controsensi

9 Lug

by c.calati

 

 

 

Mi capita spesso in bicicletta di infilare sensi vietati dalla legge e dal buonsenso. E, mentre dribblo pedoni giustamente incazzati, inveisco alla loro scarsa tolleranza.

Mi scandalizzo tutto l’anno al ronzio delle motoseghe che fanno scempio delle acacie su in collina, ma da ottobre mi commuovo per quella stessa legna che brucia nella stufa e mi scalda il cuore. Senza cogliere la contraddizione insostenibile.

Il controsenso di stramaledire i motociclisti che, mentre sto salendo con la solita fatica, mi scambiano rombando per un birillo da sfiorare, possibilmente senza abbattermi, , e poi tuffarmi in discesa come un folle schivando per un pelo, quando riesco, cani e cristiani (ho quasi decapitato una gallina, una volta, con la catena della bici, e, piume ovunque, ho pedalato più veloce per sfuggire al contadino).

L’assurdità di scrivere e pubblicare sempre nuovi brani, compulsivamente, e allo stesso tempo dispiacermi di seppellire in questo modo le poche cose buone sotto un mucchio di inutili parole.

Annunci

54 Risposte to “controsensi”

  1. Morgana✈💖🌎 9 luglio 2019 a 23:36 #

    La tua capacità di scrivere è notevole. Buona serata 😊

  2. franco battaglia 10 luglio 2019 a 05:47 #

    Un pensiero che ci accomuna: scrivere meravigliandoci, scrivere per meravigliarci, e mai solo per riempire spazio o tempo, e spesso accade che cose nate dalla spontaneità di un momento, poi mi piacciano più di altre ponderate, risistemate, rimuginate.
    Lo stato dell’arte a volte è un fruscio di idea irrequieta, colto al volo.

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 09:06 #

      condivido i tuoi pensieri e trovo particolarmente riuscita la frase finale a definire l’arte, il fruscio di un’idea inquieta!
      ciao Franco
      ml

  3. coulelavie 10 luglio 2019 a 06:57 #

    Dovresti trarre qualche conseguenza. 😉

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 09:08 #

      eh sì, e trarre le conclusioni non è mai cosa indolore 😦

      🙂
      ml

  4. teti900 10 luglio 2019 a 07:28 #

    magari ce ne fosse tanta di gente che potesse ‘vantare’ così pochi e miseri controsensi… a me sembra di andare in autostrada in contromano…

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 09:09 #

      ..ma questa è solo la punta di un iceberg che tengo ben nascosto 🙂
      ml

  5. Alessia di Piattoranocchio 10 luglio 2019 a 07:34 #

    La vita è piena di controsensi… 😉

  6. lepastelbleu 10 luglio 2019 a 08:06 #

    ti racconto una cosa poco conosciuta (da appassionata della Rivoluzione francese): il fiore che hai postato è un’ortensia (bella scoperta) al tempo della Rivoluzione dalle parti dei Savoia era diventata uno dei suoi simboli tanto che il regio governo le aveva vietate…chi metteva ortensie nel suo terreno era un silente sostenitore delle cause giacobine…

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 09:17 #

      dalle parti dei Savoia, cioè qui in Piemonte? pensare che adesso non c’è giardino che non ne abbia!
      grazie Greta dell’aneddoto, buona giornata 🙂
      ml

  7. Evaporata 10 luglio 2019 a 08:22 #

    Siamo le nostre contraddizioni…

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 09:18 #

      d’accordissimo, più dei pensieri e delle azioni rettilinee (ammesso che ne abbiamo) sono i nostri contorsionismi a caratterizzarci.
      ciao Eva..
      ml

  8. Ghiandaia blog 10 luglio 2019 a 08:57 #

    Controsenso è amare una persona che ti ignora.

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 09:20 #

      già, un controsenso da cui è difficile guarire
      buona giornata Lucia
      ml

  9. titti onweb 10 luglio 2019 a 09:44 #

    Sei bravissimo!!🙏🌙

  10. elettasenso 10 luglio 2019 a 15:55 #

    Non sono inutili parole: sono le tracce del tuo passare

  11. yourcenar11 10 luglio 2019 a 15:57 #

    Siamo immersi nelle (nostre) contraddizioni, solo che pochi ne sono consapevoli.
    E poi, le tue non sono inutili parole, i tuoi brani mi fanno compagnia in tante ore difficili.
    Al prossimo “racconto”, quindi!
    Cristina

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 17:49 #

      credo che riesaminare le proprie contraddizioni con un po’ di autoironia aiuti a non prendersi troppo sul serio e, se possibile, anche a correggersi un po’.
      grazie Cris, un sorriso
      ml

  12. newwhitebear 10 luglio 2019 a 16:23 #

    la tua scrittura è ironica e pungente come la fuga dal contadino

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 17:51 #

      eheh, me la ricordo ancora quella scena anche se sono passati anni, una doppia paura prima la gallina kamikaze poi il contadino inferocito 🙂
      ciao GianPaolo
      ml

      • newwhitebear 10 luglio 2019 a 21:16 #

        allora ti è andata bene… ma avresti potuto chiedere la gallina come risarcimento per lo spavento 😀

      • massimolegnani 11 luglio 2019 a 00:48 #

        eheh, non credo che il contadino (austriaco) sarebbe stato d’accordo 🙂

      • newwhitebear 11 luglio 2019 a 21:40 #

        i soliti crucchi!
        O.T. oggi il paperino a due ruote ha fatto la sua sparatina ma è andata male.

      • massimolegnani 11 luglio 2019 a 22:31 #

        quando è scattato con quella pedalata così potente mi sono detto questa Landa li mette nel sacco tutti, altro che paperino.
        e invece dopo un chilometro era scoppiato, povero Miguel/paperino 🙂

      • newwhitebear 11 luglio 2019 a 22:56 #

        è stato il mio stesso pensiero 😀
        Certo era una salita tosta

      • massimolegnani 11 luglio 2019 a 23:05 #

        terribile!

      • newwhitebear 12 luglio 2019 a 21:13 #

        ciao

      • massimolegnani 12 luglio 2019 a 22:32 #

        ciao

  13. Valeria Minciullo 10 luglio 2019 a 16:25 #

    Non mi stupisce affatto leggere i tuoi controsensi; piuttosto l’ultima frase. Sarà che vivo la scrittura in modo totalmente diverso. Forse hai dimenticato un altro controsenso (cioé che poi ti rileggi, o leggi i nostri commenti, e cambi idea :))

    Comunque, il controsenso che racchiude tutto è che sei giovanotto incosciente e nello stesso tempo vecchio brontolone 🙈

    • massimolegnani 10 luglio 2019 a 17:54 #

      il controsenso che aggiungi,il giovanotto incosciente e il vecchio brontolone, mi fotografa e mi soddisfa 🙂 🙂
      ciao Valeria, un sorriso
      ml

  14. Federico Santarelli 10 luglio 2019 a 19:11 #

    Il fatto che riveli contraddizioni in te è significativo che sei cosciente e coscienziosa abbastanza da rendertene conto ma non abbastanza da lavorare in tua coscienza per realizzare un compromesso in te meno sbilanciato, meno bipolare più armonioso con la Vita, la Natura, la Morte, buongiorno, buon lavoro! ❤ … ❤

    • massimolegnani 11 luglio 2019 a 00:47 #

      bè, un po’ ci lavoro sui miei controsensi, cerco di smussarli ma non troppo, che in fondo mi piaccio imperfetto e contraddittorio 🙂
      ciao e grazie del passaggio
      ml

  15. lamelasbacata 10 luglio 2019 a 23:01 #

    Sai prenderti in giro con arte e riesci a rendere interessante anche il racconto dei tuoi difetti. Sorrido e ti saluto con il consueto affetto.

    • massimolegnani 11 luglio 2019 a 00:51 #

      felice di averti fatto sorridere
      buonanotte cara amica
      un sorriso a te
      ml

  16. guglielmo 11 luglio 2019 a 09:54 #

    Purtroppo ho avuto anch’io una disavventura in bici: affiancato da due grossi cani abbaianti, sono finito a terra sulla ghiaietta con risultati immaginabili a ginocchia e braccia.

    • massimolegnani 11 luglio 2019 a 10:53 #

      i cani hanno una maledetta predilezione per i garretti dei ciclisti!
      Benvenuto Guglielmo 🙂
      ml

  17. Neda 11 luglio 2019 a 18:25 #

    Avrei voluto essere presente alle grida della gallina e alle invettive del contadino…dovevi raccoglierla la gallina mezza spennata e spiegare al contadino che la portavi all’ospedale, al pronto soccorso…(un buon brodo ti avrebbe rimesso in sesto)

    • massimolegnani 11 luglio 2019 a 22:27 #

      ahah un brodo di consolazione, ma non credo che il contadino si sarebbe lasciato convincere tanto facilmente ad affidarmi la gallina viva o morta che fosse 🙂
      buona notte Neda
      ml

  18. Erika 14 luglio 2019 a 22:44 #

    “L’assurdità di scrivere e pubblicare sempre nuovi brani, compulsivamente, e allo stesso tempo dispiacermi di seppellire in questo modo le poche cose buone sotto un mucchio di inutili parole.” Anche a me a volte capita di pensarci. 😉

  19. Anna Bernasconi Art 15 luglio 2019 a 08:54 #

    Chissà se ci siamo incrociati (o incroceremo) su e giù per qualche montagna e se ci siamo maletetti a vicenda he he he…

    Questa sulle contraddizioni è un’ottima riflessione, non so se molti si rendano conto che a seconda della situazione trasformiamo le nostre reazioni, eppure è verissimo e succede molto facilmente.

    Quando siamo “bravi” a rendercene conto speriamo d’essere anche bravi anche a far fruttare questa rivelazione e diventare più obiettivi e più corretti, con noi stessi e con gli altri… questo viene decisamente meno facile ma bisogna tentare e ritentare, altrimenti non serve a niente aver capito. 😉

    Saluti e buona settimana!

    • massimolegnani 15 luglio 2019 a 11:09 #

      trovo che l’autoironia aiuti ad avere consapevolezza dei propri difetti e magari ad attenuarli.
      buoni giorni a te 🙂
      ml

  20. cuoreruotante 15 luglio 2019 a 16:29 #

    Hai il mio rispetto perché sulla strada ti temo 😅

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: