l’amore a distanza (ravvicinata)

19 Feb
photo by margherita calati

photo by margherita calati

 

 

Abitavano sui due lati della stessa via, esattamente uno di fronte all’altra. Lui la dominava da un piano di vantaggio, lei il vantaggio lo prendeva in ogni circostanza, decidendo quando e quanto giocare, prima di chiudere le tende. Sì, era un gioco, iniziato con un cenno di saluto da una finestra all’altra, complice una sigaretta coincidente, e cresciuto in un’intesa fatta di provocazioni e approvazioni, di offerte complici e sguardi indiscreti. Lui impiegò mesi prima di bussare alla sua porta che lei gli aprì con entusiasmo. Anche dopo, i due non rinunciarono mai a stuzzicarsi appena sopra la gente ignara.

Annunci

29 Risposte to “l’amore a distanza (ravvicinata)”

  1. lamelasbacata 19 febbraio 2017 a 11:55 #

    Eros e complicità creano una buona alchimia. Foto stupenda, complimenti alla brava fotografa 😉

  2. labloggastorie 19 febbraio 2017 a 15:21 #

    La seduzione è una vicinanza mentale prima ancora che nel corpo…
    Un abbraccio!

    • massimolegnani 19 febbraio 2017 a 16:55 #

      una vicinanza mentale che si fa corpo prima ancora del contatto fisico 🙂
      un abbraccio a te, blogga
      ml

  3. Patrizia Caffiero 19 febbraio 2017 a 22:52 #

    solo la giusta distanza crea la profonda conoscenza

  4. gelsobianco 19 febbraio 2017 a 23:36 #

    Un “con/tatto” mentale diviene corpo ancora prima del contatto fisico.
    “Anche dopo, i due non rinunciarono mai a stuzzicarsi appena sopra la gente ignara.”
    Mai rinunciare a questo stuzzicarsi…

    La splendida fotografia è la perfetta immagine per questo tuo scritto bello.

    Ti sorrido, ml
    gb

    • massimolegnani 20 febbraio 2017 a 11:03 #

      sì, e poi lo stuzzicarsi poco sopra la gente, che passa e non sa, rende più stuzzicante lo stuzzichìo 🙂
      un sorriso a te, gb
      e un grazie per la foto 🙂
      ml

      • gelsobianco 21 febbraio 2017 a 01:11 #

        oh, la gente ti passa accanto e non può immaginare che sta rendendo ancora più stuzzicante quello stuzzicarsi che è in atto
        solo un sor/ridere veloce che pizzica le labbra e dipinge lo sguardo è sintomo del piacere nascosto… 😉

        complimenti ancora alla fotografa e al narratore.

        🙂
        gb

      • massimolegnani 21 febbraio 2017 a 02:02 #

        vicini alla folla, ma splendidamente isolati, a mezz’altezza, dalla folla, osano complicità 🙂
        buonanotte gb
        un sorriso
        ml
        (grazie ancora)

      • gelsobianco 21 febbraio 2017 a 02:25 #

        è bellissimo osare complicità vicini alla folla, ma isolati nello splendore della conchiglia che accoglie
        🙂
        gb
        (grazie sempre a te, ml)

      • massimolegnani 21 febbraio 2017 a 10:27 #

        A te
        🙂

  5. Pendolante 20 febbraio 2017 a 17:10 #

    H

  6. Pendolante 20 febbraio 2017 a 17:13 #

    Scusa, mi è scappato il commento vuoto.
    Stuzzicarsi è uno dei piaceri dell’eros. Crea complicità, e se lo di fa davanti ad altri, ignari, il piacere è maggiore. La foto è bellissima, come questo racconto che in poche righe dice tutto

    • massimolegnani 20 febbraio 2017 a 18:47 #

      H potrebbe essere una nuova sigla dal significato tutto da decifrare 🙂
      Grazie per l’apprezzamento
      buona serata
      ml

  7. newwhitebear 20 febbraio 2017 a 21:38 #

    un corteggiamento sotto forma di sguardi. Amore che è cresciuto dentro.

    • massimolegnani 21 febbraio 2017 a 01:59 #

      sì..e di cenni e di gesti, quasi a tiro di voce 🙂
      ciao newwhitebear
      ml

      • newwhitebear 21 febbraio 2017 a 18:15 #

        come un tempo! 😀 Adesso c’è FB e whatsapp 😀

      • massimolegnani 21 febbraio 2017 a 20:02 #

        Sì, ma non è la stessa cosa:)
        Ciao
        ml

      • newwhitebear 21 febbraio 2017 a 21:20 #

        lo so ma vallo a spiegare ai giovani d’oggi 😀

      • massimolegnani 22 febbraio 2017 a 00:10 #

        hai ragione 🙂

  8. salvo la cimice 23 febbraio 2017 a 02:42 #

    La cosa più importante è non smettere mai quei giochi che li hanno portati ad incontrarsi. Ogni giorno come se fosse il primo giorno…Fra le tende e il fumo di una sigaretta e gli sguardi curiosi. Non sempre alcune “coppie'” capiscono questo. Che peccato. 🌷si dà sempre per scontato tutto. Notte !

    • massimolegnani 23 febbraio 2017 a 10:40 #

      esatto, conservare sempre la freschezza dell’intrigo malizioso, della curiosità famelica 🙂
      buongiorno a te,
      ml

  9. alessialia 26 febbraio 2017 a 13:44 #

    veramente seducente… continueranno sempre cosi e la fiamma continuerà ad ardere…

    • massimolegnani 26 febbraio 2017 a 16:10 #

      è la fiamma dell’attrazione che arde alla minima distanza 🙂
      ciao ale
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: