i commenti sono chiusi

27 Gen

c.calati

 

 

Ogni tot di tempo provo il bisogno di togliermi un sassolino internettiano dalla tastiera che, quando c’incappo, mi scortica le dita e un poco l’anima. E allora eccomi qua: ultimamente mi capita con sempre maggior frequenza di imbattermi in brani in cui non è permesso commentare. Ma perchèèè? Perché non vuoi sapere la mia opinione su quanto hai scritto?

Dato che sono un tipo permaloso, la prima cosa che penso è: tu ce l’hai con me, ti ho stufato con i miei interventi non sempre laudativi. E mi offendo e faccio di tutto per aggirare l’ostacolo, scorro compulsivamente l’intera tua produzione degli ultimi vent’anni fino a scovare un post “aperto” e lì mi attacco con la voracità di una sanguisuga, avvertendoti che le parole che seguono non si riferiscono al brano dell’aprile 2001 che nemmeno ho letto ma all’ultimo tuo articolo del gennaio 2020 dove i commenti sono chiusi. E mi dilungo in un intervento che collegato a un pezzo così vecchio probabilmente non arriverà mai alla tua attenzione: sono incazzato nero per la fatica che sto facendo per raggiungerti, volevo dirti che le tue parole mi sono molto piaciute. Mentre scrivo quelle note mi rendo conto del mio preoccupante bipolarismo tra la rabbia che mi monta e la lode che vorrei esprimere. Ma ormai è fatta.

Qualche volta l’autore già nel testo avverte cortesemente i lettori che per i più svariati motivi, nobili o meschini, i commenti sono chiusi. Allora mi si pone un problema etico non da poco: posso io parlare dopo che quello mi ha detto con tutta la gentilezza di cui è capace, ti prego non dire nemmeno una parola, magari mettendomi anche una simbolica mano sulla spalla o dandomi un metaforico buffetto  sulla guancia?

No, non posso. Non potrei. Ma poiché oltre che permaloso sono anche insistente, insisto: se c’è un indirizzo mail a disposizione gli (o le) scrivo privatamente solidarietà o disappunto (o entrambi per il mio cortocircuito mentale di cui sopra). Se non c’è ricorro a sistemi più complessi, rintraccio il dirimpettaio di pianerottolo di cui ricordo aveva parlato in un brano di due anni fa e affido a lui le mie note, sempre che nel frattempo uno dei due non abbia traslocato. Oppure mi sobbarco un viaggio di 100-200 chilometri in bicicletta alla ricerca forsennata della sua salumeria di fiducia, mitizzata in un altro vecchio articolo, e trovatolo compro tre etti di prosciutto di Parma, della bresaola di Chiavenna e un cotechino di non so dove, io che sono vegano, pur di conquistarmi la benevolenza del salumaio e consegnargli un foglietto buttato giù in fretta e furia con la preghiera di farlo avere al nostro comune conoscente la prima volta che entrasse in negozio.

Nonostante questi sforzi non sempre mi riesce di dire la mia, a volte il muro eretto dall’autore non offre appigli e allora mi prende lo sconforto. Penso che le parole sono importanti e, una volta che le hai formulate per esprimere la tua emozione, è difficile farle tornare indietro. sarebbe un vero spreco di pathos. Così, siccome del maiale non si butta via niente, apro un blog a casaccio e, a prescindere dal contenuto del post che ho davanti agli occhi, riverso lì il commento destinato all’altro blog, senza modificare nemmeno una virgola.

Ma non sempre va tutto liscio. L’altro giorno a una sconosciuta che raccontava il dramma del gatto di sua zia andato incontro a una morte orrenda ho scritto, in una giornata cupa mi hai fatto spanciare dalle risate, grazie di cuore.

P.S. i commenti sono aperti!

78 Risposte a “i commenti sono chiusi”

  1. teti900 27 gennaio 2020 a 12:59 #

    equesto post fa il paio con quello dove ti lamentavi per

    • teti900 27 gennaio 2020 a 13:01 #

      (è partito l’invio)… dicevo, quel post dove ti lamentavi di quelli che li hanno aperti ma non rispondono… che per me è peggio ancora.

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 14:40 #

        ah, ecco
        sì ricordi bene e hai ragione, quello è peggio!
        ciao Teti
        ml

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 14:37 #

      ..mi lamentavo per? suspance!
      🙂

  2. laura 27 gennaio 2020 a 13:01 #

    A me succede che, nonostante nelle impostazioni siano abilitati, poi nella pratica non è così. Per cui ogni volta dovrei, manualmente, risistemare tutto, e poi pubblicare.

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 14:38 #

      sì credo che a volte sia wordpress a metterci lo zampino “disfunzionale” 🙂
      ciao Laura
      ml

  3. LaDama Bianca 27 gennaio 2020 a 13:15 #

    Io credo che ciascuno abbia il diritto di chiedere un “silenzio stampa”, quando lo ritiene opportuno. E che commentare a tutti i costi sia poco rispettoso.

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 14:42 #

      indubbiamente hai ragione, ma, al di là delle iperboli che ho usato qui, a me spiace non poter dire niente dopo che quello che ho letto mi ha mosso qualcosa dentro.
      buona giornata Dama
      ml

  4. Sara Provasi 27 gennaio 2020 a 13:21 #

    Ahah xD Ma se non sbaglio non si possono chiudere i commenti solo a singole persone, no? O a tutti o a nessuno… a differenza che su FB!
    Io li chiudo solo nei trailer delle storie di Barbie per lasciare il pathos e per rimandare le conversazioni a storia pubblicata 😀

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 14:44 #

      eheh no, non si può chiudere i commenti ad personam 🙂
      ciao Sara
      ml

      • Sara Provasi 27 gennaio 2020 a 15:12 #

        infatti! ciao! 🙂

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 17:57 #

        🙂

      • coulelavie 27 gennaio 2020 a 16:27 #


        si può bloccare un intero blog, se non erro, con me una volta l’hanno fatto. 😀 😛
        per il resto, m.l., mi preoccupa un po’ il tuo modo di prendere queste cose. ce devi sta!…
        e se ti lascia una donna allora che fai? dai di matto? 😉

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:21 #

        ahah, dai, il brano era tutto giocato sull’ironia e sull’esagerazione.
        mica davvero ho fatto le cose che ho detto 🙂
        ciao 🙂
        ml

      • coulelavie 28 gennaio 2020 a 10:12 #

        cmq molto meglio quelli che chiudono i commenti di quelli che li lasciano aperti ma poi ti ignorano qualsiasi cosa tu dica. e allora ti chiedi: ma perché non li hai disabitati se tanto non intendevi rispondere?! 😀

      • massimolegnani 28 gennaio 2020 a 11:19 #

        su questo sono pienamente d’accordo 🙂

  5. lucilontane 27 gennaio 2020 a 13:34 #

    Tu sei una persona estremamente gentile, educata e sincera. Condivido con te quanto scrivi qui sopra. Ma questo mondo senza volti è anche pericoloso, a volte. Mi capitò anni fa di scappare da un precedente blog per via della persecuzione di una persona (era arrivata anche a cercarmi dove vivo, a minacciarmi e a straparlare su di me nei commenti altrui). Per questo credo che magari qualcuno abbia le porte chiuse, e la semplice voglia di scrivere cose affidandole al vento di internet. Ciao caro ml.

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 14:48 #

      quelle sono esperienze davvero brutte che rovinano il mondo virtuale. a me fortunatamente non è mai capitato
      un abbraccio, Luci, felice di averti ritrovata qui 🙂
      ml

      • lucilontane 28 gennaio 2020 a 19:21 #

        Ci sono sempre, anche se non mi manifesto. 😊 è un periodo di riservatezza e approfondimento. Abbraccio ricambiato

      • massimolegnani 28 gennaio 2020 a 22:34 #

        🙂

  6. Evaporata 27 gennaio 2020 a 14:17 #

    Io ne vedo raramente nei blog che seguo e, di solito, non permettono commenti nei post dove trattano argomenti strettamente privati oppure di semplice condivisione di musica o altre cose che necessitano di commenti.
    Nel mio blog lascio aperte tutte le porte poiché ritengo sia fondamentale dare la possibilità di esprimersi dopo avermi letto.
    Naturalmente se capita di vedere commenti indecenti o meramente spammanti li elimino.

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 14:52 #

      sì, chi lo fa avrà i suoi buoni motivi.
      Come te nemmeno io l’ho mai fatto, semmai se è un fatto troppo privato me lo tengo per me e non lo rendo pubblico.
      ciao Eva…
      ml

  7. Daniela 27 gennaio 2020 a 15:10 #

    mi è capitato di chiudere i commenti a qualche post e magari capiterà ancora. Il motivo? perchè se scrivo qualcosa di strettamente personale e triste non mi andrebbe di leggere e rispondere a un ciao com’è lì il tempo oggi? e cose di questo tipo…dipende dal post e dall’umore la scelta di lasciare un testo senza commenti.

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 17:52 #

      io preferisco rischiare i commenti inappropriati e devo dire che mi è capitato una sola volta di ricevere,sotto un post serio, direi drammatico, un commento stonato, assolutamente fuori luogo.
      buona giornata, Daniela
      ml

      • Daniela 27 gennaio 2020 a 18:07 #

        fortunatamente si hanno modi, umori e caratteri diversi. tutti quanti rispettabili nelle loro motivazioni, condivisibili o no.
        felice serata Massimo

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:35 #

        grazie, anche a te buone ore 🙂

  8. Giuliana 27 gennaio 2020 a 15:12 #

    Hai ragione, non è accettabile. È un po’ come dire: così dico, nessuno mi deve contrariare e di quello che pensate non me ne frega assolutamente nulla!

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 17:57 #

      sì, infatti, a volte l’impressione che se ne riceve è quella che dici tu. Altre, rare, volte, è comprensibile e giustificabile la decisione dell’autore per una sorta di rispetto per quanto si è comunicato (penso per esempio all’ultimo post de La mela sbacata). Ma sono appunto casi eccezionali.
      ciao, Giuliana
      ml

      • Giuliana 27 gennaio 2020 a 19:28 #

        Certo, ci sono i casi particolari, una comunicazione per esempio, oppure se è un blog di informazione, oppure un post particolare molto intimo che si vuole condividere ma non commentare.

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 19:44 #

        sì, questo intendevo. 🙂

  9. Morgana Dragonfly 💜 27 gennaio 2020 a 15:24 #

    Io non credo che sia così grave chiudere i commenti.. sinceramente lo faccio anche io a volte. Penso che si possa aver la voglia di scrivere senza dover per forza aprire conversazioni. Il bello del blog è anche esprimere, sapendo che chi ha la voglia potrà leggerti, senza commentare. Per farti un esempio, mi è successo con la poesia dedicata a mamma.. che non è più in vita. Poi sono anche d’accordo con te che certe cose personali debbano rimanere tali.

    • Morgana Dragonfly 💜 27 gennaio 2020 a 16:45 #

      Oggi ho lasciato l’italiano a casa insieme al buonumóre… comunque ho riletto il tuo post e devo dire che l’ho trovato anche divertente… almeno per come hai esposto il concetto 😉 resto lo stesso della mia opinione. Se leggo un buon libro o un giornale non commento. La cosa grave è un altra.. inizio a notare che anche i blog stanno diventando peggio di Facebook e questo lo trovo tremendo. Almeno per me che sono una giovane, vecchia dentro.

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:25 #

        dell’italiano lasciato a casa non mi sono accorto 🙂
        contento di averti strappato un sorriso 🙂

      • Morgana Dragonfly 💜 27 gennaio 2020 a 18:28 #

        Ho scritto con i piedi il primo commento… certo che sì, ho capito il senso del tuo post.. dopo, come spesso faccio. Prima parto in quarta perché come ti ho scritto, tempo fa ho avuto due brutte esperienze e qualche volta chiudo i commenti. Per il resto, sappi che di qualcuno mi fido… anche qui sul blog❣️

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:37 #

        un sorriso

      • Morgana Dragonfly 💜 27 gennaio 2020 a 18:47 #

        🙂

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 19:38 #

        🙂

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:02 #

      credo che spesso sia una mancanza di fiducia nella sensibilità dei propri lettori che solitamente sanno “sintonizzarsi” con quanto leggono.
      buona giornata, Morgana
      ml

      • Morgana Dragonfly 💜 27 gennaio 2020 a 18:13 #

        Forse si tratta anche di questo… direi che è giusto non avere troppa fiducia. Non conosciamo le persone accanto a noi, figuriamoci sul blog… ho avuto due esperienze raccapriccianti qui sul web e mi sono bastate. Ci sono anime sensibili ma sono poche.

      • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:36 #

        forse non mi sono ancora scottato con esperienze negative, così continuo a essere fiducioso 🙂

  10. vittynablog 27 gennaio 2020 a 15:54 #

    Anch’io non capisco chi tiene i commenti chiusi. Se uno vuol fare un monologo, tanto vale che scriva un diario personale privato. Nel blog è bello mettersi a confronto con idee ed esperienze. E’ un po’ come una seduta psicologica. Ci si apre, qualcuno ci da’ dei consigli e alla fine ci sentiamo meglio.

    Ovviamente rispetto chi non vuole commenti, però mi evito di perdere del tempo seguendoli.

    Lasciando il commento a quella signora che ha avuto problemi col gatto, potrei benissimo usare le tue parole ” in una giornata cupa mi hai fatto spanciare dalle risate, grazie di cuore. ” per dirti quanto mi hai fatto ridere in questa giornata davvero cupa qua in Toscana. Ciao Massimo , è davvero un piacere leggerti 😉

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:06 #

      felice di averti dato un po’ di allegria 🙂
      in effetti ho calcato tinte e parole nel post proprio per suscitare qualche risa non prendendoci troppo sul serio 🙂
      ciao Vittyna
      ml

  11. PindaricaMente 27 gennaio 2020 a 16:12 #

    I miei commenti sono aperti, ma da poco ho dovuto aggiungere la moderazione.
    Praticamente da quando ho scoperto che persone con cui non andrei mai a prendere nemmeno un caffè, si sono creati una mail e un nick falsi solo per poter interagire con me nel blog (schizofrenia acuta!).
    Il blog è un po’ casa mia, quindi chi entra senza permesso viene gentilmente accompagnato alla porta.
    Chiudere del tutto i commenti mi sembra esagerato, piuttosto allora scrivo le mie cose in una Moleskine, ma credo davvero che dietro certe scelte ci siano delle motivazioni più o meno valide. 🤷‍♀️

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:17 #

      a leggere quello che è capitato a te e ad altri penso di essere molto fortunato a non aver incontrato sul mio blog personaggi sgradevoli o malati. O forse non mi accorgo di quel che mi succede intorno 🙂
      un caro saluto, Pindara
      ml

  12. digito ergo sum 27 gennaio 2020 a 17:43 #

    i commenti da me sono aperti (eccezione fatta per due post) perché il mio blog è casa di chi ci passa e perché ciò che scrivono gli altri qualifica loro, non me.

    i blog sono mondi altrui. ci si entra con delicatezza, ci si scambia qualcosa, ma sempre con buone maniere.

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:30 #

      la penso come te,
      un commento maleducato o fuori luogo qualifica chi l’ha scritto, non me
      ciao Germano e grazie del passaggio
      ml

  13. Gisella 27 gennaio 2020 a 18:22 #

    Non chiuderei mai i commenti. Anzi, ho fatto in modo che chiunque possa commentare senza nemmeno inserire i suoi dati o registrarsi. Il commento è un plus, non una scocciatura…

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 18:39 #

      sono d’accordo con te, un commento non può essere una scocciatura, nè a scriverlo nè a riceverlo.
      Benvenuta 🙂
      ml

  14. quasi40anni 27 gennaio 2020 a 19:19 #

    Anche io trovo bella l’opzione dei messaggi, alla fine un lettore ti regala minuti del suo tempo per leggere i tuoi pensieri, è una cortesia reciproca scambiarsi un parere o impressione

    • massimolegnani 27 gennaio 2020 a 19:43 #

      sì infatti, sono momenti di sintonia, o di dissenso, tra chi ha scritto e chi ha letto.
      buona serata, “quasi” 🙂
      ml

  15. lepastelbleu 27 gennaio 2020 a 23:57 #

    senza commenti si scrive per esibizionismo? chissà! io vorrei i commenti senza postare nulla! potrebbe essere un’idea, no? ah, il maiale lascialo scorrazzare intero, vivo e felice… Vegan-sans-dire..

    • massimolegnani 28 gennaio 2020 a 10:04 #

      eheh, sarebbe comodo ricevere i commenti senza dover scrivere o dipingere 🙂
      quanto al vegano è solo una finzione “letteraria”, il maiale, mi spiace per lui, mi piace nel piatto 🙂
      buona giornata, Greta
      ml

  16. titti onweb 28 gennaio 2020 a 00:14 #

    Ciao Massimo! Mi piace sempre questa tua ironia che fa da sfondo ai tuoi ragionamenti sempre sottili!👏👏👏👏👏👏👏💫💋

  17. elettasenso 28 gennaio 2020 a 20:35 #

    Sempre aperti. Perché qui scriviamo per comunicare non per monologare ( non esiste, ma mi piace ). Adoro i commenti. Farli e riceverli. Ciao 💓

    • massimolegnani 28 gennaio 2020 a 22:37 #

      è come dici, il confronto con chi legge è parte della scrittura
      buona serata, Eletta 🙂
      ml

      • elettasenso 29 gennaio 2020 a 09:25 #

        Buongiorno caro 🙂

      • massimolegnani 29 gennaio 2020 a 12:39 #

        buongiorno a te, cara Eletta 🙂

  18. paginadiester 29 gennaio 2020 a 03:47 #

    “… se è un fatto troppo privato me lo tengo per me e non lo rendo pubblico.” questo è ragionare. Caro amico, il mondo è bello perché vario, dicono… però la penso come te. Purtroppo non ho un blog e il sito da me ideato anni fa si appoggiava a Scrivi.com e non saprei come modificarlo. Ormai sono diventata una lettrice e tanto mi basta.

    • massimolegnani 29 gennaio 2020 a 12:45 #

      che tu sia “lettrice e basta”, cara Ester, aggiunge ogni volta un pizzico di autorevolezza in più ai tuoi interventi, già di per se stessi interessanti.
      un sorriso di buona giornata
      ml

  19. Pendolante 29 gennaio 2020 a 18:26 #

    Detesto anch’io i post a commento chiuso. Alcuni li tengono aperti per un giorno come se ti volessero dire “o mi commenti subito o mai più”, altri misteriosamente si riaprono dopo un po’ (mi è capitato di voler insistere e riuscirci) e allora è una sfida ad un gioco di fortuna: “se mi trovi aperto, commenta!” Capisco che su certi argomenti c’è chi non voglia avere interferenza alcuna, ma solo sfogarsi scrivendo, però sono casi rari, i più, secondo me, fammelo di re, se la tirano un po’

    • massimolegnani 29 gennaio 2020 a 20:43 #

      sì, alcuni se la tirano un po’ (sono i cugini di quelli che i commenti li lasciano aperti ma per principio non rispondono)
      altri invece fanno casino con i comandi, chiudono senza saperlo (oggi su un blog c’era l’invito a lasciare un commento e contemporaneamente l’impossibilità a lasciarlo!)
      ciao Katia
      🙂
      ml

      • Pendolante 4 febbraio 2020 a 23:08 #

        Succede anche questo, si. Buona serata Massimo

      • massimolegnani 5 febbraio 2020 a 00:26 #

        a te
        🙂

  20. newwhitebear 29 gennaio 2020 a 18:31 #

    se apro un blog i commenti li lascio aperti. Mi piace sapere cosa pensano di me gli altri. Pensano male – detto con garbo e sena insulti -? Ebbene mi offre lo spunto di riflettere su quello che scrivo, si di me. Sevo ricavare da un giudizio negativo qualcosa di positivo per migliorarmi. Mi loda? Diffido dalle lodi sperticate ma replico con garbo ringraziando.
    Posso capire i commenti moderati. Qualche volta hanno ragione per evitare gli hater, i cretini che sembrano nascere come funghi dopo la pioggia.
    Però commenti chiusi, proprio no. Mi irrita.
    La tua è un’ottima riflessione

  21. quarchedundepegi 2 febbraio 2020 a 14:40 #

    È da novembre che non leggo praticamente nulla di ciò che mi arriva. La ragione principale la scrissi… ho iniziato a continuare a scrivere un libro impegnativo… che non so se porterò a termine. Ho letto però tutto questo tuo articolo; non ho letto i commenti. Ti posso dire che sono d’accordo con te… non mi arrabbio come forse hai fatto tu, però penso che non permettere di commentare rasenti semplicemente la maleducazione… oggi imperante assieme alla mancanza di rispetto.
    Ti auguro una buona Domenica pomeriggio.
    Quarc

    • massimolegnani 2 febbraio 2020 a 18:15 #

      a dir la verità nemmeno io mi arrabbio tanto come ho fatto credere nel post, però sicuramente mi dispiaccio.
      ciao Quarc, auguri per la stesura del tuo libro
      ml

  22. Alessia di Piattoranocchio 3 febbraio 2020 a 17:54 #

    I miei commenti sono sempre aperti!!! Ti aspetto da tanto!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: