maloja

10 Set

c.calati

 

 

Per molti di voi il titolo non evoca alcunchè, al massimo per i più fantasiosi è un’imprecazione malriuscita.  Anche l’immagine penso che non vi dica tanto, anonimi tornanti di una qualunque ascesa alpina.

Per me parola e foto erano diventati un’ossessione.

Il Maloja è il valico svizzero che attraverso la val Breganza sale in Engadina, un esteso altopiano tutto boschi, pascoli e laghetti, costellato da alte cime e da candidi ghiacciai.

Sognavo di compiere, in poche tappe, un anello virtuoso che comprendeva il lago di Como, l’ascesa del Maloja e del successivo passo del Bernina, da lì la discesa in Valtellina e attraverso questa il ritorno al lago. Il tratto più impegnativo era rappresentato dagli ultimi tre chilometri del Maloja dove la strada letteralmente s’impenna, arrivi lì e ti trovi davanti un muro  verticale incarognito.

Ho tentato più volte la piccola impresa ma ho sempre dovuto rinunciare, in qualche caso per manifesta inferiorità rispetto alle pendenze, in altri per il maltempo dopo aver superato l’ostacolo più duro (ricordo un risveglio in Engadina sotto la neve a inizio giugno).

Estate dopo estate il sogno stava mutando in un’irraggiungibile utopia.

Ormai sono entrato nell’età dell’ora o mai più, così quest’estate, dieci giorni fa, ho deciso di fare un ultimo tentativo. Fallito questo mi sarei messo l’anima in pace.

Bagaglio leggero e mente sgombra, un andare agile sul lago, raggiungo Chiavenna prima del previsto. Inizio promettente, forse è la volta buona.

Però il giorno seguente ai primi accenni di salita, ben prima del mitico muro, la pedalata si fa pesante come avessi sassi nel bagaglio, e pesante diventa il cielo grigio che mi schiaccia sull’asfalto, pesanti i pensieri, sensi di colpa e debiti di affetto. È un brutto salire, ho un corvo nero sulla spalla. Eppure è questo sconforto cupo che mi spinge, quasi cercassi nei pedali l’espiazione e l’insuccesso. Affronto gli ultimi tornanti con una rassegnazione che mi aiuta, non ho nulla da dimostrare, dove arrivo arrivo. E proprio con questo spirito arrivo fino a su. Oltre  quella curva so che cambierà lo scenario, come una quinta a teatro.

Sono in Engadina e magicamente è tornato il sole. I ciclisti che in salita mi avevano superato a frotte salutandomi in tante lingue diverse a cui avevo risposto grugnendo, ora sono seduti ai tavolini di un bar per una meritata birra. Come mi vedono applaudono alla mia barba bianca, tra ammirazione e presa per il culo. A me vanno bene entrambe, con la strada che spiana m’invade un senso di riconciliazione universale.

Ormai è fatta e il resto è solo cronaca già scritta. Cavalco l’altopiano costeggiando un lago dopo l’altro, con il vento che mi spinge fino alle pendici del Bernina. La salita al passo è più ostica del previsto, forse è la stanchezza o il vento che mi si è girato contro. Ma non importa, adesso so che comunque arriverò in cima al passo. E poi sarà tutta discesa fino a Tirano.

Annunci

30 Risposte to “maloja”

  1. sibillla5 NADIA ALBERICI 10 settembre 2019 a 15:38 #

    Ci sono stata! Ma d inverno e non in bicicletta.. Eravamo in un ostello e nevicava pazzamente.. Complimenti per il racconto e per la pedalata!

    • massimolegnani 10 settembre 2019 a 21:35 #

      estate o inverno l’Engadina ha sempre fascino.
      grazie Nadia
      ml

  2. quasi40anni 10 settembre 2019 a 18:20 #

    Ammiro tutti i ciclisti, ci vuole una forza d’animo enorme per pedalare in montagna

  3. Giuliana 10 settembre 2019 a 19:23 #

    Sei grande!

    • massimolegnani 10 settembre 2019 a 21:40 #

      avessi visto come arrancavo, più che grande avresti detto ostinato 🙂
      ciao Giuliana e grazie 🙂
      ml

      • Giuliana 10 settembre 2019 a 21:49 #

        L’ostinazione porta buoni frutti (se non diventa caparbietà) 😉

      • massimolegnani 10 settembre 2019 a 22:36 #

        eheh, sei sempre gentile 🙂

      • Giuliana 10 settembre 2019 a 22:43 #

        😊

      • massimolegnani 10 settembre 2019 a 22:47 #

        🙂

  4. pino 11 settembre 2019 a 09:45 #

    Ammiro la tua tenacia: io avrei rinunciato. Buone future pedalate… 🙂

    • massimolegnani 11 settembre 2019 a 21:04 #

      Ti confesso che sono di nuovo in pista, ma una cosa tranquilla, qualche giorno tra canali e laghi lombardi 🙂
      Grazie Pino
      ml

  5. quarchedundepegi 11 settembre 2019 a 13:26 #

    Hai scritto bene e mi complimento con te.
    Conosco quei posti… dapprima in macchina e poi col trenino.
    Sono posti bellissimi… alcuni immortalati dal pittore Segantini.
    Bravo… anzi bravissimo.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    P.S.: È Val Bregaglia, non Breganza.

    • massimolegnani 11 settembre 2019 a 21:10 #

      Ho visto da poco a Lugano la mostra su Segantini ed è vero, qui ho ritrovato tanti suoi paesaggi.
      Grazie Quarc
      ml
      PS Bregaglia!

  6. newwhitebear 11 settembre 2019 a 17:54 #

    il Malloja l’ho fatto molti anni fa, diciamo 47, macomodo in macchina. Era luglio ma c’era ancora neve ai bordi. Splendido paesaggio. Complimenti

  7. Riccio 11 settembre 2019 a 20:17 #

    Applaudo anch’io alla tua barba bianca e alla tua ostinazione. Con ammirazione, ovviamente!

    R.

    • massimolegnani 11 settembre 2019 a 21:15 #

      Anche fosse stato per una bonaria presa per i fondelli mi avrebbe fatto comunque piacere e ne avrei sorriso.
      Grazie Riccio
      ml

  8. elettasenso 12 settembre 2019 a 11:42 #

    Bravo: non mollare mai.

    • massimolegnani 12 settembre 2019 a 21:01 #

      Beh, qualche volta bisogna saper mollare, ma questa girava tutto bene 🙂
      Buona serata Eletta
      ml

  9. Harley 13 settembre 2019 a 16:25 #

    Che bella passeggiata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: