la pietà della pioggia

12 Lug

photo by c.calati

 

 

Piove sui pavidi ombrelli, sui sonori lamenti dei tanti dai piedi propensi all’asciutto
e sui volti disposti di pochi a vivere l’acqua piovana come una diversa bella giornata.
Piove sul pelo veloce del gatto, sulle zampe felici di un cane che accompagna una donna al canale, piove sui tetti che brillano rossi, su un mare assetato che verde ringrazia, sugli ultimi petali che lasciano il glicine e colorano il prato, sui nidi che schiudono uova, sui pedali che accettano stanchi l’avversa fortuna, sui denti scomposti dei bimbi, sui merli che fischiano allegri al riparo di foglie materne, piove sugli occhi bagnati dal pianto, su bocche che ridono al cielo e alla terra, sui capelli sfiniti di bambole slave, piove sugli abiti asciutti di clienti feroci, sulle lamiere contorte di un sabato sera, sul fieno lasciato a marcire nel campo.

Piove sul bene e sul male di un’estate distratta.

Annunci

28 Risposte to “la pietà della pioggia”

  1. chiaralorenzetti 12 luglio 2016 a 10:26 #

    Un’intima e nuova versione della Pioggia nel Pineto.

    • massimolegnani 12 luglio 2016 a 19:15 #

      Me ne sono accorto dopo che riecheggia la pioggia famosa
      🙂
      Ciao e benvenuta
      ml

  2. rodixidor 12 luglio 2016 a 11:41 #

    Pioggia allegra e ritmata la tua, a metà strada fra Prince e D’Annunzio. 🙂

    • massimolegnani 12 luglio 2016 a 19:15 #

      Si Prince mi devo documentare 🙂
      ml

      • rodixidor 13 luglio 2016 a 08:30 #

        Purple rain 🙂

      • massimolegnani 13 luglio 2016 a 09:19 #

        subito ascoltata, non la conoscevo. Grazie, ciao rodix

        ________________________________

  3. remigio 12 luglio 2016 a 12:05 #

    Quando la prosa diventa poesia… 🙂

    • massimolegnani 12 luglio 2016 a 19:23 #

      Sono le gocce di pioggia a essere poetiche 🙂
      Un saluto Remigio
      ml

  4. intempestivoviandante 12 luglio 2016 a 15:34 #

    Mai amato D’Annunzio, lo ammetto. Preferisco la tua e non esagero

  5. sguardiepercorsi 12 luglio 2016 a 16:08 #

    I miei piedi sono propensi all’asciutto… Però la pioggia ha una sua bellezza, e tu hai usato parole molto belle per raccontarla…
    Ciao Massimo! 🙂

    • massimolegnani 12 luglio 2016 a 19:27 #

      Pero’ d’estate e’ bello camminare scalzi nell’erba dopo la pioggia 🙂
      Ciao Chiara
      ml

      • sguardiepercorsi 12 luglio 2016 a 19:30 #

        Io sono proprio una cittadina… Non camminavo a piedi nudi nell’erba nemmeno sul prato di casa!!!! 🙂

      • massimolegnani 12 luglio 2016 a 21:59 #

        rido [😊]

        ________________________________

  6. tramedipensieri 13 luglio 2016 a 13:03 #

    La pioggia d’estate è una carezza

    • massimolegnani 13 luglio 2016 a 15:30 #

      Si, qualche volta una carezza un po’ pesante, ma sempre una carezza 🙂
      Ciao .marta
      ml

  7. marcotuccillo 14 luglio 2016 a 09:54 #

    bellissimo il tuo blog, ho iniziato a seguirti! se ti va passa dal mio!

  8. alessialia 14 luglio 2016 a 19:07 #

    scusa scusa scusa l’assenza…. ho appena recuperato i tuoi post che avevo perso… ma le giornate continuano a essere davvero troppo corte…. non ho commentato tutto per non inondarti e per non finire in spam! bello bello bello come al solito! la pioggia a volte lava via lo sgradito e avvolge e coccola! che interpretazione hai fatto!

    • massimolegnani 14 luglio 2016 a 22:20 #

      tu nello spam? non sia mai! 🙂
      grazie Alessia per le tue letture strappate a giornate troppo corte
      ti abbraccio
      ml

      • alessialia 16 luglio 2016 a 01:20 #

        Eh ma ci sono finita tempo faaaa…. Uff….
        Appena ste giornate si riallungano torno una lettrice normale piu o meno in tempi normali! Buon week end!

      • massimolegnani 16 luglio 2016 a 10:01 #

        Buone giornate a te Alessia.

        Un sorriso. ml ________________________________

  9. Miriam Sol 19 luglio 2016 a 11:20 #

    i merli che fischiano o cantano allegri riparati dentro la magnolia dalle foglie lucide di pioggia … pioggia partecipe, che accomuna, potrebbe sembrare indifferente qs pioggia che cade su tutti nonostante, invece il titolo ci dà la chiave: pioggia come benedizione, in qualche modo sacra, con una sacralità sommessa. Ciao, ml, uomo d’acqua dolce (era il titolo di un film)

    • massimolegnani 19 luglio 2016 a 15:43 #

      onorato per come mi hai chiamato (bel film con Albanese). D’altronde l’avevi notata prima di me la mia propensione ad atmosfere d’acqua 🙂

      ________________________________

  10. Paolo 30 luglio 2016 a 12:16 #

    Un pensiero che cala dolcemente. La pioggia, quel rumore che copre e accompagna, quell’acqua che lava, irrora, inzuppa, netta, allevia… Su tutto. Come il tuo pensiero che tutto pare abbracciare, mollemente, compassionevolmente. Pietà. Sì.
    Quei “… denti scomposti dei bimbi…”, comunque, sono bellissimi.

    • massimolegnani 30 luglio 2016 a 13:17 #

      ..mi piace tutto cio’ che e’ imperfetto, come i denti dei bimbi 🙂
      Ciao Paolo
      ml

  11. Prishilla 5 agosto 2016 a 10:32 #

    Sarà che oggi da me piove, ma questo post suona meraviglioso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: