l’arancia

14 Feb
foto

by c.calati

 

 

Più del palato mi soddisfa gli altri sensi.

Mi piace il suo colore, tanto particolare da dare il nome, proprio a quel colore, e la sua rotondità piena come una pancia a termine. Anche la buccia, così temuta dalle donne, ha una rugosità intrigante al tatto, non la pelosità del kiwi o la peluria della pesca. Amo manipolare il frutto intero mentre parlo, palleggiarlo, e amo tagliarlo a fette trasversali da far seccare nella stufa,  la perfetta geometria nelle sezioni, il contrasto di colori tra buccia, bianca pelle e polpa rossa contro il nero della teglia. E mi diverte far la marmellata, scegliere le arance, lavarle in acqua e bicarbonato, sbucciarle, ripulirle, farne tocchetti, aggiungere zucchero, succo di limone e qualche scorzetta dei due frutti a dar spessore e brivido alla bocca quando domattina gusterò il primo barattolo. Ma intanto c’è bellezza nell’amalgama che si forma nelle pentole e che ribolle ore, e mentre controllo che il bollore non tracimi penso che a carnevale tireranno arance a Ivrea. Odio il loro spreco e il delirio da battaglia, ma amo il profumo asprigno che impregna la città come si fosse rovesciata per le vecchie vie una spremuta gigantesca.

Annunci

40 Risposte to “l’arancia”

  1. lamelasbacata 14 febbraio 2017 a 15:12 #

    Mi hai ricordato l’ode al pomodoro di Neruda con questa tua bella descrizione 😊

  2. Tati 14 febbraio 2017 a 15:16 #

    non amo particolarmente le arance se non per la loro buccia, il bianco tra questa e la polpa ( che amo rosicchiare, dicono che non si debba fare ma io menefotto…posso dirlo?) per il profumo e la forma… per come si stringono una volta secche al calore della stufa ( sì, lo faccio anche io)… anzi… alla fine… sì, le arance mi piacciono proprio un po’
    🙂

  3. Daniela 14 febbraio 2017 a 15:21 #

    adoro gli agrumi ,chinotti e cedri compresi con cui si fanno anche dei canditi spettacolari…inconfondibile il loro profumo e carico di sole il loro colore brilante. Bella questa dichiarazione d’amore all’arancia 🙂
    ciao Massimo
    Daniela

  4. rodixidor 14 febbraio 2017 a 16:29 #

    Mi hai ricordato che devo preparar la marmellata 🙂

  5. PindaricaMente 14 febbraio 2017 a 17:14 #

    Io, a parte una spremuta, non so fare nulla di tutte quelle cose che fai tu, ma questo ormai lo sai.
    Tranne quando mi giudico e mi condanno. In quel caso, di solito, mi porto pure le arance.
    😊

    • massimolegnani 14 febbraio 2017 a 17:38 #

      Addirittura alla prigione! Troppo severa con te stessa!
      Ciao Pindara 🙂
      ml

  6. remigio 14 febbraio 2017 a 17:24 #

    A somiglianza tua,

    a tua immagine,

    arancia,

    si fece il mondo:

    rotondo il sole, circondato

    per spaccarsi di fuoco:

    la notte costellò con zagare

    la sua rotta e la sua nave.

    Così fu e così fummo,

    oh terra, scoprendoti,

    pianeta arancione.

    Siamo i raggi di una sola ruota

    divisi

    come lingotti d’oro

    e raggiungiamo con treni e con fiumi

    l’insolita unità dell’arancia.

    Pablo Neruda

    🙂

    Condividi:

  7. labloggastorie 14 febbraio 2017 a 18:19 #

    …e il suo profumo che antipa il frutto, quando nell’aria si mischia al sale, fa tendere i sensi che sembra un preludio d’amore.
    (Ho delle sensazioni molto belle quando ricordo le passeggiate al profumo di zagara)

    • massimolegnani 14 febbraio 2017 a 19:28 #

      Eh, purtroppo sono assai lontano dal profumo delle zagare. 🙂
      Ciao blogga
      un sorriso
      ml

      • labloggastorie 14 febbraio 2017 a 19:33 #

        Lo sono anche io adesso ma, come mi capita per altro, la distanza in questo caso è un dettaglio. 😀 un sorriso anche a te!

      • massimolegnani 14 febbraio 2017 a 20:11 #

        🙂

  8. Cose da V 14 febbraio 2017 a 19:36 #

    Un post del genere farebbe venire l’acquolina anche a chi non impazzisce per questo frutto.
    Mi è piaciuta l’importanza che hai dato al tatto (spesso sottovalutato nelle descrizioni) in queste righe per descrivere le sensazioni che questo frutto ti suscita.
    Bella anche la chiusa del post, dove accenni a una critica per lo spreco ma al contempo apprezzi l’odore che si sprigiona nella città…

    • massimolegnani 14 febbraio 2017 a 20:17 #

      Vedessi lo spreco, quintali e quintali di arance di prima qualità che finisco spiaccicate addosso ai combattenti, alla fine della battaglia nelle piazze c’è un tappeto uniforme di arance immangiabili. Il profumo a festa finita è travolgente.
      Ciao V.
      (e grazie)
      ml

      • Cose da V 14 febbraio 2017 a 21:16 #

        Posso immaginarlo e provo rabbia al sol pensiero. Ti dirò, non mi diverte manco l’idea di lanciarsi cose addosso in generale, figuriamoci frutta o cibo in generale…

      • massimolegnani 15 febbraio 2017 a 01:31 #

        allora ti conviene non venire a Ivrea a carnevale, tirano le arance anche alla gente che passa (se non ha il berretto rosso in testa) 🙂

  9. tramedipensieri 14 febbraio 2017 a 21:37 #

    Amo le arance; meritano tutta questa attenzione e….lode! 🍊🍊🍊

  10. Giuliana 14 febbraio 2017 a 21:48 #

    bucce di arance candite ricoperte di cioccolato fondente… mmmmmhhhh … e il Pandarancio? 😃

    • massimolegnani 15 febbraio 2017 a 01:22 #

      oh le scorzette al cioccolato mi fanno impazzire!!
      ciao Giuliana
      un sorriso
      ml

      • Giuliana 15 febbraio 2017 a 06:43 #

        … e il pandarancio non scherza affatto 😄

      • massimolegnani 15 febbraio 2017 a 10:20 #

        già! 🙂

  11. Patrizia Caffiero 15 febbraio 2017 a 00:51 #

    Post perfetto, una combinazione fra visione estetica e forte sentimento, gratitudine verso ciò che la vita ti offre (uno dei tuoi temi ricorrenti, che condivido fra ‘altro). Poi dal tuo microprivato ti succede di dare uno sguardo oltre la finestra; il mondo va spesso in senso contrario (distruzione, spazzatura indifferenziata, noncuranza verso la bellezza). Se quegli uomini potessero vedere l’arancia come la vedi tu 🙂 forse da domani la vedrò diversamente anch’io. Buon esperimento di presenza nel momento.

    • massimolegnani 15 febbraio 2017 a 01:28 #

      sì, gratitudine per ciò che la vita mi offre, e questo mi riallaccia a quel tuo post “vivere una vita invidiabile..” dove esprimevi un concetto simile:)
      Grazie Patrizia per la lettura che hai fatto di questo post
      buona notte
      ml

  12. alessialia 15 febbraio 2017 a 13:00 #

    già te lo hanno scritto… ma leggendoti anche a me è venuta in mente l’ode al pomodoro di neruda… 😀
    un bell’amore per la natura e la vita comunque secondo me hai scritto!

    • massimolegnani 15 febbraio 2017 a 17:00 #

      Ode al pomodoro che confesso di non conoscere..a questo punto dovrò proprio leggerla!
      Un sorriso
      ml

      • alessialia 17 febbraio 2017 a 15:46 #

        ciao ml!!!! certo leggila!!!!!!!!
        intanto io mi son riletta la tua ode all’arancia! 😀

      • massimolegnani 17 febbraio 2017 a 16:59 #

        Lo faro’ 🙂
        Ciao Ale

  13. yourcenar11 15 febbraio 2017 a 17:29 #

    Post come questo, dedicato a un frutto così solare anche se invernale, mi aiutano a godere delle piccole-grandi cose che costellano la nostra vita. Soprattutto ora mi hai dato una mano a rilassarmi dalla tensione che provo per una TAC da fare domani…
    Evviva l’arancia, il suo colore e il suo profumo!
    Ciao Cristina

    • massimolegnani 15 febbraio 2017 a 18:17 #

      Cristina, domani portati un’arancia in Tac da tenere in mano mentre la lavatrice gira.
      Un sorriso caldo
      ml

  14. Evaporata 15 febbraio 2017 a 20:21 #

    Ode all’arancia. 😀

    • massimolegnani 15 febbraio 2017 a 22:11 #

      eheh, mi e’ simpatica e si merita qualche parola di elogio
      Ciao 🙂
      ml

  15. diserieZero 27 febbraio 2017 a 19:42 #

    Il profumo è il primo passo che mi avvicina alle arance…se poi ne scorgo la polpa purpurea,il connubio è garantito! 🙂

    • massimolegnani 27 febbraio 2017 a 20:35 #

      Se tu fossi a Ivrea in questi giorni avresti di che soddisfare l’olfatto 🙂
      Benarrivata qui,
      ml

      • diserieZero 27 febbraio 2017 a 20:40 #

        Mamma mia,non dirmelo!!! Pregusto virtualmente 😱😱😱

      • massimolegnani 27 febbraio 2017 a 21:23 #

        🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: