essere umano

23 Nov
IMG_1443

by c.calati

 

 

S’è perso presto il senso alto di queste due parole, sproloquiate nel loro significato più prosaico di essere vivente superiore, come fosse merito esistere contrapposti, e sopra, a bestie, piante e pietre. Questo pensa Camillo masticando quei vocaboli fino a macerarli, foglie di coca di cui stordirsi.

Essere umano agli altri, basterebbe questo per vivere davvero. Contò quante volte lo era stato, non raggiunse le dita di due mani. Troppo poco, dice, ma ogni episodio ha migliorato l’uomo in me.

Essere umano a sé, benevolo ai difetti, umile nei pregi. Essere meno di un miliardesimo del mondo ed esserne contento.

20 Risposte a “essere umano”

  1. Franco Battaglia 23 novembre 2017 a 07:10 #

    “Essere umano” come anche “buon senso”. Robe rare.

  2. Sabina_K 23 novembre 2017 a 17:54 #

    Essere umani
    essere umano
    solo esperienza e consapevolezza ci distinguono dal resto:
    bestie, piante e pietre, come dici tu.
    Essere umani è esercitare esperienza e consapevolezza volgendoli nel verso migliore, vale a dire verso di sé e verso gli altri

    • massimolegnani 23 novembre 2017 a 19:56 #

      Concordo con te, Sabina. E sembra una ricetta di comportamento assai semplice, eppure là si applica molto raramente.
      Buona serata,
      ml

  3. newwhitebear 23 novembre 2017 a 22:20 #

    essere umano? Due parole che non dicono nulla a molte persone, esattamente come il buon senso, di cui siamo dotati, e fingiamo di non possedere.

    • massimolegnani 23 novembre 2017 a 23:36 #

      è come dici, parole trascurate, svuotate di senso e raramente applicate.
      ciao GianPaolo
      ml

  4. francesco 24 novembre 2017 a 00:13 #

    la foto è tua. se si, complimenti

    • massimolegnani 24 novembre 2017 a 00:27 #

      sì è mia, l’ho scattata due giorni fa al tramonto.
      grazie!
      ml

  5. Aria Mich 24 novembre 2017 a 12:40 #

    A volte ci penso anch’io! Anzi, spesso. Allora cerco si educare me stessa, per essere più “essere umana” possibile

  6. chiaralorenzetti 25 novembre 2017 a 00:33 #

    Quando penso alle persone che ho accanto, che scelgo, sento che sono esseri umani. Quando invece mi rapporto al mondo circostante, quello che leggo, vedo, sento, vedo pochi esseri umani e troppi mostri.
    Mi domando allora se l’umanità nasce quando si è vicini e ci si sceglie.
    O è solo che io sono troppo ingenua.

    • massimolegnani 25 novembre 2017 a 01:36 #

      nasce con più facilità quando si è vicini, affini, ma dovremmo impegnarci a cercare umanità anche più lontano da noi 🙂
      grazie delle belle parole
      buonanotte Chiara
      ml

      • chiaralorenzetti 25 novembre 2017 a 14:59 #

        Sì. Anche se alle volte è faticoso e ci si sente soli nel viaggio.

      • massimolegnani 25 novembre 2017 a 15:43 #

        Sicuramente, e’ fatica 🙂

  7. Scrivopernoia 25 novembre 2017 a 04:01 #

    I peggiori sono quelli che esaltano le gesta che dovrebbero essere “comuni”. Per cortesia, siamo tutti chi più chi meno, colti in fallo su questo. Almeno si abbia il coraggio di stare zitti e riflettere tutti sulle proprie azioni finché (visto che alla perfezione non si può arrivare, nessuno ci può arrivare) ci si migliora tanto da essere “umanamente accettabili”… non per la società, per i valori che ormai la società non ci propina più come l’onestà, la sincerità, neanche più l’amicizia… nella nuova generazione ognuno vive sulle sue, solo per sè stesso… stiamo andando sempre più verso il baratro. [e ovviamente mi ci metto in mezzo].
    Buona nottata.

    • massimolegnani 25 novembre 2017 a 12:30 #

      Sono d’accordo, ci si fa un vanto di cio’ che dovrebbe essere un atteggiamento normale, non da sbandierare ma da vivere con modestia. Concordo anche sul fatto che andrebbe fatto per se stessi, per stare meglio al mondo, considerando che la somma di tanti “per se stessi” porterebbe a una maggior umanita’ della nostra nostra societa’.
      Buona giornata
      ml

  8. Patrizia Caffiero 26 novembre 2017 a 01:58 #

    come sono d’accordo, parlavo di questo tema con una mia amica al telefono, di quanto l’ego possa diventare un separè, una barriera. e poi non si vive. non sanno cosa si perdono.

    • massimolegnani 26 novembre 2017 a 02:08 #

      Già, si definiscono esseri umani ma non sanno essere umani!
      un abbraccio
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: