l a g h i

28 Set
IMG_0689

by c.calati

 

 

Inanello laghi come un’ossessione per le perle da infilare all’ago per farne una collana. Ogni lago ha il suo splendore da sfiorare andando al ritmo dei pedali, l’Orta, il primo e fascinoso, dopo risaie asciutte e vigne vendemmiate finalmente l’acqua incastonata, come un unno mi calo dalla collina giù alle sponde urlando al vento la mia gioia rozza, Mergozzo il piccolo, da passarci al volo come un pensiero minimo e tenace che per qualche istante ti distoglie dall’intento, e poi Pallanza, la sorpresa del luogo schivo sul lago più maestoso, Maggiore non a caso, il traffico lo evita passando a monte e non sa cosa si perde. Quindi Ghirla, un nome a inseguire l’infanzia ma vederlo non rinfresca la memoria. La riva meridionale del Ceresio è una cucitura tra due nazioni, che entri, esci, rientri, come un ago da sutura che rimargina i due lembi, tanto che non riconosci Svizzera e l’Italia di confine ti sembra quasi elvetica. Ma infine occorre staccarsi dal dentro e fuori intimidito, lasciare il bordo come in piscina e questo lago attraversarlo tutto, ma in fretta, che Lugano ha troppe banche e troppo bianchi i suoi abitanti. M’inerpico sopra la città, roccia che sale in uno splendido strapiombo sopra lo scintillio dell’acqua, bello davvero ma prima di sera voglio raggiungere Porlezza, essere di nuovo in territorio amico che dopo trent’anni mi brucia ancora l’affronto di Neuchatel, per Italiani tutto pieno, disse borioso l’albergatore, svizzero razzista, invitandoci ad uscire. E io l’avevo giurato che mai più, così cavalco il lago senza posare il piede a terra, digiuno e stanco guadagno il confine come una liberazione, non un euro lasciato in terra elvetica.

E poi ho ancora un lago da affrontare, il Lario da percorrere prima in su e poi in giù, come fare un nodo a chiudere la collana dopo l’ultima perla.

 

Annunci

34 Risposte to “l a g h i”

  1. alessialia 28 settembre 2016 a 12:19 #

    che spettacolo!

    • massimolegnani 28 settembre 2016 a 15:46 #

      Che simpatica 🙂
      ml

      • alessialia 28 settembre 2016 a 15:52 #

        Grazie! Perche simpatica? 😜

      • massimolegnani 28 settembre 2016 a 16:00 #

        mi hai divertito per la brevita’ del tuo commento, tu, che di solito ti dilunghi in riflessioni e sensazioni, qui sei andata all’essenziale 🙂
        Un abbraccio

      • alessialia 29 settembre 2016 a 11:45 #

        Ahaah! Hai ragione ml… E nn sai che avrei voluto scrivere cose sulle sensazioni che lasciano i lagji…
        Ma davanti alla bellezza stavolta mi sono zittita! 😁😁

      • massimolegnani 29 settembre 2016 a 12:16 #

        ..eppure io le ho lette tutte le parole che non hai scritto, ed erano belle 🙂

      • alessialia 29 settembre 2016 a 16:50 #

        Stesa! 😁😁

      • massimolegnani 29 settembre 2016 a 19:18 #

        eheh 🙂

  2. lamelasbacata 28 settembre 2016 a 12:27 #

    Buon proseguimento, un itinerario stupendo (e boja fauss all’albergatore idiota!) 😉

    • massimolegnani 28 settembre 2016 a 15:49 #

      Grazie Mela. L’itinerario s’e’ concluso ieri sera con una pedalata interminabile per arrivare fino a casa 🙂
      ml

      • lamelasbacata 28 settembre 2016 a 16:15 #

        È bello tornare e pensare alla prossima partenza 🙂

      • massimolegnani 28 settembre 2016 a 16:34 #

        Si’, e’ come una malattia 🙂

  3. Tati 28 settembre 2016 a 15:11 #

    ricucire un territorio come con ago e filo… e in alcuni casi… lasciare il filo un po’ più lento…

    • massimolegnani 28 settembre 2016 a 15:53 #

      Si’, al ritorno ho letto del referendum elvetico sui nostri frontalieri. Gli svizzeri non meritano una cucitura stretta!
      Ciao Tati
      ml

  4. lucilontane 28 settembre 2016 a 16:22 #

    I laghi di cui parli hanno la bellezza calma di donne polpose e serene, gli occhi scuri e le palpebre pesanti, e i capelli – come cantava il grande Ivan Graziani – fermi come il lago… Le montagne come corone sul capo di re o di regine, come preferisci, io il lago lo vedo donna. Che bello potersi concedere dei giri così lunghi e gustarsi le cose, come fai tu. Ciao ml 😊

    • massimolegnani 28 settembre 2016 a 16:36 #

      Il lago e’ donna, dici. Ecco perche’ mi piace, visceralmente, dico 🙂
      ml
      (che belle le tue parole, grazie)

      • lucilontane 28 settembre 2016 a 16:38 #

        Di niente. Sono felice che tu condivida il mio sentire sul lago. Sì, donna. Apparentemente immota ma pericolosa, calma e pacificante quando vuole, malinconica e dolce, ombrosa e morbosa altre, vischiosa come l’acqua dolcissima e scivolosa.

      • massimolegnani 28 settembre 2016 a 17:27 #

        Mi affascinano soprattutto gli ultimi aggettivi, da malinconica a scivolosa, li vedo tutti ad avvolgere la donna come seta

      • lucilontane 28 settembre 2016 a 17:32 #

        Ecco, acqua di lago, cioè seta scura e lucente. Sensuale. Raffinata. Donna perfetta direi 😊

      • massimolegnani 28 settembre 2016 a 17:47 #

        Esattamente, luci. 🙂

  5. artepsychesabinablogspotit 30 settembre 2016 a 11:35 #

    Sul fatto che il lago sia donna non ho dubbi, accoglie e cova tutto l’immaginario possibile, pur presentandosi fermo, apparentemente sempre uguale a sé stesso.

  6. Alidada 1 ottobre 2016 a 00:34 #

    una meraviglia 🙂 Adoro i laghi. mi trasmettono serenità e pace. Bella la la foto

  7. Cose da V 1 ottobre 2016 a 12:19 #

    Mah, che cretino l’albergatore. Belle le tue parole, per me il lago è semplicemente pace, come lo è l’acqua in generale. In effetti in un’altra vita devo essere stata un pesce. Mi è piaciuto l’aggettivo rozza per descrivere la tua gioia, anche per me è così.

    • massimolegnani 1 ottobre 2016 a 18:55 #

      La mia non e’ mai una gioia elegante, inamidata, e sono contento che sia cosi’ 🙂
      Ciao V
      ml

  8. gelsobianco 2 ottobre 2016 a 04:16 #

    Che splendida collana di perle sul sinuoso décolleté di una bella donna!
    Magica fotografia.
    Un abbraccio, ml
    gb 🙂

    • massimolegnani 2 ottobre 2016 a 10:31 #

      perle al collo dell’Italia 🙂
      (grazie per la foto)
      ciao gb, un sorriso
      ml

      • gelsobianco 2 ottobre 2016 a 22:40 #

        sì 🙂
        e il nodo a chiudere la collana deve mettere in risalto ogni perla.
        ti abbraccio
        gb
        la fotografia è magica davvero (la sto riguardando)

      • massimolegnani 3 ottobre 2016 a 00:50 #

        bè, il Lario è perla e fermaglio allo stesso tempo 🙂

      • gelsobianco 3 ottobre 2016 a 01:12 #

        sì, ma ogni perla è diversa
        e il Lario è perla a fermaglio
        🙂
        gb

      • massimolegnani 3 ottobre 2016 a 08:40 #

        perfetto:)

      • gelsobianco 4 ottobre 2016 a 01:38 #

        perfetto, sì
        grazie, caro ml
        ti sorrido e ti abbraccio
        gb

      • massimolegnani 4 ottobre 2016 a 08:40 #

        🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: