dimore (ir)reali

19 Lug

c.calati

Salì i gradini che portavano all’ingresso della residenza sabauda di campagna, ma anziché entrare si spostò verso un finestrone laterale. Guardò oltre i vetri come dentro a un altro secolo.

Dapprima non vide altro che una stanza vuota, poi, sotto il lampadario di cristalli e candele, colse il fruscio di un abito che sfiorava il pavimento. Un volto femminile si accostò ai riquadri della grande porta-finestra come al confine del proprio mondo. Gli occhi chiari della giovane, color dell’acqua, sembravano fissare un punto lontano, forse inesistente, oltre i platani del parco. Camillo lesse nello sguardo la vertigine  di chi, piccola regina, damigella o umile servetta, s’affaccia al futuro e si pone domande sgomente. Avrebbe voluto darle risposte,  rassicurarla, andrà tutto bene, ma li separava il vetro, il tempo e anche un doppio ossimoro. Lui attuale e vecchio, lei, chiunque fosse, giovane e antica.

Annunci

30 Risposte to “dimore (ir)reali”

  1. lepastelbleu 19 luglio 2019 a 22:26 #

    che strano, l’hai chiamato Camillo, in una residenza sabauda…riflesso condizionato, speriamo neppure discendente di “quel” Camillo che con la bella damigella dagli occhi chiari si sarebbe sicuramente comportato male…un abbraccio carissimo ML

    • massimolegnani 19 luglio 2019 a 22:41 #

      è vero, a fare due più due verrebbe fuori Benso 🙂
      ma confesso che a Cavour non avevo proprio pensato
      Camillo è un nome che ogni tanto ricorre quando non voglio usare la prima persona sebbene racconti una suggestione che ho vissuto.
      un abbraccio Margot
      ml

  2. Francesca Fichera 19 luglio 2019 a 23:03 #

    è bello guardare dentro gli altri secoli attraverso un vetro.
    (bravo)

    • massimolegnani 19 luglio 2019 a 23:36 #

      sì, è un guardare pieno, non uno sbirciare dal buco della serratura 🙂
      (grazie)
      ml

  3. sibillla5 NADIA ALBERICI 20 luglio 2019 a 07:54 #

    molto bello anche il finale!

  4. franco battaglia 20 luglio 2019 a 08:36 #

    “Guardò oltre i vetri come dentro a un altro secolo” poteva bastare questo a stupire…e invece sei andato anche oltre… chapeau!

  5. Maria Di Lanno 20 luglio 2019 a 09:58 #

    L’ho vista! E… arrivata agli occhi color dell’acqua, ho visto le sue iridi e le sue pupille bianche, come fosse cieca… ed il suo sguardo perso nel vuoto, verso la luce della finestra. Devo dire che mi hai riportato alla mente l’immagine di una ragazza che stava in un libro “L’ombra del vento”, di Carlos Ruiz Zafón: lei era bellissima, mi sembrava vestisse di bianco e aveva le fattezze di un angelo… ed era cieca, sì.

    • massimolegnani 20 luglio 2019 a 21:58 #

      Gli occhi color dell’acqua sono forse un mio errore, perché pensava ad un azzurro limpido e quasi slavato ma mi rendo conto che l’acqua, incolore, fa pensare più alla cecità.
      Mi ha fatto piacere la tua lettura appassionata
      Ciao M.aria
      ml

      • Maria Di Lanno 20 luglio 2019 a 22:07 #

        E a me ha fatto comunque piacere che il tuo raccontare mi abbia fatto venire alla mente quella giovane! Anche se intendevi degli occhi dal colore azzurro chiaro.
        Buona serata, Massimo 🙂

      • massimolegnani 20 luglio 2019 a 22:08 #

        Un sorriso a te

      • Maria Di Lanno 20 luglio 2019 a 23:33 #

        Grazie! Ricambio 😁

      • massimolegnani 21 luglio 2019 a 21:41 #

        🙂

  6. Ghiandaia blog 20 luglio 2019 a 17:08 #

    Nella provincia di Cuneo, dove vivo, ci sono molte dimore reali: Valdieri, la dimora di caccia del Re, sede di antiche terme, Vinadio, Racconigi, Valcasotto… Anche a me piace visitarle guardando dalle inferriate.

    • massimolegnani 20 luglio 2019 a 22:02 #

      È vero attorno a Torino c’è un anello di residenze sabaude, una più bella dell’altra.
      Nella foto quella di Aglie’ che è dalle mie parti.
      Ciao Lucia 🙂
      ml

  7. newwhitebear 20 luglio 2019 a 18:14 #

    un piccolo squarcio in un mondo Incacato. Quello di Camillo e della giovane all’interno.
    Delicato e èiacevole da leggere

  8. rodixidor 20 luglio 2019 a 20:16 #

    Sanno regalare una intensa suggestione le tue poche parole.

  9. Neda 21 luglio 2019 a 15:38 #

    Ho pensato anche io a Cavour e alla principessa Clotilde figlia di Vittorio Emanuele secondo, forse perché lei non fu felice di andare in sposa al rude e debosciato Bonaparte.

    • massimolegnani 21 luglio 2019 a 21:46 #

      Ci può stare come interpretazione, anche se nella mia fantasia è un Camillo nostro contemporaneo è una giovane donna senza nome e senza ruolo preciso ma sicuramente di quell’epoca:)
      Buona sera Neda
      ml

  10. Patrizia Caffiero 22 luglio 2019 a 23:36 #

    due post più sobri del solito, come schizzi molto belli

    • massimolegnani 23 luglio 2019 a 17:47 #

      So ti e concisi, soprattutto quest’ultimo, che mi ero fatto tutta una fantasia ma poi setaccia setaccia è rimasto solo qualche accenno 🙂
      Ciao Patrizia
      ml

  11. Riccio 28 luglio 2019 a 11:36 #

    Sembra qualche fotogramma rubato a una pellicola ben più lunga.
    Un piccolo tuffo in un altro tempo e in un altro luogo.
    Delicato e intrigante come sempre.

    Ciao ml 🙂

    • massimolegnani 28 luglio 2019 a 12:38 #

      vero, è la pellicola della fantasia 🙂
      grazie Riccio delle belle parole
      ciao,
      ml

  12. Sabina_K 30 luglio 2019 a 12:57 #

    Occhi che colgono altri occhi e ne intuiscono la storia o le possibili storie.
    E’ proprio vero, a volte basta uno sguardo di un attimo per capire/intuire/sognare/fantasticare e un verbo vale l’altro, perché non c’è una verità certa in momenti così: ogni possibilità può essere vera nella sua poetica illusorietà .

    • massimolegnani 30 luglio 2019 a 19:30 #

      Hai ragione, un verbo vale l’altro per definire questa condizione di intesa.
      Grazie per la condivisione, Sabina
      ml

Rispondi a Neda Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: