciano i fogli di giornale come foglie mosse dalla brezza. Io dall’alto osservo e mi arricchisco alla quiete.

Annunci

33 Risposte to “La Quiete”

  1. lamelasbacata 27 aprile 2016 a 21:17 #

    Anche io oggi ho cercato pace osservando………

  2. Cose da V 27 aprile 2016 a 22:19 #

    Anche io amo molto questi silenzi, bestiole adoranti comprese.

    • massimolegnani 28 aprile 2016 a 10:43 #

      bestiole incredibili, quanto danno (danno nel senso di regalano, ma anche di pasticci che combinano:))!
      Ciao V.
      ml

  3. Moni 27 aprile 2016 a 22:47 #

    Di molti silenzi si è detto, si è cercato…
    Il tuo è sempre un diverso, convesso, astruso, magico dire….
    Un abbraccio…
    m.

  4. gelsobianco 27 aprile 2016 a 23:37 #

    Io sto ascoltando questo silenzio che è “pace che pulsa”, è musica diffusa che suona.
    C’è anche il violoncello di Rostropovič, sì sì…

    “Es un silencio ondulado” (Federico Garçia Lorca)

    Mi hai fatto gustare tutto quello che questa fotografia mi ha sussurrato… quanto quanto.

    Grazie.
    Un sorriso colmo
    gb

    (Il mio commento, ml, è più che a caldo.)

    • massimolegnani 28 aprile 2016 a 10:47 #

      “silencio ondulado” è affascinante, mi fa pensare all’aria che vibra al sole.
      grazie gb,
      un sorriso a te.
      ml

      • gelsobianco 28 aprile 2016 a 12:55 #

        mi piace tanto questo tuo omaggio a chi siede a leggere il giornale nella sdraio accanto alla tua e divide con te il “silencio ondulado” dove non solo l’aria vibra al sole

        gb

        anche questo mi è stato sussurrato dalla tua fotografia

      • massimolegnani 28 aprile 2016 a 13:17 #

        Devo dire che nella Birolli, il gatto, mi rappresenta degnamente 🙂

        Date: Thu, 28 Apr 2016 10:55:48 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

      • gelsobianco 28 aprile 2016 a 13:48 #

        oh sì, Birolli ti rappresenta degnamente nella tua sedia a sdraio, oh sì, ml. 😉
        e il cane guarda… 🙂
        gb

        oh, la perfezione di quell’istante tu sai comunicare
        grazie

      • massimolegnani 28 aprile 2016 a 13:49 #

        A te 🙂

        Date: Thu, 28 Apr 2016 11:48:25 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

  5. Giuliana 28 aprile 2016 a 05:42 #

    …piu’ delle parole il silenzio parla…

  6. miaeuridice 28 aprile 2016 a 07:31 #

    Spero che il paradiso, se esiste, sia esattamente come tu l’hai descritto.

    • massimolegnani 28 aprile 2016 a 10:50 #

      ..se non altro un paradiso in terra, in quell’istante almeno!
      ciao Eurx,
      ml

  7. Tati 28 aprile 2016 a 09:36 #

    sssshhhhhh….
    (… gli occhi si chiudono, il cuore si allarga e i polmoni si riempiono…)
    🙂

  8. sabinaviola 28 aprile 2016 a 10:04 #

    Un silenzio così è spazio, cielo per volare, terra per esserci, dove ogni cosa trova il suo posto in pace con il resto.
    Condivido totalmente.

    • massimolegnani 28 aprile 2016 a 10:52 #

      i rari momenti di breve perfezione!
      Grazie Sabina,
      un sorriso
      ml

  9. remigio 28 aprile 2016 a 11:32 #

    Beato te che vivi in quel paradiso! 🙂

    • massimolegnani 28 aprile 2016 a 12:00 #

      è un paradiso faticoso da mantenere intatto 🙂
      ciao Remigio,
      ml

  10. Donatella Calati 28 aprile 2016 a 11:49 #

    omaggio inconsueto e poetico alla signora della Quiete

  11. Arianna 28 aprile 2016 a 21:39 #

    Meraviglia.

  12. alessialia 29 aprile 2016 a 14:57 #

    uh e quanto ci regalano questi silenzi…. si riesce a parlaere con se stessi… sintonizzandosi col proprio respiro, sentendo il cuore che batte, acciuffando un pensiero…. in pace con la mamma natura che non rispettiamo mai abbastanza….
    che bel momento ho vissuto leggendo e stando poi in silenzio ad immaginarmi in mezzo ad un bosco ascoltando cio che mi dicevano i suoi abitanti, o l’anima degli alberi, o la linfa delle piante.,.. e poi mi sono immaginata su una spiaggia da sola ad ascoltare le parole del mare, a farmi cullare dal vento e a lasciare custodire a lui le mie parole dette a voce bassa e i miei pensieri.,.. chissà dove le porterà e a chi le regalerà….

    e come al solito mi faccio un film sotto i tuoi post… è piu forte di me!

    • massimolegnani 29 aprile 2016 a 23:58 #

      oh, a me piacciono i film che ti fai partendo dalla lettura.
      questo poi lo trovo particolarmente in sintonia con lo spirito delle mie parole 🙂
      grazie Alessia,
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: