i luoghi dell’anima: il passinbruno

9 Mar

CREANDOUTOPIE

DSCN6923

Dimmi, conosci il passinbruno? Mai sentito nominare? Lo temevo. Nemmeno io, a essere sincero. Ma non è un difetto nostro non conoscerlo, è una mancanza grave del reale. Sono convinto che noi, seppellita da qualche parte nella mente, conserviamo questa parola, pronti a riesumarla quando la realtà si adeguerà alla fantasia.

Non ti vergognare a parlare da solo e ascoltati piuttosto mentre scandisci a mezza voce    p a s s i n b r u n o. Rimbomba così bene nel finale, dopo aver forse sibilato un po’ troppo nell’inizio, riempie la bocca di un suono così italiano e quieto che non posso credere che sia solo un’accozzaglia di lettere a casaccio, una parola inesistente.

Pensaci, il Passinbruno…

View original post 655 altre parole

20 Risposte a “i luoghi dell’anima: il passinbruno”

  1. rodixidor 9 marzo 2018 a 12:49 #

    Mai sentita, ma come osservi tu ha il suono di una parola conosciuta poi dimenticata. Secondo me è un piccolo arbusto, da fiorellini dal profumo tenue, pianta di montagna alta, di bosco mediterraneo.

    • massimolegnani 9 marzo 2018 a 14:41 #

      sì, una parola e un concetto che abbiamo seppellito sotto ciò che è quotidiano, ma che ancora conserviamo nel solaio della nostra anima.
      e mi piace la forma che gli hai dato tu
      ciao rodix 🙂
      ml

  2. Evaporata 9 marzo 2018 a 13:10 #

    Mi pare che sia un uccello passeriforme.

    • massimolegnani 9 marzo 2018 a 14:44 #

      quello che c’è di bello è che ogni risposta è giusta se proviene dal proprio intimo vissuto
      e a te ti ci vedo mentre passeggi tra i tuoi boschi alzare l sguardo ai rami per individuare l’uccelletto sconosciuto che ti sta allietando col suo canto.
      un sorriso
      ml

  3. maja1992 9 marzo 2018 a 14:33 #

    Metasemantico! 😊

    • massimolegnani 9 marzo 2018 a 14:45 #

      definizione perfetta, alla quale non sarei arrivato da solo, ma che condivido in pieno
      🙂
      ml

  4. Giuliana 9 marzo 2018 a 16:20 #

    la mia campagna ai piedi del Monte Genuardo, quando arrivavamo mio padre declamava: l’Alpe materna che mi dono’ il respiro! Adesso sono io che lo declamo.

    • massimolegnani 9 marzo 2018 a 17:05 #

      Ecco, quella campagna, per te e per tuo padre e’ sicuramente un passinbruno.
      Grazie Giuliana
      ml

  5. Ghiandaia blog 10 marzo 2018 a 16:02 #

    Sognerò Passinbruno, bellissimo!🤷🎇😶

  6. newwhitebear 10 marzo 2018 a 22:01 #

    Passinbruno? La fantasia sul trono della creatività

  7. Miriam Sol 16 Maggio 2018 a 22:13 #

    il passimbruno è ciò che ti attraversa quando sei solo, sulla soglia di qualcosa che appena sai ( e anche qs me lo ricordo e lo ri-porto a casa, in qs giorno di scorribande sul tuo blog. Ciao ml, alla prossima

    • massimolegnani 16 Maggio 2018 a 23:16 #

      condivido in pieno la tua definizione di passinbruno, è proprio quello!
      (che bel regalo questa tua scorribanda!)
      grazie Miriam
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: