la cuffia dei rotatori

30 Apr

dal web

 

 

Ho sempre avuto poca fiducia nella parte destra del mio corpo. Da che ho memoria è sempre lì, a destra, che sono nati problemi grandi e piccoli, l’occhio più miope, la lesione del menisco, l’udito meno acuto, il ginocchio perennemente precario, il braccio e la gamba meno vigorosi dei contro laterali. Se ne potrebbe dedurre una facile metafora politica, ma in questo momento voglio stare sul concreto. È probabile che io fossi un mancino naturale, corretto artificiosamente nei primi anni di vita, anche se di questo non ho memoria né ho mai chiesto ai genitori. È un fatto che se devo dare un calcio a un pallone o tirare un pugno a un ipotetico avversario istintivamente uso la sinistra, eppure scrivo e impugno la forchetta con la destra.

Perciò,quando la mia spalla destra ha cominciato a scricchiolare, non ho provato alcuna meraviglia che fosse proprio quella a mostrare cedimenti da usura e invecchiamento: tutto seguiva la mia personale legge di Murphy, se c’è qualcosa che va male, a destra andrà peggio.

Poi però mi è tornato in mente un vecchio episodio che avevo rimosso. Una ventina d’anni fa durante una vacanza in Germania un giorno mi ritrovo a dover superare in bicicletta un ponticello pedonale in legno sopra un canale. All’ingresso del ponte c’era un cartello esplicito con stampigliata una mano aperta a fermare il ciclista e un VERBOTEN a caratteri cubitali; più in piccolo l’intimazione ad attraversare la struttura con la bicicletta a mano. Ma figuriamoci! Non c’era nessuno e poi mi dà un fastidio bestia quando i tedeschi si mettono a dare ordini, li senti sbraitare anche dai cartelli. Mentre pedalo sul ponte, il tempo di accorgermi che il pavimento è formato da assi parallele con pericolose feritoie tra una e l’altra, e già la mia ruota anteriore s’è infilata nella fessura. Mentre volavo per aria mi sembrava di essere un judoka alle prime armi appena ribaltato da un avversario cintura nera. Solo che l’atterraggio non fu su un morbido tatami ma sul duro legno. Niente di rotto, se non il mio amor proprio per l’imbecillità dimostrata.

Rientrato in Italia mi feci vedere da un collega fisiatra perché mi persisteva un doloretto con qualche impedimento alla spalla destra. È la cuffia dei rotatori che ha risentito del trauma. E lì a spiegarmi che è una struttura delicata e che di queste lesioni se ne risente a distanza di anni se non si fa una lunga riabilitazione.

Feci finta di ricordarmi che cosa fosse ‘sta cuffia del cavolo e promisi che avrei eseguito con scrupolo gli esercizi che mi aveva mostrato. Naturalmente non li feci, la spalla andò a posto da sola nel giro di pochi giorni e io fui ben felice di dimenticarmi dell’episodio.

Ora, con vent’anni di ritardo, eseguo mattino e sera quegli stessi esercizi in una riabilitazione casareccia che non so quanto possa servire. E tra uno sforzo e una fitta mi dico che per una volta non è colpa della parte destra ma di massimolegnani tutt’intero.

46 Risposte a “la cuffia dei rotatori”

  1. sibillla5 NADIA ALBERICI 30 aprile 2020 a 11:24 #

    ohh come ti capisco!!! anch’ io torturata dalla parte destra!

    • massimolegnani 30 aprile 2020 a 13:59 #

      anche tu subisci la legge di Murphy personalizzata 🙂
      ciao Nadia
      ml

      • sibillla5 NADIA ALBERICI 30 aprile 2020 a 14:04 #

        Non ti faccio l elenco… Se dovessi arrivare agli ottatnt anni saprei già come ci si sente😏🙄

      • massimolegnani 30 aprile 2020 a 14:29 #

        consideriamolo un trailer del film che vivremo nel prossimo futuro 🙂

      • sibillla5 NADIA ALBERICI 30 aprile 2020 a 14:39 #

        Sto aspettando da gennaio che mi chiamino per protesi ginocchio…. Destro… Anca destra fatta 3 anni fa e va molto bene… Vedi? Sto cambiando i pezzi…

      • massimolegnani 30 aprile 2020 a 15:26 #

        accidenti!
        io, per ora almeno, mi tengo stretta la mia vecchia ferraglia arrugginita 🙂

      • sibillla5 NADIA ALBERICI 30 aprile 2020 a 15:33 #

        Ehh vorrei anch io!!!

      • massimolegnani 30 aprile 2020 a 18:02 #

        🙂

  2. pino 30 aprile 2020 a 11:49 #

    Nooo….la colpa non è tua: è della tua giovinezza 🙂

    • massimolegnani 30 aprile 2020 a 14:00 #

      eheh…giovinezza scriteriata e fuori tempo massimo 🙂
      un caro saluto, Pino
      ml

  3. lamelasbacata 30 aprile 2020 a 13:16 #

    Ahia! Anche la mia cuffia scuffia. Che fastidio 😕

    • massimolegnani 30 aprile 2020 a 14:01 #

      ehh, la mia ormai più che una cuffia è una berretta di lana divorata dalle tarme 😦
      un abbraccio Mela 🙂
      ml

  4. Neda 30 aprile 2020 a 14:18 #

    Stessa cosa per me (a parte il volo dalla bici) per la parte sinistra del mio corpo (e senza alcun riferimento politico) però io sono ambidestra e un po’ mancina anch’io. E gli esercizi imparati cinquant’anni fa (caddi dalle scale) li rifaccio ancora, però a volte, ora che son vecchia, mi lascio prendere dalla pigrizia.
    Buona giornata.

    • massimolegnani 30 aprile 2020 a 14:31 #

      ecco ciascuno ha la proprio parte debole 🙂
      buona giornata Neda e buoni esercizi ginnici
      ml

  5. coulelavie 30 aprile 2020 a 14:21 #

    A me ci sono periodi che se non faccio esercizi per le ginocchia… me le potrei giocare per sempre (45 anni).

    • massimolegnani 30 aprile 2020 a 15:24 #

      falli, gli esercizi, con costanza, finchè sei in tempo a conservarti le ginocchia 🙂
      ciao eye
      ml

  6. ilmestieredileggereblog 30 aprile 2020 a 16:07 #

    Hai tutta la mia solidarietà!

  7. elettasenso 30 aprile 2020 a 16:12 #

    Vedi che i tedeschi a volte hanno ragione ad avvertire? 😉🐞

    • massimolegnani 30 aprile 2020 a 18:04 #

      infatti! mai farsi trasportare dai preconcetti sennò ci si trova ribaltati a terra come me 🙂
      buona serata Eletta
      ml

  8. @didiluce 30 aprile 2020 a 18:47 #

    Mal comune nessun gaudio. Hai tutta la mia solidarietà 🌹

  9. Giuliana 30 aprile 2020 a 20:15 #

    Mia madre mi fece passare il mancinismo a colpi di paletta di legno sulle mani, ma la parte sofferente per me è sempre stata la sinistra. Saranno gli echi dei colpi di paletta?

    • massimolegnani 30 aprile 2020 a 20:51 #

      ma poverina! d’altra parte ai nostri tempi era un difetto da correggere con qualunque mezzo.
      buona serata, Giuliana
      ml

  10. vittynablog 30 aprile 2020 a 22:18 #

    Massimo mi dispiace molto per la tua spalla! Speriamo che con gli esercizi giusti tu possa tornare a muoverla senza dolori!!!

    Anch’io ho avuto i miei guai con la parte destra. La gamba destra per l’esettezza. Da ragazzina fui investita da una motocicletta e mi ruppi la tibia e il perone. Ci volle molto dolore , letto, e tempo per guarire. Ma ero giovane, quindici anni, molta determinazione…ripresi a camminare come se niente fosse!!! Lo scorso luglio, un cane mi fece cadere accidentalmente e in una botta sola mi ruppi il ginocchio destro e il gomito sinistro. Non sto’ a dirti il supplizio di quei due grossi gessi , il dover stare a letto senza potersi alzare e il caldo insopportabile di quell’estate. Comunque…una volta tolto il gesso, con la dovuta riabilitazione, ho ripreso a camminare e a muovere il braccio benissimo. Anche il fisioterapista si è meravigliato della mia ripresa ( sono una tosta eh? ) ho strinto i denti, non mi sono piegata al dolore e oggi posso dire che cammino e corro come se non mi fossi mai rotta niente. Speriamo però che il passare del tempo non mi presenti il conto!!!!

    Un caro saluto Massimo e buon primo maggio!!!! 🙂

    • massimolegnani 1 Maggio 2020 a 09:20 #

      grazie Vitty
      mi spiace per le tue disavventure ma è bello sentire come ti sei sempre rialzata.
      buona festa
      ml

  11. Rebecca's Light Scrive 1 Maggio 2020 a 10:02 #

    Bell’articolo. Per me è la sinistra la parte più debole: spalla, caviglia, e poi all’improvviso l’occhio destro che ha destabilizzato il tutto. Vedremo…!

    • massimolegnani 1 Maggio 2020 a 11:27 #

      grazie Rebecca
      e auguri per la tua parte sinistra (e anche per la destra!)
      ciao 🙂
      ml

  12. flampur 1 Maggio 2020 a 12:47 #

    Bello sentire di cuffie scuffiate, io e la mia testa d’omero di metallo infettato.
    Siamo qui a spulciare ogni volta le analisi con la PCR come una mano di poker…
    a ognuno il suo va.. 😉

    • massimolegnani 1 Maggio 2020 a 14:46 #

      caspita, la mia cuffia scuffiata è una bazzecola rispetto alla tua.
      ti auguro che l’omero metta presto la testa a posto!
      un abbraccio, Franco 🙂
      ml

  13. newwhitebear 1 Maggio 2020 a 17:28 #

    ho sorriso perché evidentemente La Destra non mi garba 😀
    Sotto quella cuffia sulla spalla destra ho una bella calcificazione che ogni tanto mi fa un male boia. La Fisiatra mi ha insegnato gli esercizi e io ogni tanto li faccio.
    Forza massimolegnani che passerà anche questa 😀

  14. sherazade 3 Maggio 2020 a 11:41 #

    La mia gamba destra è quella matta per colpa sua ho dovuto smettere danza classica e però la mia miopia quella di una talpa è sull’occhio sinistro.
    A parte questo e a prescindere dalle tue piacevoli considerazione avanti tutta e a sinistra…
    Shera

    • massimolegnani 3 Maggio 2020 a 13:45 #

      insomma, hai ripartito bene i tuoi malanni, saggia!
      ciao Shera 🙂
      (e avanti tutta a sinistra!)
      ml

      • sherazade 3 Maggio 2020 a 16:48 #

        Sinistra! soprattutto ora che dovranno essere rimodulate tante cose il lavoro in primis e con il lavoro una vita dignitosa.
        Shera

      • massimolegnani 3 Maggio 2020 a 21:00 #

        sono d’accordo con te
        🙂

  15. Deserthouse 16 giugno 2020 a 00:57 #

    la mia parte destra è quella che afferra e sorregge di più, l’ernia ce l’ho sulla sinistra della zona lombare e quel fastidio alla gamba lo sentivo a sinistra. e io che vivo a Bologna la sinistra la dovrei sentire bene ma forse è la delusione degli ultimi anni che mi riempie di fastidi proprio su quel lato!

    • massimolegnani 16 giugno 2020 a 09:57 #

      eheh, mi piace questo intreccio tra politica, geografia e fisicità 🙂
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: