la buca delle letture

31 Mar

c.calati

 

 

Non ci fossero i libri sarebbe un disastro, soprattutto in questo periodo in cui sono precluse altre attività. Il problema è che le biblioteche e le librerie sono chiuse e che comunque, non essendo i libri un bene essenziale (personalmente non sono d’accordo), non potremmo raggiungerle. Le scorte casalinghe si assottigliano, le ri-letture non sempre soddisfano perché c’è voglia di novità e almeno a me gli e-reader non interessano, ho desiderio di carta frusciante.

E allora come fare?

Bè, noi, fratelli, sorelle e qualche amico, abbiamo preso l’abitudine di scambiarci libri, senza un contatto diretto: ogni volta che uno di noi esce per la spesa o per altre esigenze consentite prende con sé alcuni suoi libri e, allungando di poco il tragitto, li infila nella buca delle lettere degli altri del gruppo.

La cassetta della posta, che ormai si era ridotta a un ricettacolo di cartacce, è assurta a una nuova nobiltà, quasi un pozzo delle meraviglie, una vera buca delle letture.

 

66 Risposte a “la buca delle letture”

  1. attornoallago 31 marzo 2020 a 00:17 #

    Fantastico!
    E nella cassetta per il pane… letture quotidiane😉
    Buona serata

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 09:37 #

      eheh..e nella cesta dei frutti i libri tutti 🙂
      buona giornata
      ml

  2. Manuela 31 marzo 2020 a 00:30 #

    Fantastico, bellissima idea

  3. Giuliana 31 marzo 2020 a 07:36 #

    Ma è bellissimo!

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 09:38 #

      è stata un’idea simpatica 🙂
      ciao Giuliana
      ml

      • Giuliana 31 marzo 2020 a 14:27 #

        Grandiosa direi 😀

      • massimolegnani 31 marzo 2020 a 16:15 #

        è stata una bella idea 🙂
        ciao Giuliana
        ml

  4. EmoticonBlu 31 marzo 2020 a 07:54 #

    Ma che bell’idea! 😊

  5. miaeuridice 31 marzo 2020 a 08:04 #

    Uh! Rosetta Loy…
    Ho letto quel libro.

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 09:40 #

      io l’ho appena iniziato, sembra promettente. Di lei non avevo ancora letto nulla.
      buongiorno Euridice
      ml

      • miaeuridice 1 aprile 2020 a 07:55 #

        E’ una scrittrice interessante.
        Io ho letto diversi suoi libri.

      • massimolegnani 1 aprile 2020 a 11:06 #

        la cinquantina di pagine lette finora non mi ha deluso. E’ una scrittura particolare,pochi verbi e tanti sostantivi, ogni parola una pennellata.

  6. cazzeggiodatiffany 31 marzo 2020 a 08:56 #

    Un’iniziativa da copiare! È proprio vero che un modo si trova sempre 😊

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 09:42 #

      com’è che si dice? la necessità aguzza l’ingegno 🙂
      ciao Tiffany
      ml

  7. lepastelbleu 31 marzo 2020 a 09:11 #

    che idea sublime! io sto riprendendo letture difficili che mi porto dietro da anni come un dovere da compiere e sto scoprendo che toccano corde profonde e pure mi diverto! poi finisco la giornata tra le braccia di uno dei miei migliori amici che mi scaldano il cuore e mi rassicurano..il commissario Maigret

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 09:44 #

      anche per me Simenon è una garanzia di lettura piacevole
      buona giornata Margot
      ml

  8. coulelavie 31 marzo 2020 a 09:49 #

    Geniale! Ma bisogna avere un minimo di vita sociale… 😉

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 12:42 #

      sì, un minimo di vita sociale bisogna conservarlo. E se non lo si aveva prima bisogna crearselo adesso.
      ciao 🙂
      ml

  9. Apparentemente 31 marzo 2020 a 11:11 #

    Già, come possono decidere per noi cosa è primario. Significa non comprendere davvero cosa è un uomo.

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 12:50 #

      mi rimetto alle loro decisioni, perchè è il momento di ubbidire, ma non condivido alcuni criteri di essenzialità adottati (librerie chiuse e ferramenta aperte?!)
      ciao Rachele
      ml

      • Apparentemente 31 marzo 2020 a 13:26 #

        Io invece sono una disubbidiente. E comunque lo sei anche tu in qualche modo,perché hai trovato il modo,uscendo dagli schemi.

      • massimolegnani 31 marzo 2020 a 14:02 #

        eheh, hai ragione, non sono un tipo rigoroso 🙂

      • Apparentemente 31 marzo 2020 a 14:04 #

        Ma meno male!

      • massimolegnani 31 marzo 2020 a 16:15 #

        🙂

  10. Walter Carrettoni 31 marzo 2020 a 11:49 #

    Bellissimo.

  11. Pino 31 marzo 2020 a 15:32 #

    Apprezzabile e condivisibile questa idea di scambiarsi i libri attraverso la cassetta delle lettere. Però – caro Carlo – consentimi di spendere qualche parola in favore della “rilettura” di cui sono un acceso sostenitore. Rileggere un libro è come riascoltare una canzone che amiamo; è come rivedere un dipinto importante; è come fare il bis di un piatto gustoso. Io ogni volta che rileggo un libro – e lo faccio molto spesso – in esso ritrovo sempre qualche cosa che mi era sfuggita la prima volta; è poi, diciamocelo, un libro letto a vent’anni non è lo stesso a sessant’anni. E tu lo sai! Possiamo leggere migliaia di libri, ma alla fine quelli che veramente amiamo ed a cui ci rivolgiamo ogni qual volta abbiamo bisogno di vero “spirito” sono un centinaio. Non di più. Per quanto mi riguarda – considerata la mia veneranda età (c’e ‘ sempre qualcuno più giovane di te anche a vent’anni) – potrei anche fare a meno di comprarne di nuovi: la rilettura di quelli che ho, ne sono certo, mi potrebbe garantire per i prossimi anni che mi restano da vivere, un rinnovato, intenso piacere. 🙂 un caro saluto

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 16:19 #

      hai ragione, Pino, la rilettura raramente delude, ma ci sono momenti in si ha voglia (o almeno io in questo particolare momento ho voglia) di novità.
      Che poi, come puoi vedere dalla foto, novità non sono, ma semplicemente libri che non avevo letto.
      un caro saluto a te
      ml

  12. vittynablog 31 marzo 2020 a 15:37 #

    Bellissima iniziativa!!! Bravi!!! Io invece adoro rileggere i libri che ho amato. E’ come ritrovare vecchi e fidati amici. Mi scaldano il cuore!!!!

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 16:23 #

      come dicevo a Pino in questo particolare momento ho fame di cose nuove, nuove per me, naturalmente, che loro, i libri, sono vecchiotti. 🙂
      un sorriso Vitty
      ml

  13. vittynablog 31 marzo 2020 a 15:45 #

    Fra i libri che hai esposto ho letto ” Questa nostra vita ” di Maugham, quanto mai attuale ora! Qualche tempo fa si instaurò una specie di gioco, quello di lasciare un libro su una panchina. Confesso che sono molto gelosa dei miei libri, mai ne abbandonerei uno alla mercè di chi lo trova. Preferisco regalarlo piuttosto che prestarlo… che dici, sono cattiva? 😦

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 16:25 #

      No che non sei cattiva. Non ti credere, finita questa buriana, busserò di porta in porta a rendere i prestati e soprattutto a recuperare i MIEI libri 🙂

  14. newwhitebear 31 marzo 2020 a 17:22 #

    book crossing casareccio il vostro ma altamente efficace. Per me il problema non si pone ho una scorta di centinaio di libri da leggere.
    Interessante è quello che avete adottato.

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 18:31 #

      eheh, sei stato previdente, un centinaio di libri accumulati per i tempi bui (che ora sono arrivati.
      🙂
      ciao GianPaolo
      ml

  15. Donatella Calati 31 marzo 2020 a 17:27 #

    bisogna avere un minimo di vita sociale … obietta qualcuno e forse è questo il momento per qualche azzardo. Scegliere un libro e posarlo sull’uscio di quel vicino con il quale da anni ci scambiamo un cortese “buongiorno” e “buonasera”
    con un biglietto che lo inviti alla lettura con la speranza di aver stuzzicato la sua curiosità, di aver indovinato i suoi gusti e di stimolarlo a fare altrettanto

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 18:34 #

      quello che mi piace di te è la capacità di andare oltre: hai sempre un pensiero, un’idea (e quasi sempre la sua realizzazione) che implicano orizzonti più ampi di quelli a cui siamo abituati. E questa, in particolare, mi sembra ottima.
      un abbraccio
      io

  16. PindaricaMente 31 marzo 2020 a 19:16 #

    Anche nell’androne del mio palazzo, su una mensola improvvisata, un giorno all’improvviso sono spuntati dei libri.
    Forse qualcuno che ha fatto pulizie, non so, però da quel giorno il numero è aumentato e i condomini prendono e lasciano libri con tanto di pizzini per le recensioni.
    Stamattina c’era pure il kamasutra. 😎

    • massimolegnani 31 marzo 2020 a 21:27 #

      davvero toccante quest’episodio di spontanea solidarietà.
      buona serata di letture condominiali, Pindara
      ml

  17. Riccio 1 aprile 2020 a 14:57 #

    Bellissima questa idea della buca delle letture!
    Per fortuna (e per sfortuna del mio portafogli, anche se credo siano soldi ben investiti) compro sempre più libri di quanti normalmente riesca a leggerne, quindi ne avevo accumulati un bel po’ sulla mia mensola!
    Devo dire che dove sono ora non ho molte persone con cui potrei scambiare dei libri, quindi se questa quarantena si prolungherà credo che supererò la mia ostilità nei confronti degli acquisti online e ordinerò qualcuno dei libri che ho segnato su varie liste, post-it sparsi per la casa e note sul cellulare.
    Tra l’altro, non conosco neanche uno dei libri della foto… se me ne dovessi consigliare uno quale consiglieresti? Magari lo aggiungo alla lista!
    R.

    • massimolegnani 1 aprile 2020 a 16:45 #

      premesso che quei libri costituiscono l’infornata di prestiti recenti (dalla buca delle letture, per l’appunto) e che quindi non li ho ancora letti (tranne fratello cicala), credo che un consiglio di lettura sia sempre un azzardo. Però non mi sottraggo alla richiesta perchè in fondo a me piace l’azzardo (e qui l’azzardo è reso più elettrizzante dal fatto che non conosco i tuoi gusti e nemmeno il materiale che dovrei proporti). Dopo attenta riflessione (su cosa, poi!) come avessi studiato gli ultimi mille numeri usciti al tavolo della roulette, non ho più dubbi e punto tutto su Le ceneri di Angela di Frank McCourt.
      sì, letta la trama, penso proprio che potrebbe piacerti.
      🙂
      ml

      • Riccio 1 aprile 2020 a 17:15 #

        Aggiunto alla lista!
        Involontariamente mi ha già consigliato dei libri, o meglio, un’autrice: Amélie Nothomb! Ho letto un paio dei suoi scritti e mi sono piaciuti molto.
        Non sono una che rischia molto, ma quando si tratta di libri ne vale la pena.
        R.

      • massimolegnani 1 aprile 2020 a 17:32 #

        è vero, non me ne ricordavo!
        bè speriamo di azzeccarci anche questa volta 🙂
        ciao Riccio

  18. Irene (la Gnoma) 1 aprile 2020 a 16:48 #

    Mi piace tantissimo questa idea! Ve la ruberei volentieri… se avessi vicino qualche amico capace di apprezzare!
    Certo avrei mio padre, a pochi passi da me, ma lui si è convertito agli ebook ancor prima di me e se proprio vuole che gli passi qualcosa me lo chiede via mail… Genitori moderni!

  19. pensieridimary 1 aprile 2020 a 18:18 #

    Idea veramente geniale! Piacerebbe moltissimo anche a me, ma non credo di avere vicini che si dilettano nella lettura… quindi anch’io riprendo libri letti tempo fa, non mi dispiace, ce ne sono talmente tanti in casa che di alcuni ho scoperto di averli iniziati e lasciati a metà!

    In questo momento sto finendo di leggere I segreti di Roma, di Corrado Augias. Adoro i libri che parlano di storia!

    Ciao carissimo!

    • massimolegnani 1 aprile 2020 a 21:16 #

      devo dire che l’idea non è stata mia, io ho agito di rimessa 🙂
      sì, la lettura in questo momento è un grande aiuto, distrae e fa riflettere allo stesso tempo.
      un caro saluto
      ml

  20. elettasenso 1 aprile 2020 a 19:12 #

    Meravigliosa iniziativa. Buona serata caro 🐞🐞🐞

    • massimolegnani 1 aprile 2020 a 21:16 #

      grazie
      passa ore serene cara Eletta 🙂
      ml

      • elettasenso 2 aprile 2020 a 10:58 #

        Sì. A parte le escursioni vietate per il resto tutto ok. Buona giornata 🐞

      • massimolegnani 2 aprile 2020 a 11:24 #

        bene 🙂

  21. sguardiepercorsi 3 aprile 2020 a 08:21 #

    Che bella idea! Qui a Milano non ho amici così vicini… E allora ringrazio gli e-book!
    Buone letture, Massimo!

    • massimolegnani 3 aprile 2020 a 09:46 #

      sì, gli e-book, per chi non ha altre possibilità, sono una grande risorsa
      buona giornata, Chiara
      ml

  22. manifestoabusivo 30 aprile 2020 a 22:45 #

    Quella che descrivi è un’immagine commovente. Che idea meravigliosa! ☺️

  23. Deserthouse 12 Maggio 2020 a 18:00 #

    ma è un sistema meraviglioso si scambio contatto e cultura. bellissima idea!!

    • massimolegnani 12 Maggio 2020 a 18:24 #

      è un po’l’invenzione dell’acqua calda, ma in questo periodo si è rivelata utile 🙂
      ml

      • Deserthouse 12 Maggio 2020 a 18:43 #

        Invece è bello, mi sentirei cercata e amata se qualcuno mi lasciasse un libro nella buchetta della posta

      • massimolegnani 12 Maggio 2020 a 20:35 #

        in effetti è bello trovare…posta 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: