la quiete

8 Mag

c.calati

 

 

Questa immagine, povera di elementi, ha il potere di rasserenarmi. Più che una fotografia la considero la decodificazione della mia retina, quel che vi è rimasto impresso del viaggio. Immobile sul ciglio della strada, mi ero riempito gli occhi di questo paesaggio per un tempo lunghissimo. Alla fine avevo scattato quasi riluttante, un atto di sfiducia verso la mia memoria. E invece ricordo, senza bisogno di guardare, la luminosità dell’aria, l’assenza di sole, le ondulazioni verdi, l’erba così ben rasata da sembrare mare mosso,  il capriccio delle nuvole. E quell’unico albero che s’impone alla vista più di un intero bosco.

84 Risposte a “la quiete”

  1. Giorgiana 8 Maggio 2018 a 07:59 #

    Rasserena sì, è bellissima! Buongiorno! 🙂

  2. lamelasbacata 8 Maggio 2018 a 08:07 #

    Essenza e presenza
    Buongiorno mio caro 😊

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 08:48 #

      .e anche ciò che è assente, che io ci vedo anche le pecore a brucare raso, e altro che non c’è 🙂
      buongiorno a te, Melina cara
      ml

  3. laurettafilippi 8 Maggio 2018 a 08:08 #

    Anche a me piacciono tanto questi paesaggi così😊 buongiorno

  4. pikaciccio 8 Maggio 2018 a 08:56 #

    verissimo un po come il prato dei Teletubbies …. lo hai mai visto ???

  5. lepastelbleu 8 Maggio 2018 a 09:08 #

    hai fissato un’icona. bellissima e sacra, naturalmente

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 13:50 #

      anche per me, nella sua semplicità, aveva qualcosa di solenne.
      Grazie Margot
      ml

  6. Sara Provasi 8 Maggio 2018 a 09:37 #

    È vero, sembra un mare!
    Bellissimo posto, foto, e descrizione *–*
    Hai trasmesso bene la sensazione di essere lì 🙂

  7. Ghiandaia blog 8 Maggio 2018 a 09:45 #

    L’ unico albero è come ognuno di noi nel grande campo della vita😚

  8. dimaco 8 Maggio 2018 a 10:28 #

    Uhm… So che lo scopo era un altro, ma a me ricorda minacciosamente il desktop di Windows vecchia versione. Per me che sono linuxiano è tutt’altro che rasserenante…

  9. alemarcotti 8 Maggio 2018 a 10:58 #

    Bellissima foto e bellissime parole le tue😀

  10. ilmestieredileggereblog 8 Maggio 2018 a 11:22 #

    paesaggi come questi – che riconosco e amo – lasciano correre la fantasia di chi li osserva, e ognuno ci può trovare risposte diverse

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 13:58 #

      è vero
      infatti io di mio ci avevo aggiunto un gregge di pecore meticoose
      ciao Pina 🙂
      ml

  11. quarchedundepegi 8 Maggio 2018 a 12:51 #

    Beh, il verde è il colore dell’equilibrio.
    Complimenti per la foto.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 13:59 #

      ecco forse per questo a me trasmetteva serenità.
      buona giornata a te, Quarc
      ml

  12. Evaporata 8 Maggio 2018 a 13:15 #

    L’erbetta sembra quella di un campo da golf e l’albero la bandierina della buca.

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 14:01 #

      eheh, vero, ma senza la prosopopea dei golfisti 🙂
      buona giornata Eva
      ml

      • Evaporata 8 Maggio 2018 a 16:18 #

        La conosco bene quella prosopopea lì, ho lavorato come tecnico per la gestione delle gare di golf per ben 14 anni…

      • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 16:48 #

        Per un istante ho temuto mi dicessi che eri una golfista!
        🙂

      • Evaporata 8 Maggio 2018 a 16:59 #

        Ho sempre rifiutato di giocare a golf nonostante gli inviti ripetuti e i vantaggi che avrei avuto andando in campo. Non è gente che fa per me.

      • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 17:52 #

        Brava 🙂

      • Evaporata 8 Maggio 2018 a 20:21 #

        😊

      • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 22:45 #

        eheh

  13. Pendolante 8 Maggio 2018 a 13:19 #

    minimalista, ma essenziale. Rappacifica, quieta

  14. Donatella Calati 8 Maggio 2018 a 15:45 #

    mi piace che tu abbia ripreso a fotografare, non capolavori da Agenzia Magnum ma “appunti di viaggio” come dice il Gigi, che si interrsecano a meraviglia con le tue parole. C’è una parola per dire che il risultato è maggiore della somma dei due ingredienti ma … non si può pretendere che a 71 anni le parole escano dal cervello a comando!

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 16:47 #

      Ahah, nemmeno a 69 escono facili. E poi non sono mai stato bravo in matematica.
      Grazie Dona, un altro abbraccio
      io

  15. Giuliana 8 Maggio 2018 a 18:30 #

    Vedi come ognuno di noi vede le cose in maniera diversa? Io, pur apprezzando la magnifica immagine, sento un senso di abbandono quando guardo spazi aperti e senza qualcisa che mi dia un senso di protezione, tipo uno steccato o una piccola casa …

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 20:00 #

      Ti capisco, anche se a me succede il contrario: il paesaggio sconfinato, i pochi elementi presenti, l’assenza di barriere mi infondono un senso di pacata libertà. Affascinante che uno stesso panorama provochi nelle persone sensazioni differenti, anche contrastanti
      Un sorriso, Giuliana
      ml

  16. cazzeggiodatiffany 8 Maggio 2018 a 20:39 #

    Anch’io rimango stregata dal verde negli occhi, è qualcosa che mi rappacifica con l’universo. Le tue parole, poi, aggiungono musica all’immagine☺️

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 22:47 #

      quel verde me lo sono bevuto con gli occhi 🙂
      grazie Tiffany per la “musica”
      buona serata
      ml

  17. newwhitebear 8 Maggio 2018 a 21:45 #

    in effetti quel mare verde uniforme ha un potere rasserenante.

  18. cisonduecoccodrilli 8 Maggio 2018 a 21:56 #

    Anche io scatto sempre con riluttanza, quando provo un senso di pienezza in un luogo e in un dato momento. Quel momento è pieno solo nel presente, mentre lo stai vivendo… Però hai fatto bene a scattare, per mostrarci il tuo bel panorama interiore

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 22:53 #

      mi fa piacere che comprendi e condividi la “riluttanza” a congelare nello scatto la pienezza che appartiene a quel determinato momento
      e ti ringrazio per il bell’apprezzamento
      ml

  19. franco battaglia 8 Maggio 2018 a 22:29 #

    “povera di elementi”, esordisci.. fortuna poi sottolinei la marea di mondo che hai infilato in uno scatto…e senza un odore, senza un refolo di vento a vista, senza un tuono lontanissimo ad aggiungere eco.

    • massimolegnani 8 Maggio 2018 a 22:57 #

      però io non vedo contraddizione: è uno scenario spoglio per quanto appagante che permette di aggiungere elementi, mare, pecore, con la fantasia.
      quanto all’assenza di odori, tuoni, rumori, vento, questa volta ero concentrato su unico senso, la vista.
      ciao Franco
      un sorriso
      ml

  20. cuoreruotante 9 Maggio 2018 a 00:46 #

    Quiete… una parola così semplice… una meta così ardua da raggiungere

    • massimolegnani 9 Maggio 2018 a 11:35 #

      sì, difficile da raggiungere, ma talvolta ti ci imbatti quasi senza cercarla, come mi è successo quel giorno con questo panorama.
      buona giornata Chiara
      ml

      • cuoreruotante 9 Maggio 2018 a 11:47 #

        Buona giornata a te, ma non mi chiamo mica Chiara 😊

      • massimolegnani 9 Maggio 2018 a 12:04 #

        ahah, bella figura!
        pensare che ero andato a botta sicura, quasi aggiungevo anche il cognome tanto ero sicuro..ma avevo confuso il tuo blog con “squarci di silenzio” (che come titolo è pure molto diverso!!)
        perdonami 😦

      • cuoreruotante 9 Maggio 2018 a 12:13 #

        Ahahah figurati 😘

      • massimolegnani 9 Maggio 2018 a 12:39 #

        🙂

  21. miaeuridice 9 Maggio 2018 a 07:56 #

    Eh sì, basta ascoltare questa immagine in silenzio.

  22. Neda 9 Maggio 2018 a 10:05 #

    E’ un’immagine stupenda, molto rilassante.

  23. Francesca Fichera 9 Maggio 2018 a 19:40 #

    Uno scatto lo percepisco sempre come l’hai definito, “un atto di sfiducia verso la memoria”.
    Ma questo qui valeva proprio la pena. 🙂

  24. Sabina_K 10 Maggio 2018 a 17:06 #

    è un’immagine assoluta, come la quiete che ispira

    • massimolegnani 10 Maggio 2018 a 22:37 #

      ti ringrazio di condividere il senso di questa immagine, Sabina
      un sorriso
      ml

  25. biondograno70 10 Maggio 2018 a 21:56 #

    ..che poi a dirlo così non è più scarno…. è quasi un esserci in quel prato, dietro e non davanti a quell’unico albero e magari un paio di pirolette…. eh io si….

    un abbraccio..

    m.

    ps. non sempre le immagini devo essere “piene” per essere “colme”… 🙂

    • massimolegnani 10 Maggio 2018 a 22:40 #

      d’accordissimo col tuo ps: sono le mie preferite le foto con pochi elementi 🙂
      simpatiche le tue capriole dietro l’albero 🙂
      ciao, m.
      ml

  26. elettasenso 11 Maggio 2018 a 17:29 #

    Infatti è una davvero carica immagine proprio per la sua casta nudezza 🌷

  27. Stefi 13 Maggio 2018 a 18:41 #

    Un dipinto di Magritte.
    Lieve, così.

  28. Tiziana 17 Maggio 2018 a 05:27 #

    Rilassante alla vista e fa bene ai polmoni. Aria buona. E perché no anche all’umore.

    • massimolegnani 17 Maggio 2018 a 10:16 #

      sì, lì ogni sguardo, ogni respiro è come ti dilatasse la mente e ti rinfrescasse l’umore 🙂
      ciao Tiziana
      ml

      • Tiziana 17 Maggio 2018 a 10:31 #

        Ciao Massimo. Ti seguo: mi piace il tuo blog.

      • massimolegnani 17 Maggio 2018 a 11:19 #

        grazie, un sorriso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: