al tappeto, in tre mosse

20 Ott
by c.calati

by c.calati

 

 

Il bordo irregolare per anni fu la strada ideale per manovre millimetriche con le macchinine.

Lì l’aveva presa, lì persa. Lì stava scalzo per ore, come su un’isola senza orizzonti.

Lo portò con sè, arrotolato tra le braccia, lasciando la casa per l’ospizio.

Annunci

33 Risposte to “al tappeto, in tre mosse”

  1. PindaricaMente 20 ottobre 2016 a 10:29 #

    In sole tre righe sei riuscito a raccontare una storia.
    Leggendo il primo rigo ho sorriso, sul secondo ho riflettuto e sul terzo mi sono commossa.
    Solo tu e la tua scrittura così potente potevate fare una magia così bella.

    • massimolegnani 20 ottobre 2016 a 14:30 #

      Mi prosciugo come una spugna lasciata al sole (o come un brodo ristretto) 🙂
      Sei davvero gentile
      ml

  2. Donatella Calati 20 ottobre 2016 a 17:03 #

    quasi un haiku, perfetto!

    • massimolegnani 20 ottobre 2016 a 18:40 #

      Grazie!
      Meglio sembrare un quasi haiku giapponese che un quasi telegramma scozzese 🙂
      Un sorriso
      Io

  3. tramedipensieri 20 ottobre 2016 a 21:15 #

    Ri.leggi @pindaricamente altro non saprei dire…

    • massimolegnani 20 ottobre 2016 a 22:58 #

      che tenera:)
      (ho riletto come fosse un nuovo commento:))
      ciao .marta
      ml

  4. lamelasbacata 20 ottobre 2016 a 22:04 #

    Leggendo queste righe meravigliose mi è tornata in mente la storia, altrettanto magica, di una fuga rocambolesca dall’ospizio. Crei magie che durano a lungo nella memoria di chi ti legge.

    • massimolegnani 20 ottobre 2016 a 23:00 #

      forse è lo stesso vecchietto, bisognerebbe vedere se nella carrozzina aveva arrotolato il tappeto 🙂
      ciao Mela
      un sorriso
      ml

  5. Alidada 20 ottobre 2016 a 23:58 #

    malinconia della vecchiaia…

    • massimolegnani 21 ottobre 2016 a 00:03 #

      ..appena riscaldata dal tepore di un tappeto
      ciao Alidada
      ml

      • Alidada 21 ottobre 2016 a 00:05 #

        è ben poca cosa il tepore di un tappeto, non credi? Serve calore umano, vicino

      • massimolegnani 21 ottobre 2016 a 00:13 #

        sicuramente, ma pensavo a quei gesti di autoconsolazione, come fanno i bambini con straccetti e feticci vari o Linus con la sua coperta 🙂

      • Alidada 21 ottobre 2016 a 00:14 #

        sì… 🙂

      • massimolegnani 21 ottobre 2016 a 00:23 #

        🙂 buonanotte a te

      • Alidada 21 ottobre 2016 a 00:24 #

        Buonanotte Massimo

  6. miaeuridice 21 ottobre 2016 a 07:40 #

    Non amo i tappeti. Non so perché.

    • massimolegnani 21 ottobre 2016 a 09:59 #

      l’opposto del mio protagonista che quel particolare tappeto lo amava proprio!
      ciao Euridice
      ml

  7. Sarindi 21 ottobre 2016 a 18:06 #

    Complimenti…sintetico ma intenso…

  8. Arianna 22 ottobre 2016 a 08:51 #

    Una vita e tanto amore in poche righe.
    È sempre un piacere leggerti, Massimo!

    • massimolegnani 22 ottobre 2016 a 10:03 #

      Grazie Arianna, sono sempre un piacere le tue visite
      Buona giornata
      ml

      • Stefi 22 ottobre 2016 a 16:46 #

        Nelle frange la polvere e la memoria del tempo.

      • massimolegnani 22 ottobre 2016 a 22:39 #

        la polvere E’ memoria!
        ciao cara Stè
        ml

  9. gelsobianco 25 ottobre 2016 a 00:41 #

    …e con quel tappeto passò anche dalla vita alla morte.
    questo è stato ciò che ho sentito immediato, a caldo

    bello davvero questo tuo “brevissimo”.

    un abbraccio, ml
    gb

    • massimolegnani 25 ottobre 2016 a 08:00 #

      con quel tappeto, però, è come si aggrappasse alla vita.
      sei gentile come sempre, gb
      un abbraccio a te
      ml

      • gelsobianco 25 ottobre 2016 a 19:43 #

        sì, certo, si aggrappa alla vita con quel tappeto.
        concordo con te.
        questo volevo dire io con quel mio scrivere che “passò anche dalla vita alla morte”
        desideravo far cogliere questo legame tra lui e il tappeto, legame così forte che lo accompagna anche nel passaggio finale…
        grazie, ml.
        amo molto condividere.
        buona serata
        ti sorrido
        gb

      • massimolegnani 25 ottobre 2016 a 20:18 #

        Siamo pienamente d’accordo:)
        Buona serata, gb
        ml

      • gelsobianco 26 ottobre 2016 a 03:28 #

        Un sorriso per te, ml
        gb

      • massimolegnani 26 ottobre 2016 a 09:58 #

        🙂

  10. alessialia 26 ottobre 2016 a 14:10 #

    tutta tutta una vita in quel tappeto…

    • massimolegnani 26 ottobre 2016 a 14:22 #

      Gli oggetti a volte ci accompagnano per sempre
      ml
      (un abbraccio)

      • alessialia 26 ottobre 2016 a 14:28 #

        gia… quelli in cui riponiamo tutti noi stessi… un abbracciuzzo anche a te ml!

      • massimolegnani 26 ottobre 2016 a 14:36 #

        🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: