patine

16 Mar

by web

 

 

Amo lo strato opaco che si forma sui colori delle tele, il velo polveroso sulle cose, il nero che c’era sul duomo di Milano, la ruggine agli attrezzi abbandonati nel garage, anche la muffa amo sopra la marmellata nel barattolo dimenticato giù in cantina, amo tutto ciò che altri chiamano sporcizia e per me è patina del tempo, un velo di pietà per l’antico e il desueto, come l’ambra che incista un preistorico frammento, la cenere sui corpi di Pompei, la terra sopra Troia, i tarli al tavolo in cucina, le rughe attorno agli occhi che rendono sincero il mio sorriso.

81 Risposte a “patine”

  1. mocaiana 16 marzo 2019 a 19:39 #

    Concordo! Anzi, come archeologa, ti dirò che patina del tempo e rughe su volti e cose hanno un fascino unico

    • massimolegnani 16 marzo 2019 a 23:37 #

      mi piace questo collimare di opinioni tra convinzione personale e conclusione professionale.
      grazie Mocaiana
      ml

  2. mocaiana 16 marzo 2019 a 19:40 #

    E grazie di averlo scritto!

  3. Giuliana 16 marzo 2019 a 20:05 #

    Solo gli sciocchi non capiscono che le rughe sono la mappa della nostra vita disegnata sul volto.

  4. Sara Provasi 16 marzo 2019 a 20:08 #

    Wow, mi piace tantissimo questo pensiero! *-*

  5. lepastelbleu 16 marzo 2019 a 20:49 #

    Mon Dieu! quanto t’ assomiglio! il Tempo, la sua voce, i suoi colori, il suo rendere giustizia…sono una seguace del Wabi-sabi, la filosofia giapponese dell’imperfetto…tutto il mio lavoro è centrato su quello che dici e delle rughe che iniziano a spuntare non me ne importa nulla, si legge la traccia di milioni di sorrisi…

  6. pino 16 marzo 2019 a 21:38 #

    Condivido le tue parole: la bellezza di un oggetto (un comodino, una sedia, una cassapanca) deriva in gran parte dalla patina del tempo, che l’ha modellato e modificato. La patina parla del passato, delle mani che hanno toccato quel determinato oggetto, degli occhi che l’hanno guardato. Vale per gli oggetti, ma naturalmente vale anche per i luoghi. E vale soprattutto per le persone. Stendiamo pertanto un velo pietoso su chi ricorre alla chirurgia estetica per cancellare i segni del passato. Cosa c’è di più bello di un viso invecchiato, con la sua patina del tempo, come quello della foto….senza fare nomi 🙂

    • massimolegnani 16 marzo 2019 a 23:48 #

      quelle grinze attorno agli occhi aiutano davvero a comunicare il sorriso
      ..senza fare nomi 🙂
      grazie Pino per l’intensa condivisione
      ml

  7. elettasenso 16 marzo 2019 a 21:56 #

    C’è un bellissimo libro sulla polvere. Non ricordo, logicamente, chi è l’autore. Ma domani che sono meno pigra te lo cerco, o magari l’hai già letto e me lo ricordi tu.

    • massimolegnani 16 marzo 2019 a 23:49 #

      no non mi pare di aver letto libri sulla polvere
      me lo segnalerai tu 🙂
      buona notte Eletta cara
      ml

      • elettasenso 17 marzo 2019 a 19:25 #

        E Roberto Peregalli: I luoghi e la polvere. Libro davvero bello e in linea con quanto hai scritto. Buona serata caro amico

      • massimolegnani 17 marzo 2019 a 20:56 #

        ti ringrazio, me lo segno
        Ciao simpatica Eletta 🙂

      • elettasenso 18 marzo 2019 a 08:36 #

        😊 buon lunedì

      • massimolegnani 18 marzo 2019 a 11:44 #

        grazie, anche a te 🙂

      • elettasenso 18 marzo 2019 a 19:05 #

        🌷😘

      • massimolegnani 18 marzo 2019 a 20:54 #

        🙂

    • Walter Carrettoni 17 marzo 2019 a 19:24 #

      Ci sarebbe anche “Polvere” di Enrico Ruggeri…

      • massimolegnani 17 marzo 2019 a 20:54 #

        ..che però non conosco
        la ascolterò
        Ciao Walter
        ml

      • Walter Carrettoni 17 marzo 2019 a 21:15 #

        N… No… Non c… NON CONOSCO???
        😨😨😨

      • massimolegnani 17 marzo 2019 a 22:03 #

        eheh, ho lacune incredibili:)

      • elettasenso 18 marzo 2019 a 08:37 #

        Ah, ecco. Non lo sapevo ora me la sento

      • massimolegnani 18 marzo 2019 a 11:45 #

        ecco, allora eravamo in due, Walter che si stupiva!

      • elettasenso 18 marzo 2019 a 19:05 #

        🍀😀😀🌱 mettiamo un premio per chi indovina

      • massimolegnani 18 marzo 2019 a 20:54 #

        eheh, non sono ferrato.in canzoni e complessi

      • elettasenso 18 marzo 2019 a 21:04 #

        Nemmeno io

      • massimolegnani 19 marzo 2019 a 00:22 #

        se leggi il commento di Stefi siamo due che non sanno contro due che sanno 🙂

      • Stefi 18 marzo 2019 a 23:22 #

        Walter, ho pensato anch’io a Ruggeri! E adesso son qui che canticchio “….polvere…fra gli ingranaggi, fra i volti dei saggi…coi pochi vantaggi che la mia condizione mi dá.” 😊

      • massimolegnani 19 marzo 2019 a 00:23 #

        ecco, tu e Walter potreste cantarla a me e a Eletta che non la conosciamo 🙂

      • Walter Carrettoni 19 marzo 2019 a 00:32 #

        Se mi fate partire una base karaoke mi lancio… 😎

      • massimolegnani 19 marzo 2019 a 00:55 #

        ahah ti faccio accompagnare da un’intera orchestra 🙂

      • Walter Carrettoni 19 marzo 2019 a 00:31 #

        Non mi cercare
        Che non mi riconoscerai….

  8. tramedipensieri 16 marzo 2019 a 21:58 #

    Anche senza rughe il tuo sorriso sarebbe comunque sincero…

    • massimolegnani 16 marzo 2019 a 23:51 #

      oh! grazie .marta
      trovo però che quelle rughe aggiungano credibilità al sorriso
      ciao 🙂
      ml

  9. quarchedundepegi 17 marzo 2019 a 11:29 #

    Che goduria… Io ne ho tante di rughe.
    Un’ottima collezione.
    BUONGIORNO.
    Quarc

    • massimolegnani 17 marzo 2019 a 14:39 #

      …allora farai sorrisi splendidi!
      buongiorno a te, Quarc, e grazie
      ml

  10. franco battaglia 17 marzo 2019 a 14:34 #

    Così al volo pensavo che quando il tempo passato inizia a tracimare dai pensieri, dagli scaffali, dalla memoria.. diventiamo giocoforza vintage, cominciamo ad apprezzare rughe, riccioli di polvere, fotografie ingiallite, vhs che guai chi ce li toccava, audiocassette registrate con l’anima, scritti impensabili di una vita fa… e allora la cenere di Pompei la troviamo non solo affascinante, ma necessaria.
    Come una rivincita verso quel futuro che si restringe sempre più, una presa di coscienza che ci consente di elasticizzarlo il tempo, e di riviverlo. Un riciclare che fa molto bio.
    E anche molto bene.. 😉

    • massimolegnani 17 marzo 2019 a 14:43 #

      i tuoi commenti sono sempre ricchi di fascino.
      sì, è come dici, una rivincita verso il futuro che si restringe.
      evviva le rughe se ci aiutano a sorridere.
      un abbraccio, Franco
      ml

  11. ilmestieredileggereblog 17 marzo 2019 a 14:59 #

    essendo una collezionista di rughe, non posso che essere in sintonia con te… gli oggetti vecchi, vissuti, con le imperfezioni del tempo, poi, sono molto più affascinanti di ciò che luccica e puzza di nuovo….

    • massimolegnani 17 marzo 2019 a 18:36 #

      ..puzza di nuovo e sa di falso 🙂
      Felice che la pensiamo allo stesso modo
      Buona serata, Pina
      ml

  12. LaDama Bianca 17 marzo 2019 a 16:07 #

    Ammetto di non riuscire ad apprezzare in toto le patine di cui parli.
    C’è una canzone che dice:
    “Proprio come i monumenti abbandonati e soli in una piazza
    Polvere di vita che ha ricoperto tutta la bellezza”.
    Ecco, io sono di questo avviso. Quelle patine coprono la bellezza, non la creano. Almeno per quanto riescano a percepire i miei occhi.
    Buona domenica!

    • massimolegnani 17 marzo 2019 a 18:42 #

      Non conosco la canzone ma comprendo il suo messaggio
      Apprezzo la tua sincerità, per te la patina copre la bellezza, per me la custodisce, due sentire diversi entrambi rispettabili.
      Un sorriso e un grazie per il tuo intervento, Dama
      ml

  13. newwhitebear 17 marzo 2019 a 17:43 #

    le rughe dà un non so che di vissuto rispetto a chi a un volto liscio. La patina del tempo dice che uno ha vissuto

  14. Walter Carrettoni 17 marzo 2019 a 19:26 #

    Poi quando la polvere è formata dalla nostra pelle morta che si stacca (l’ho letto da qualche parte), fa ancora più romantico…

  15. cuoreruotante 17 marzo 2019 a 19:28 #

    anche le nebbia che nasconde tutto, il temporale che quieta i pensieri, la pizza fredda, l’ultimo in classifica… il bello lo si può trovare davvero ovunque 😊

    • massimolegnani 17 marzo 2019 a 21:02 #

      A parte la pizza fredda, il resto lo condivido, specie l’ultimo in classifica che ha sempre una storia di lotte e di sconfitte.
      Un sorriso, Cuore
      ml

      • cuoreruotante 17 marzo 2019 a 22:23 #

        Ho ripreso il tuo “gioco” sul contrasto che non sempre è un fatto negativo 🙂
        Buona serata Massimo:)

      • massimolegnani 17 marzo 2019 a 23:35 #

        sìsì, era solo la pizza fredda che mi lasciava perplesso
        buona notte a te 🙂

      • cuoreruotante 18 marzo 2019 a 01:02 #

        …c’è a chi piace 😉

      • massimolegnani 18 marzo 2019 a 01:08 #

        eheh ognuno ha i suoi gusti, io la preferisco fumante 🙂

      • cuoreruotante 18 marzo 2019 a 01:09 #

        Anche io 😊

      • massimolegnani 18 marzo 2019 a 01:31 #

        bene 🙂

    • Walter Carrettoni 17 marzo 2019 a 21:17 #

      La pizza fredda ha il suo perché…

  16. Donatella 17 marzo 2019 a 20:56 #

    Non amo i paioli di rame luccicanti dopo ore passate a grattarne via le piccole storie, non amo i marmi abbaglianti del Duomo rimesso a nuovo, i volti senza rughe e senza storia nonostante i tanti anni … fratelli complementari

  17. dimaco 18 marzo 2019 a 00:12 #

    Parlando di patine sui generis, vedo che io e te abbiamo una cosa in comune: l’avversione per i rasoi.
    Mi spiace per le donne (ma meglio dire è una loro fortuna), che non possono apprezzare la patina che la barba dei giorni che passano ci lascia sopra, e ci fa riflettere (riflettere?!?) su quello che è stato, o non è stato. E la barba intanto cresce.

    • massimolegnani 18 marzo 2019 a 01:04 #

      bellissima questa riflessione sulla barba, essa stessa patina che giorno dopo giorno si deposita sulle guance
      (e proprio oggi mi sono accorciato drasticamente la barba e raccogliendo la massa di peli dal lavandino pensavo che era simbolo di ciò che è stato in questo mese!)
      ho apprezzato il tuo condividere da una angolazione particolare, comune a entrambi
      grazie
      ml

  18. teti900 18 marzo 2019 a 10:36 #

    forse qualcuno l’ha detto (sono troppi i commenti per leggerli tutti), ma era l’occasione per mettere una foto di quando eri giovane… (c’erano le macchine fotografiche quando lo eri? ihihihi:)))

  19. Tati 18 marzo 2019 a 19:02 #

    Quelle patine sembrano un po’ una coperta. A modo loro preservano ciò che sta sotto

    • massimolegnani 18 marzo 2019 a 20:52 #

      La patina come la neve, copre per preservare
      Condivido in pieno le tue parole
      Un abbraccio, Tati
      ml

  20. fleurerose 19 marzo 2019 a 16:37 #

    … Il tempo che passa mi commuove

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: