lumache

18 Dic
by web

by web

 

 

Amo la lumaca che m’attraversava strada alle luci di ogni alba come un’attesa complice ad accompagnarmi, e mi insegnava la non vergogna a strisciare sulla pancia e brucar lattuga dove capita, che la lentezza la faceva arrivare ovunque. Il suo cammino appare viscido a qualcuno, per me è una scia d’argento, tra i sassolini di pollicino e la lingua dell’amante che traccia un indelebile percorso sulla pelle.

Amo la sua dimora caricata sulle spalle, quei ventun grammi fragili di rifugio e di accoglienza, che anche noi ci portavamo in giro quando eravamo chiocciole vaganti e tentavamo la fortuna alla roulotte.

 

 

 

Annunci

46 Risposte to “lumache”

  1. le hérisson 18 dicembre 2016 a 13:17 #

    tenera.mente ^_^
    cb

    • massimolegnani 18 dicembre 2016 a 14:17 #

      ..la mia e soprattutto la tua che mi leggi come un fiato delicato.
      Un sorriso, cb.
      ml

  2. Stefi 18 dicembre 2016 a 17:17 #

    La scia d’argento sull’asfalto e fra gli steli d’erba che con la brina si confonde nelle mattine d’inverno.

  3. Tati 18 dicembre 2016 a 17:36 #

    Lentamente… A guardar le cose da basso, a muso in su… E lasciare un segno al passaggio
    🙂

    • massimolegnani 18 dicembre 2016 a 19:48 #

      Un segno del passaggio e’ l’ambizione dell’uomo 🙂
      Ciao Tati
      ml

      • Tati 18 dicembre 2016 a 20:21 #

        … E tanto sta in qualcuno che lo raccolga
        Buona serata 😊

      • massimolegnani 18 dicembre 2016 a 21:07 #

        Si’, qualcuno che raccolga il testimone e sia testimonanzia del nostro passaggio
        🙂
        A te

      • Tati 19 dicembre 2016 a 09:22 #

        e ho scoperto da poco che il guscio cresce con la lumaca stessa… e mi piace questa cosa: mi fa pensare al bagaglio di una vita che resta con noi, trasformandosi e aumentando, graffi, piccole rotture… resta sempre lì…
        buongiorno

      • massimolegnani 19 dicembre 2016 a 09:51 #

        Non lo sapevo! Affascinante questo bagaglio di vita che cresce con loro (e con noi) e penso anche alla metafora della roulotte che cresceva di cose da portarci appresso 🙂
        Buongiorno a te

      • Tati 19 dicembre 2016 a 09:56 #

        io l’ho scoperto perché in giardino da mia sorella ci sono sempre tanti gusci vuoti, e mi son chiesta per quale motivo… erano anche piccoli… e poi ho scoperto che se sono vuoti è proprio perché l’animale non c’è più… perché il guscio è parte del loro essere, cresce e si trasforma con loro, non lo cambiano per nessuna idea al mondo… lo tengono con graffi e botte, incrinature e rotture…
        ( detto questo: ne ho fatto un barattolo… perché non mi piacevano abbandonati sotto le pietre…) 🙂

      • massimolegnani 19 dicembre 2016 a 10:07 #

        Cioè non fanno come i serpenti che abbandonano la pelle vecchia per la nuova? Ma quelle che sì vedono senza guscio sono altre specie di lumache o hanno perso casa?

      • Tati 19 dicembre 2016 a 10:13 #

        Quelle senza guscio son proprio tipi diversi ( Limacce) infatti essendo senza protezione fanno una vita differente, escono prevalentemente di notte e stanno più nascoste…
        Quelle a guscio sono le chiocciole, avendo la casa son più spavalde…
        http://www.lucianabartolini.net/lumache_limacce_e_chiocciole.htm
        a te 🙂

      • massimolegnani 19 dicembre 2016 a 11:08 #

        ecco, ora so qualcosa di più 🙂

      • Tati 19 dicembre 2016 a 11:30 #

        poi, scoperto questo, teniamoci l’incanto delle scie, della lentezza e la magia che ci fanno entrare negli occhi 😉

      • massimolegnani 19 dicembre 2016 a 11:38 #

        sono d’accordo, ora che sappiamo, torniamo a incantarci delle cose semplici 🙂

  4. Daniela 18 dicembre 2016 a 20:48 #

    simbolo di lentezza che per me è saggezza, simpatico e fragile essere dai molti nemici fra tutti anche l’uomo …eppure è divertente farsela transitare su una mano,osservare quelle antennine che si muovono sincronicamente e vedere come si inscatola letteralmente nel suo guscio per il letargo.Mi son sempre piaciute sin da piccola

    • massimolegnani 18 dicembre 2016 a 21:10 #

      Siamo in pochi ad apprezzarle (da vive) e mi piace il tuo farle “correre” sulla mano
      🙂
      Buona serata, Daniela
      ml

      • Daniela 18 dicembre 2016 a 21:28 #

        😉 bella serata anche a te Massimo
        Daniela

      • massimolegnani 18 dicembre 2016 a 21:32 #

        Un sorriso

  5. Cose da V 18 dicembre 2016 a 22:03 #

    Meravigliosa e paziente, la lumaca mi ha fatto sempre una gran tenerezza. Non sopporto chi le calpesta distruggendone il guscio, chi non ha rispetto per questo piccolo animaletto! Hanno una gran classe, le lumache.

  6. lamelasbacata 19 dicembre 2016 a 00:36 #

    Raggomitolata dentro una coperta come una lumaca nel guscio, mi godo queste parole che sanno di semplicità e sapienza del vivere.

  7. gelsobianco 19 dicembre 2016 a 04:48 #

    “per me è una scia d’argento, tra i sassolini di pollicino e la lingua dell’amante che traccia un indelebile percorso sulla pelle.”
    Questa è la vita colma che tu hai in te, ml.
    Io colgo con piacere la tua poesia, la tua saggezza, la tua semplicità, la tua profondità e il tuo calore.
    Le lumachine sono dolcissime carezze lente lente…
    🙂
    gb

    • massimolegnani 19 dicembre 2016 a 09:53 #

      Sì quella scia mi affascina, ci vedo innocenza infantile e sensualità matura.
      Grazie gb, un ampio sorriso
      ml

      • gelsobianco 20 dicembre 2016 a 00:44 #

        Sì, ml, concordo con te.
        Quella scia “d’argento” affascina anche me.
        Io sento poi che nella sensualità matura si accende anche l’innocenza infantile.

        Ricambio il tuo ampio sorriso e ti abbraccio
        gb

      • massimolegnani 20 dicembre 2016 a 01:20 #

        la pensiamo allo stesso modo 🙂
        un abbraccio e una buona notte a te
        ml

      • gelsobianco 20 dicembre 2016 a 02:07 #

        🙂
        una buona notte per te, ml
        gb

      • massimolegnani 20 dicembre 2016 a 08:44 #

        🙂

  8. christo74 19 dicembre 2016 a 14:06 #

    urca che bella. coi tempi che corrono è difficile trovare pensieri così delicati per delle lumache. complimenti.

    • massimolegnani 19 dicembre 2016 a 16:19 #

      Grazie, non bisogna aver paura di mostrare pensieri delicati 🙂
      ml

      • christo74 19 dicembre 2016 a 16:20 #

        giustissimo.

      • massimolegnani 19 dicembre 2016 a 16:29 #

        (che poi anch’essi possono avere un sottofondo assai sensuale)

      • christo74 19 dicembre 2016 a 16:30 #

        soprattutto direi!

      • massimolegnani 19 dicembre 2016 a 16:32 #

        🙂

  9. La Prof 19 dicembre 2016 a 18:01 #

    Sei riuscito in maniera così delicata e pudica a rendere anche un animaletto così “trasparente” per molti un essere vivente coi suoi bei perché..Grazie ad una descrizione simpatica ma mai banale..Complimenti!

  10. quarchedundepegi 20 dicembre 2016 a 04:22 #

    Bella… l’Ode alla lumaca.
    Buona notte.
    Quarc

  11. alessialia 20 dicembre 2016 a 13:22 #

    Mi hai fatto fare ohhhhhhh

    • massimolegnani 20 dicembre 2016 a 13:38 #

      …e io lo trovo un bel complimento
      grazie Alessia
      un sorriso
      ml

      • alessialia 20 dicembre 2016 a 13:40 #

        Assolutamente si!!!! Bellissimissima!!!

      • massimolegnani 20 dicembre 2016 a 13:45 #

        ohh, ora lo dico io 🙂

  12. blogcambiopasso 20 dicembre 2016 a 23:39 #

    Tenero questo post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: