la Martesana

14 Ott

c.calati

 

Sarebbe un nome adatto a una ragazza di campagna che solitaria  si aggira per la città. Ma una ragazza tosta, per nulla intimidita dall’ombra dei palazzi e dallo sfoggio di eleganze che tanto dopo un giorno passano di moda.

No, lei non si lascia omologare dalla metropoli, lei va in giro con i calzettoni a righe, le treccine infiocchettate e la risata argentina con cui al mattino salutava le mucche prima della mungitura. Ora saluta così i suoi concittadini che vanno troppo in fretta. E se le sei simpatico la Martesana è capace di prenderti per mano e dirti vieni, ti porto a conoscere l’erba e gli alberi, più belli dell’asfalto e dei lampioni. E tu la segui fiducioso, abbandoni il traffico di via Melchiorre Gioia e inizi un viaggio nel tempo, cammini tra le case di inizio novecento che si specchiano nell’acqua e di fronte la bocciofila che ancora rotola la boccia fino al pallino tra un bicchiere di vino e un’imprecazione in milanese, attraversi parchi che ignoravi e che sono lì dall’ottocento, ti inoltri nella campagna identica a se stessa da secoli, sai il mais per la polenta e la nebbiolina per nascondersi, e arrivi stupefatto fino alla ruota di mulino progettata forse da Leonardo che cigolando ancora gira.

Sarebbe il nome adatto a una ragazza di campagna, invece è una via d’acqua che dal cuore di Milano ti porta fino all’Adda. Ma tu quest’acqua pensala ragazza e non ti sbaglierai di tanto.IMG_2588

IMG_2590

IMG_2587

44 Risposte to “la Martesana”

  1. elettasenso 14 ottobre 2019 a 11:23 #

    Bellissime queste vie d’acqua che ancora permangono ( belle fotografie ) buona giornata 🍁🍂🍃

    • massimolegnani 14 ottobre 2019 a 18:26 #

      sì, in una città come Milano che va di fretta, questi canali fanno entrare in un’altra dimensione, più lenta e raccolta.
      buona serata cara Eletta
      ml

  2. Non Solo Campagna - Il blog di Elena 14 ottobre 2019 a 11:42 #

    Bellissime foto!

  3. Valeria Minciullo 14 ottobre 2019 a 11:49 #

    Un giorno in un commento sul mio blog ti scrissi che avevo pedalato per 20 km sentendomi un po’ massimolegnani.
    Ero proprio lì.

    Ed ero proprio felice.

    Ciao Massimo! (ma hai visto che ha fatto la muzzo?)

    • massimolegnani 14 ottobre 2019 a 18:33 #

      doppiamente brava, Muzzo-valeria, per aver pedalato sulla Martesana (e magari abbiamo fatto un pezzo assieme senza saperlo) e per la sorpresa che ho appena letto da te. Un libro! brava e coraggiosa.
      🙂
      ml

  4. mikimoz 14 ottobre 2019 a 13:44 #

    La sento nominare SEMPRE da un blogger che ama correre.
    Finalmente ne vedo le meraviglie, sembra ancora un qualcosa di fermo nel tempo.

    Moz-

    • massimolegnani 14 ottobre 2019 a 18:35 #

      magari quel blogger corre proprio lì perchè insegue la Martesana/contadinella.
      ciao Miki 🙂
      ml

  5. quasi40anni 14 ottobre 2019 a 14:45 #

    Luoghi e parole incantati che sanno di storia

  6. tramedipensieri 14 ottobre 2019 a 15:07 #

    Affascinante il tuo modo di scrivere…ci si concentra sulla ragazza, sul modo di accomparti e poi … è una che le somiglia :)))

    • massimolegnani 14 ottobre 2019 a 18:38 #

      eheh, così ti ho incuriosita e accompagnata sulle sue sponde 🙂
      grazie .marta
      ml

  7. alemarcotti 14 ottobre 2019 a 15:10 #

    Pensa…son nata proprio lì 😊

  8. Ferruccio Gianola 14 ottobre 2019 a 15:49 #

    C’era una bocciofila, una volta, sulla Martesana: tra Turro e Gorla. Quando anche il viale Monza era poesia

    • massimolegnani 14 ottobre 2019 a 18:40 #

      la Martesana evoca proprio quell’epoca.
      ciao Ferruccio, benvenuto qui
      ml

  9. Sara Provasi 14 ottobre 2019 a 17:55 #

    Wow, e che belle anche le foto 😦🔝

  10. PuroNanoVergine 14 ottobre 2019 a 20:46 #

    Ti consiglio la Pasticceria Martesana (via Cagliero): fanno una Sacher notevole (i prezzi però sono alti ;-)).

    • massimolegnani 14 ottobre 2019 a 23:05 #

      quest’indirizzo me lo segno, la sacher è il mio dolce preferito.
      grazie della dritta e ben arrivato qui
      ml

  11. Blumalva 14 ottobre 2019 a 22:20 #

    Davvero un bel percorso che da un mondo conduce in un altro, confinanti eppure distanti..

  12. Domenico Aliperto 17 ottobre 2019 a 16:01 #

    la Martesana passa sotto casa mia: è il mio mare, la mia direzione, la mia pace.

    la parte più bella è oltre il punto in cui – credo – ti sei fermato tu, quando il naviglio incontra l’Adda. per un po’ scorrono insieme, paralleli, dopodiché, passata Canonica, si prosegue lungo il fiume e comincia il vero incanto

    • massimolegnani 17 ottobre 2019 a 17:54 #

      di fronte a Canonica, a Vaprio, mi sono fermato a dormire e dalla camera avevo una splendida vista sull’Adda e sulla Martesana che giusto lì ha inizio.
      ciao Domenico 🙂
      ml

      • Valeria Minciullo 17 ottobre 2019 a 18:09 #

        Massimo vorremmo offrirti una cena se ti ritrovi a passare da quelle parti. Offre Domenico!!

      • massimolegnani 17 ottobre 2019 a 18:41 #

        caspita, sarebbe fantastico.
        se ripasso dalle vostre parti vi avviso (ma Domenico lo sa che mi offre la cena??)

      • Valeria Minciullo 17 ottobre 2019 a 19:17 #

        Dalle parti solo di Domenico però, io son stata lì solo di passaggio. Ora siamo divorziati.
        Ma per te un salto lo faccio, da Bologna non è così distante.

        (sì, sì, si è proposto lui. È un ragazzo generoso, in tutti i sensi)

      • massimolegnani 17 ottobre 2019 a 20:16 #

        perfetto! Apprezzo la generosità e moralmente sarò suo ospite (ma nel concreto faremo alla romana, a me gratifica già l’intenzione)
        Allora combiniamo quanto prima 🙂

  13. Riccio 21 ottobre 2019 a 22:46 #

    A me ha fatto venire in mente una chiesa, ma forse è perché di recente ho visto la chiesa Martorana e ho sentito come un’assonanza!

    • massimolegnani 22 ottobre 2019 a 07:21 #

      beh, anche Martorana è un bel nome da ragazza di campagna 🙂
      buona giornata Riccio
      ml

  14. newwhitebear 25 ottobre 2019 a 17:41 #

    Ricordo la Martesana quando ho abitato a Milano. Parole che sembrano una sinfonia di suoni e di immagini.

    • massimolegnani 25 ottobre 2019 a 18:26 #

      la Martesana dà una dimensione più umana alla città, almeno questa è l’impressione che ha lasciato in me.
      grazie GianCarlo, buona serata
      ml

  15. Lucy the Wombat 26 ottobre 2019 a 10:20 #

    Abitavo lì vicino, l’ho riscoperta poco prima di andarmene quando avevo preso ad andare a correre in zona. Che bello vedere queste foto *_*
    Ciao Massimo! 🙂

    • massimolegnani 26 ottobre 2019 a 10:25 #

      a me emoziona che in tanti vi siate ritrovati in quelle immagini e in quei luoghi 🙂
      ciao Lucy, un abbraccio
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: