Giro-tondo

26 Mag

by c.calati

 

Lo ammetto, è come un gioco infantile questo appasionarmi al Giro, tra immagini televisive e fantasie di emulazione, ma oggi era l’ultima occasione per vedere la corsa dal vivo e non l’ho persa. Partenza da Susa e, attraversando tutto il canavese, arrivo ai duemila di Cervinia. Il Cervino è mio fratello (cit.) ma non oggi che ho le gambe molli e troppo lontana è la sua piramide. Così mi accontento di raggiungere un paese di pianura abbastanza vicino per veder passare i miei campioni. Oggi ho indosso la maglia rosa che uso poche volte.

IMG_1725

c.calati

L’ho messa non per vanità ma per deferenza al Giro, come l’abito buono indossato al matrimonio di un amico. E mentre pedalo alla volta di Baio Dora ciondolo la testa come Froome, provo per qualche metro la pedalata agile di Yates, poi lo scatto perentorio di Aru e infine il passo regolare e potente di Ton DuMoulin e, in questa imitazione, più di testa che di gambe, che assomiglia all’onnipotenza del bambino il giorno che toglie le rotelle, accomuno vincitori e vinti, chi ha lottato e chi si è arreso, chi ha ancora il sorriso e chi in faccia ha solo sofferenza. E vorrei regalarla a tutti i corridori indistintamente questa maglia perché tutti se la meritano per le emozioni che mi hanno regalato, il primo come l’ultimo. A Baio resto due ore appoggiato a un muro ad aspettare che passino i corridori e quando passano è solo un attimo in cui distingui a mala pena qualche volto. Poi tutto è finito. Eppure sono contento, come un bambino dopo un girotondo.

34 Risposte a “Giro-tondo”

  1. lepastelbleu 26 Maggio 2018 a 19:11 #

    che bello! mi commuove lo scorcio del paese che mi sa di memoria antica e della montagna delle regioni che ho vissuto fin da bambina piccolissima e che mi è entrata nel cuore e nel sangue… e tu hai una faccia SIMPATICISSIMA che fa venir voglia di essere tua amica.

    • massimolegnani 26 Maggio 2018 a 23:35 #

      e c’era tutto il paese a bordo strada, vecchiette e ragazzotti, bambini e donne, pochi che ne capivano di ciclismo ma tutti a festeggiare il giro che per la prima volta passava per le loro strade 🙂
      buona notte, Margot
      ml

  2. lamelasbacata 26 Maggio 2018 a 19:28 #

    Un sorriso smagliante, amico mio! Si vede che sei contento.

    • massimolegnani 26 Maggio 2018 a 23:38 #

      eheh, sì me la sono goduta questa giornata giocosa 🙂
      buona notte, Melina
      ml

      • lamelasbacata 27 Maggio 2018 a 09:40 #

        Che sia buona anche questa domenica! ☀☀

      • massimolegnani 27 Maggio 2018 a 13:57 #

        Grazie
        Anche la tua
        🙂

  3. Tiziana 26 Maggio 2018 a 19:53 #

    La maglia (rosa) buona per il dì di festa. Uno sport affascinante anche per chi non segue il ciclismo, figuriamoci tu. Traspare tutta la tua contentezza. 😊

    • massimolegnani 26 Maggio 2018 a 23:41 #

      sì, l’ho indossata con quello spirito, lo spirito del dì di festa 🙂
      ciao Tiziana
      ml

  4. Valeria {Storie a muzzo} 26 Maggio 2018 a 21:00 #

    Che spirito Massimo!

  5. alemarcotti 26 Maggio 2018 a 23:12 #

    Bella questa cosa😻

  6. Primula 26 Maggio 2018 a 23:16 #

    Questa sì che è passione!

    • massimolegnani 26 Maggio 2018 a 23:46 #

      passione doppia, come spettatore delle fatiche altrui e come pedalatore che di fatica ne fa tanta 🙂
      ciao Primula, un sorriso
      ml

  7. cuoreruotante 27 Maggio 2018 a 00:25 #

    Che bello, che bravo!!! Sono contentissima per te 😊

  8. miaeuridice 27 Maggio 2018 a 06:55 #

    Io detesto il giro. Lo trovo così monotono e noioso.

    • massimolegnani 27 Maggio 2018 a 13:48 #

      eheh, mi diverte come uno stesso evento susciti impressioni così contrastanti
      Buona domenica Euridice
      ml

  9. teti900 27 Maggio 2018 a 07:53 #

    ahahh lo scatto perentorio di aru… quest’anno l’unico guizzo è stato per salire in ammiraglia… comunque è stato un giro disegnato da un artista, molto bello quest’anno e differente dai monotoni giro tondi e giro tour degli ultimi anni… dal vero l’ho visto un paio volte… ore ad aspettare e quando arrivano sembra di prendere una sberla senza manco capire da dove arriva… gran fruscio di ruote, gran vento e un lampo velocissimo di colori, ti volti e son già spariti dall’orizzonte…

    • massimolegnani 27 Maggio 2018 a 13:54 #

      pienamente in sintonia con le tue considerazioni (Aru l’ho voluto citare quasi per consolarlo di essere colato a picco) e le belle pennellate con cui hai dipinto il passaggio dei corridori.
      Ciao Teti
      ml

  10. franco battaglia 27 Maggio 2018 a 07:59 #

    Oggi vengono a chiudere da me.. e io non posso mancare… sarà come incontrarci anche noi, a velocità folle per il pavè romano, questi eroi di altri tempi, perderanno qualche traccia di tuo sguardo che gli hai lasciato addosso.. e immaginerò di riconoscerlo.. 😉

    • massimolegnani 27 Maggio 2018 a 13:57 #

      Sai che ieri ci ho pensato a questa specie di gemellaggio tra Canavese e Roma? Un passaggio di testimone nel tifo tra me e te.
      Buon Giro, Franco
      ml

  11. quarchedundepegi 27 Maggio 2018 a 13:05 #

    Bravissimo. Stupenda questa tua passione.
    Ai tempi ero veramente appassionatissimo. Ricordo come seguivo alla radio le scalate di Coppi e Bartali e le discese velocissime di Magni. Poi arrivarono i varo Koblet e Kübler. Mi piacerebbe ritrovare quella passione come quando portai mia moglie, 50 anni fa, in quel di Winterthur a veder passare il Tour de Suisse. Passarono in un attimo tutti… e mia moglie si chiese… o mi chiese perché l’avevo trascinata in aperta campagna per veder passare in un attimo tanti disperati in bicicletta.
    È tutto relativo.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    • massimolegnani 27 Maggio 2018 a 14:04 #

      Che bello trovare qualcuno che ha ricordi più antichi dei miei. Magni per me è un ricordo assai vago 🙂
      E non possiamo dar torto a tua moglie, visto da fuori c’e’ dell’assurdo nel nostro bruciare in un istante l’attesa di ore 🙂
      Buona giornata Quarc
      e grazie
      ml

      • quarchedundepegi 27 Maggio 2018 a 14:13 #

        Fiorenzo Magni… era quello che parlava molto bene al microfono della radio; era quello che, essendo scarso in salita, riusciva ad affrontare le discese in modo folle e, proprio in discesa riuscìva a colmare, almeno in parte, i ritardi accumulati in salita. Era, se ben ricordo, il mito delle discese.
        Naturalmente riusciva ad essere solo l’ombra dei grandissimi e unici Bartali e Coppi.
        Ciao.
        Quarc

      • massimolegnani 27 Maggio 2018 a 14:34 #

        L’eterno sconfitto, mi sembrava di ricordare qualcosa di simile

      • quarchedundepegi 27 Maggio 2018 a 21:00 #

        Vinse molte gare… e fu pure campione d’Italia. Ricordo di averlo visto in maglia tricolore.
        Buona Serata.
        Quarc

      • massimolegnani 27 Maggio 2018 a 23:45 #

        quindi s’è ritagliato un suo spazio nonostante i due grandissimi, bene!
        buonanotte Quarc

  12. newwhitebear 27 Maggio 2018 a 20:12 #

    visto che passava vicino è giusto che tu ci sia andato vestito a festa

    • massimolegnani 27 Maggio 2018 a 23:42 #

      infatti, è il ragionamento che ho fatto anch’io, mi sembrava un peccato non esserci.
      ciao GianPaolo
      ml

  13. Ghiandaia blog 28 Maggio 2018 a 14:02 #

    Avrei voluto essere a bordo di quella strada come già ho fatto altre volte. 🚲😶

  14. yourcenar11 30 Maggio 2018 a 20:30 #

    Io che lo guardò in Tv, m’incanto a vedere i panorami dall’alto, il serpentone dei ciclisti che salgono e scendono guizzando a volte come anguille, la corsa solitaria di chi sta in testa e mentre pedala gira la testa per vedere se arrivano altri. Il Giro mi è entrato nel cuore quando ho toccato con mano la passione autentica di mio suocero e ora di mio marito nel seguire la corsa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: