quasi autunno

17 Set

c.calati

 

 

Non ho paura dell’autunno e del declino delle cose. Anzi ho voglia che cadano le foglie a fare manto variopinto sulla terra, che appassisca la natura come uno specchio da cui imparare l’arte del tramonto, che arrivino le giornate corte e le ombre lunghe, ho voglia di equinozio e di letargo, di nebbia e di maglioni di lana, di ossa inumidite da asciugare sotto le coperte, di fumo dai comignoli e di fiato dalle bocche. Ho voglia di freddo da sfidare e di tutto ciò che scalda e lo contrasta, un tè,un plaid, un minestrone. Un sorriso vicendevole e raggomitolato.

Annunci

71 Risposte to “quasi autunno”

  1. Maria Antonietta 17 settembre 2019 a 08:30 #

    L’autunno in Sardegna è caldo,lungo e colorato.Grazie per i suoi splendidi pensieri

    • massimolegnani 17 settembre 2019 a 14:51 #

      grazie a te di essere passata di qua
      🙂
      ml

      • Maria Antonietta 18 settembre 2019 a 07:59 #

        Condivido emozioni e sentimenti che le tue parole traducono con lessico appropriato , semplice ed intenso (preziosità difficile da raggiungere),il mio sentire.
        P.S.
        Sono una tua fedelissima affezionata,da sempre!

      • massimolegnani 18 settembre 2019 a 08:02 #

        grazie per le intense parole di stima, ancora più preziose se è tanto che mi leggi.
        buona giornata, Maria Antonietta

  2. Non Solo Campagna - Il blog di Elena 17 settembre 2019 a 08:34 #

    Concordo. Mi piace l’autunno. Se ce la fa a venire.

  3. rodixidor 17 settembre 2019 a 09:17 #

    Stupenda la foto.

    • massimolegnani 17 settembre 2019 a 14:56 #

      mi fa piacere il tuo apprezzamento della foto 🙂
      ciao rodix
      ml

  4. ilmestieredileggereblog 17 settembre 2019 a 09:40 #

    Anch’io sono un’amante di questa stagione riflessiva e romantica. I colori caldi delle foglie e la legna nel camino, un tè caldo e un bel libro sprofondati in poltrona. Cosa c’è di più rassicurante? Bello godersi l’estate e poi lasciarsi rinfrancare dal fresco autunnale…

  5. sibillla5 NADIA ALBERICI 17 settembre 2019 a 10:13 #

    ohh si anch io! forse è naturale che desideriamo tutto questo dopo il caldo, facciamo parte della natura no? tu sempre bravo….

    • Ego 17 settembre 2019 a 14:36 #

      …avevi tutto questo e lo hai buttato via. Dove hai scattato questa foto è ancora così…🍁🍂

      • massimolegnani 17 settembre 2019 a 15:00 #

        sì, immagino le foglie sparse sotto quelle piante.
        ciao,
        ml

    • massimolegnani 17 settembre 2019 a 14:58 #

      ti ringrazio, Nadia
      🙂
      ml

  6. LaDama Bianca 17 settembre 2019 a 11:10 #

    Io invece temo molto l’autunno e ancor più l’inverno.
    Anche solo se ci penso mi viene malinconia.

    • massimolegnani 17 settembre 2019 a 14:59 #

      forse ho detto così per esorcizzare il timore del declino 🙂
      buona giornata, Dama
      ml

      • Donatella Calati 19 settembre 2019 a 11:03 #

        il declino meglio affrontarlo che esorcizzarlo

      • massimolegnani 19 settembre 2019 a 14:18 #

        eheh, abbiamo strategie diverse 🙂
        ciao Dona,
        io

  7. newwhitebear 17 settembre 2019 a 16:14 #

    l’autunno può essere caldo oppure umido e nebbioso. Tuttavia sono i colori che affascinano.

  8. Walter Carrettoni 17 settembre 2019 a 18:10 #

    Raffreddori, mal di gola, stufe da pulire e caricare, biancheria lavata che non asciuga, umidità, neve nelle scarpe e dietro il collo, auto che faticano a partire dopo una notte gelida, tubature dell’acqua che ghiacciano… Sì ok, poi c’è anche il the caldo davanti al camino… Ma preferisco la birretta in spiaggia…

    • Walter Carrettoni 17 settembre 2019 a 18:13 #

      Ah dimenticavo, le foglie in giardino le devo raccogliere. E ho una marea di alberi attorno a casa.
      Comunque bello l’autunno/inverno, eh…

      • massimolegnani 17 settembre 2019 a 22:01 #

        ahah, mi ricordi la vignetta di quel tizio che impugnando il rastrello aspetta l’ultima foglia che non si decide a cadere 🙂

      • Walter Carrettoni 17 settembre 2019 a 23:27 #

        Ahah
        In realtà io le foglie le lascerei volentieri a terra, tra l’altro mi dicono bisognerebbe fare così perché proteggono il terreno dalle gelate invernali e poi l’erba cresce meglio.

      • massimolegnani 18 settembre 2019 a 07:45 #

        dicono così quelli che non hanno voglia di raccoglierle 🙂

    • massimolegnani 17 settembre 2019 a 21:59 #

      ehh come sei catastrofico! che poi raffreddori e mal di gola vengono anche d’estate quando sei bello sudato col finestrino aperto o l’aria condizionata a palla!
      beviti le ultime birrette al sole 🙂
      ciao Walter
      ml

  9. lepastelbleu 17 settembre 2019 a 18:28 #

    bello!!! e condivido appieno! qui in Liguria c’è macaia e talvolta la tramontana che racconta l’autunno, la pioggia, la farinata calda mangiata per strada che ti brucia le mani e unge le dita, il vento che si infila dappertutto, gli ombrelli rovesciati e l’odore del mare quando tira aria da sud…

    • massimolegnani 17 settembre 2019 a 22:03 #

      che bella tua descrizione!
      la “macaia” è un vento?
      buona serata Margot 🙂
      ml
      (e grazie)

      • lepastelbleu 17 settembre 2019 a 22:37 #

        no, la “macaia” è un particolare stato climatico, il cielo è biancastro, poco vento tiepido, pioggerella, umido, odore di salmastro, sensazione appiccicosa, respiro corto, umidità nel respiro. Il suo contrario è quando tira tramontana e tutto è trasparente, freddo, cristallino, respiro lungo e ampio, ti porti dentro il cielo indaco e il sapore dell’entroterra, freddo buono, secco, onde alte e trasversali…buona notte carissimo ML

      • massimolegnani 17 settembre 2019 a 22:40 #

        grazie per la splendida spiegazione (si sente che ti scaturisce da dentro)

  10. teti900 18 settembre 2019 a 07:21 #

    le foglie non cadono. è la ‘scissione’ dall’albero con la pretesa di rendere viva una cosa morta e la macaia è quel senso di stufaggine soffocante che ne consegue…

    • massimolegnani 18 settembre 2019 a 07:48 #

      eheh, la foglia renziana e la sua scissione dalla quercia, ottima metafora
      ciao teti 🙂
      ml

  11. miaeuridice 18 settembre 2019 a 07:48 #

    Abbiamo voglie molto simili, a quanto pare.

  12. pino 18 settembre 2019 a 09:52 #

    Quando penso all’autunno, mi viene sempre in mente questa poesia di Vincenzo Cardarelli che il tuo animo poetico certamente conosce

    Autunno. Già lo sentimmo venire
    nel vento d’agosto,
    nelle piogge di settembre
    torrenziali e piangenti
    e un brivido percorse la terra
    che ora, nuda e triste,
    accoglie un sole smarrito.
    Ora che passa e declina,
    in quest’autunno che incede
    con lentezza indicibile,
    il miglior tempo della nostra vita
    e lungamente ci dice addio.

    • massimolegnani 18 settembre 2019 a 16:02 #

      sì, la ricordavo e forse il “declino” che ho messo qui proviene proprio da lì!
      grazie Pino
      ml

  13. Antonella Lallo 18 settembre 2019 a 12:39 #

    L’ha ripubblicato su Antonella Lallo.

  14. quarchedundepegi 18 settembre 2019 a 13:51 #

    Hai reso poeticamente il fatto che verrà il freddo.
    Io preferisco il caldo… o una bella Primavera… anche se ho un debole per i Paesi del Nord… dove fa freddo.
    Chissà!
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

  15. biondograno70 18 settembre 2019 a 13:54 #

    …mi verrebbe la giusta battuta…. ma non oso perchè potresti poi riderne…

    ti abbraccio forte….

    che non ne posso più di questi 30° umidi… l’umidità sta bene altrove…

    😉

    m.

  16. Neda 18 settembre 2019 a 14:28 #

    Ho sempre amato l’autunno, per i suoi colori, per gli odori e per la frutta che ci regalava.
    A ottobre iniziava la scuola e ed era una gioia per me: mi dava i libri, i quaderni e le matite colorate con cui disegnare e scrivere. Da grande, l’autunno era il ritorno a casa dopo otto mesi di lavoro lontano da casa, di lavoro intenso, senza alcun giorno di riposo, nemmeno se stavo male. Alla fine di ottobre rientravo ed erano i giorni del calore della famiglia, del fuoco scoppiettante nella stufa a legna, dei giorni da dedicare ai passatempi preferiti, alle chiacchiere con gli amici, ai libri e alla pittura, alle dormite e ai giochi col gatto, alle fette di pane scaldato sulla piastra, imburrato e con il miele e poi, l’attesa per le feste di fine anno con tutta la loro magia.

    • massimolegnani 18 settembre 2019 a 16:07 #

      mi piacciono tutti i tuoi motivi di amore per l’autunno 🙂
      grazie Neda per il bel commento
      ml

  17. mocaiana 18 settembre 2019 a 19:14 #

    Fai venire vogòia d’inverno…

    • massimolegnani 18 settembre 2019 a 20:48 #

      quanto meno questo mi aiuta a prepararmi all’inverno 🙂
      buona serata, Anna
      ml

  18. intempestivoviandante 18 settembre 2019 a 21:49 #

    Io amo un po’ tutte le stagioni (e speriamo valga anche per quelle della vita, per ora parrebbe…); certo, di lunghe sere autunnali e invernali e di letargo col plaid e il minestrone ne vedo poche in genere, ma di certo adesso si sente il bisogno di fresco, pioggia, profumo di caldarroste, minestroni ecc. Bella la descrizione della macaia e io da genovese sono affezionata un po’ anche a quella ma… anche basta!

    • massimolegnani 18 settembre 2019 a 22:45 #

      A voi liguri piace proprio questa macaia di cui non conoscevo l’esistenza 🙂
      ciao Alexandra
      ml

  19. Ghiandaia blog 19 settembre 2019 a 09:29 #

    La Valle Roya in autunno è bellissima, le rocce dai diversi colori, si coprono di foglie variopinte! 🍁🍂🍃

    • massimolegnani 19 settembre 2019 a 10:51 #

      me la immagino, già è bella di suo, poi in autunno deve essere uno splendore
      buona giornata, Lucia
      ml

  20. Speranza 21 settembre 2019 a 05:53 #

    Io invece non ho voglia di avere freddo e ripararmi da esso mi deprime, ma l’autunno ha certamente il suo fascino.

    • massimolegnani 21 settembre 2019 a 18:49 #

      L’autunno alterna giornate freddine ad altre ancora calde così finisce per accontentare tutti 🙂
      Ben arrivata qui 🙂
      ml

  21. elettasenso 21 settembre 2019 a 19:19 #

    Come ti capisco. Raggomitolata anch’io nel vecchio ma caldo maglione 🐈

  22. paginadiester 22 settembre 2019 a 20:18 #

    Il testo è perfetto, come poteva non esserlo? Come la corrispondenza fra stagione e declino delle cose, ma questa volta il mio sentire è proprio opposto. All’autunno riconosco solo il merito di far addormentare qualche zanzara (alcune continueranno a scorrazzare ancora per molto) e come sa usare la tavolozza dei colori, nient’altro! Un caro saluto.

    • massimolegnani 22 settembre 2019 a 22:24 #

      eh sì, la tavolozza dei colori la sa usare al meglio.
      ciao Ester, un sorriso
      ml

  23. Riccio 22 settembre 2019 a 20:19 #

    No, no e no! Io voglio solo estate e primavera 😛
    Dell’inverno accetto solo la cioccolata calda bevuta leggendo un libro sotto un plaid!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: