cavalli a vapore

14 Gen

by c.calati

 

 

Il bello dell’inverno, le poche volte che vinco l’indolenza di guardare il mondo addormentato dietro i vetri, è quel pedalare forsennato contro il freddo, far bruciare i muscoli e congelare la mente in un nulla di follia, sentirmi bestia al pari della bici in un tutt’uno di ferro e pelle, agognare un lago dove abbeverarmi come un cavallo bolso, sfrenarmi in un galoppo da giovane puledro, non da ronzino anziano quale sono, appoggiarmi con la bici ad un muretto a secco, sfiancato rifiatare. Ottenere l’accoglienza di una coperta gettata sulla groppa per trattenere il vapore che sale dai miei pori.

47 Risposte a “cavalli a vapore”

  1. Elish_Mailyn 14 gennaio 2018 a 23:35 #

    come sei evocativo stasera, mi sembrava di vederti nelle tue fattezze di cavallo allo stato brado…

    • massimolegnani 14 gennaio 2018 a 23:44 #

      mi sentivo cavallo, ieri, un po’ selvaggio e un po’ da corsa (mi era rimasta impressa quell’immagine di tanto tempo fa, una corsa in notturna invernale con i cavalli che all’arrivo erano prontamente avvolti in una coperta). Non ho resistito alla tentazione di provare a trasmettere questa mia suggestione.
      Ciao Elish, buona serata
      ml

      • Elish_Mailyn 14 gennaio 2018 a 23:47 #

        non hai resistito al richiamo del selvaggio?!
        da oggi ti chiamerò “Wild Carlo” 😁

      • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 00:05 #

        ahah 🙂
        non ho resistito a tradurre in parole quelle sensazioni 🙂

  2. lamelasbacata 14 gennaio 2018 a 23:57 #

    Leggo te e canticchio “Bartali” 😉

  3. Sara Provasi 15 gennaio 2018 a 01:33 #

    Che bella descrizione!! Come sempre 😊

  4. Storie a muzzo 15 gennaio 2018 a 02:31 #

    Io non ce la farei 😄

    Ma davvero bevi l’acqua del lago?!?

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 10:39 #

      no, dai:) è un’esagerazione voluta
      in realtà bevo una coca a un bar sul lago 🙂
      ben arrivata qui 🙂
      ml

      • Storie a muzzo 15 gennaio 2018 a 12:43 #

        Lo so, ironizzavo 😄 ma sempre meglio chiedere!

      • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 12:50 #

        sai, mi rendo conto di scrivere un po’ stralunato e a volte temo di essere preso troppo alla lettera
        🙂

  5. Giuliana 15 gennaio 2018 a 06:23 #

    fuga dal reale? ogni tanto scappiamo, mentalmente o fisicamente ma abbiamo bisogno di evadere … ognuno alla sua maniera 😉

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 10:41 #

      una fuga involontaria, nel senso che sotto sforzo la mente viaggia per fantasie tutte sue 🙂
      buona giornata, Giuliana
      ml

  6. Ghiandaia blog 15 gennaio 2018 a 09:48 #

    Condivido le tue sensazioni che ci trasmetti da grande poeta. Grazie.

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 10:46 #

      oh, sono io a ringraziare te per questa lettura così partecipe
      un sorriso
      ml

  7. Donatella Calati 15 gennaio 2018 a 11:44 #

    poche pennellate sapienti e ci sei tutto tu, puledro dalla criniera bianca!

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 12:47 #

      appena le giornate saranno un po’ più lunghe porterò il cavallo a pascolare nel tuo prato 🙂
      grazie Dona, un abbraccio
      io

  8. elettasenso 15 gennaio 2018 a 12:21 #

    Credimi: hai uno spirito indomito più giovane di molti rammoliti giovani che stanno col plaid davanti alla tv.
    Buona giornata a te e al tuo ferroso destriero
    Eletta

  9. yourcenar11 15 gennaio 2018 a 17:17 #

    Poche righe ma potenti e forti! Che bello leggerti! Ciao
    Cris

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 18:32 #

      Poche righe, parecchi chilometri, tanta fatica 🙂
      Grazie Cris che mi leggi
      ml

  10. Neda 15 gennaio 2018 a 18:25 #

    Sì, una bella, bellissima descrizione: sai scrivere, e bene.
    Grazie per condividere.

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 18:38 #

      Mi piace raccontare le mie emozioni ed e’ bello trovare chi le condivida.
      Grazie a te Neda
      un sorriso
      ml

  11. Sabina_K 15 gennaio 2018 a 18:42 #

    sentirsi come un cavallo fa pensare alla libertà e questo è sempre un bel pensare

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 19:38 #

      Vero, cavallo da tiro o brado, quando pedalo “al galoppo” fiuto l’odore della liberta’
      Buona serata, Sabina
      ml

  12. Paolo 15 gennaio 2018 a 20:05 #

    Che ritmo, che musica! (Bravo!)

  13. Lallib 15 gennaio 2018 a 21:41 #

    Beato te, Massimo, che con questo freddo trovi comunque il coraggio di mettere fuori il naso per respirare aria fresca. Un abbraccio

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 22:32 #

      .fresca e’ fresca di sicuro, tanto che appena cominciato a pedalare mi chiedo chi me l’abbia fatto fare, ma a quel punto ormai sono in ballo 🙂
      Un abbraccio a te
      ml

  14. newwhitebear 15 gennaio 2018 a 22:14 #

    già hai ripreso a pedalare?
    Belle sensazioni.

    • massimolegnani 15 gennaio 2018 a 22:35 #

      Ogni tanto, una-due volte a settimana, quando coincidono clima e voglia.
      🙂
      Ciao GianPaolo
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: