un laghetto

18 Lug

c.calati

 

 

Dalla torre di Candia, rudere superbo quanto precario, guardo la forma allungata dell’acqua giù nella piana. Piccolo anfiteatro morenico definiscono i geologi questo angolo di Canavese racchiuso tra Serra  e arco di colline a sud. Qui è stato ovunque ghiaccio e ghiacciato era il lago la prima volta che lo vidi, come raccontasse il suo passato. Ora invece sfrigola di luce la superficie stretta contornata da canneti come una peluria pubica. Vorrei essere quel canottiere solitario che fende l’acqua, per un istante la separa, come lama di coltello nel burro, matita rettilinea al foglio, aratro nella terra, lingua sulla pelle.

38 Risposte a “un laghetto”

  1. lepastelbleu 18 luglio 2018 a 12:38 #

    i laghi…sogno sulla terra, respiro del mondo, specchio di silenzio. anche io vorrei essere quelle cose che vuoi tu

  2. pino (già remigio) 18 luglio 2018 a 13:05 #

    …e chi te lo impedisce!? Basta, per una volta, mettere da parte la bicicletta e prendere la canoa. 😉

    • massimolegnani 18 luglio 2018 a 13:50 #

      eheh, vero, ma non ci si improvvisa marinai, nemmeno d’acqua dolce 🙂
      ciao Remigio
      ml

  3. quarchedundepegi 18 luglio 2018 a 13:29 #

    Bello quello che hai scritto e… niente male la foto.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

  4. elettasenso 18 luglio 2018 a 14:04 #

    Magnifica foto e magnifico pezzo. Sarà che io amo la sintesi e qui ogni parola riluce
    🐟

    • massimolegnani 18 luglio 2018 a 14:42 #

      L’ho scattata in una giornata tersa di fine inverno, colori saturi inimmaginabili d’estate.
      Grazie Eletta per il bell’apprezzamento
      ml

      • elettasenso 18 luglio 2018 a 20:06 #

        Proprio così. D’inverno l’aria è cristallina. Buona serata

      • massimolegnani 19 luglio 2018 a 10:37 #

        grazie e buon giorno a te 🙂

      • elettasenso 19 luglio 2018 a 15:19 #

        Buona giornata cicloamatore 🚴

      • massimolegnani 19 luglio 2018 a 16:24 #

        eheh, grazie, oggi cicloamatore televisivo a godermi il tappone del tour 🙂

      • elettasenso 19 luglio 2018 a 18:46 #

        È bello godersi ciò che si desidera😉

      • massimolegnani 19 luglio 2018 a 21:34 #

        Sì:)

  5. Giuliana 18 luglio 2018 a 14:45 #

    Gabbiani, nell’acqua sono anatre? 😃

    • massimolegnani 18 luglio 2018 a 18:15 #

      Si’, anatre e devi vederle le poche volte che il lago e’ ghiacciato come schizzano via nella fase di atterraggio 🙂
      Ciao Giuliana, buona serata
      ml

      • Giuliana 18 luglio 2018 a 19:01 #

        Ahahahahah! Sarà uno spettacolo! Adoro le anatre, sulla Moldava guardando dal Ponte Karlov a Praga ce n’erano a migliaia, m’incantavo a guardarle. Qui da noi non se ne vedono molte, ma in campagna vicino casa mia ci sono le cicogne che nidificano sui pali della luce

      • massimolegnani 18 luglio 2018 a 19:03 #

        io le cicogne le ho trovate l’altro giorno nelle risaie, brutte e stupende 🙂

      • Giuliana 18 luglio 2018 a 20:56 #

        Ma sono bellissime! 🤤

      • massimolegnani 19 luglio 2018 a 10:38 #

        a loro modo sì 🙂

  6. flampur 19 luglio 2018 a 05:54 #

    “peluria pubica e lingua sulla pelle”.. ti conturbano abbastanza questi laghetti sognanti.. io, nel mio piccolo, mi accontento di laghi meno incesellati, tipo il Trasimeno, di origine piovana addirittura, profondo massimo quattro metri, una pozzanghera praticamente, o peggio il lago di Chiusi, ancora più minimo. Con una cosa in comune però, donano tutti una quiete silente che subbuglia l’anima.

    • massimolegnani 19 luglio 2018 a 10:41 #

      che vuoi, ogni tanto mi scappa la fantasia 🙂
      e sono d’accordo con te Candia, Chiusi e Trasimeno si assomigliano, nonostante l’origine differente, hanno la medesima placidità lacustre.
      ciao Franco
      ml

  7. Maria 19 luglio 2018 a 12:28 #

    Meraviglioso scatto 😍 e le tue parole poi! Metafore eccezionali 😀

  8. miaeuridice 19 luglio 2018 a 12:42 #

    Ma il lago di cui scrivi e quello in foto?

    • massimolegnani 19 luglio 2018 a 13:03 #

      è un suo vicino, il lago di Viverone, anch’esso morenico e forse più fotogenico 🙂
      buona giornata Euridice
      ml

  9. Neda 19 luglio 2018 a 15:15 #

    Bella descrizione, delicata, coinvolgente, intrigante.

  10. newwhitebear 19 luglio 2018 a 22:21 #

    ma non ghiaccia più?

  11. sguardiepercorsi 21 luglio 2018 a 11:15 #

    Il luogo è molto bello, e anche la tua foto lo è!
    Ciao, Massimo 🙂

    • massimolegnani 21 luglio 2018 a 12:28 #

      ti ringrazio, è una foto di cui vado orgoglioso
      ciao Chiara, buona giornata
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: