col casco, casco

24 Lug

c.calati

 

 

Quando ero un (neanche tanto) giovane idiota di poche speranze, mi rifiutavo di utilizzare il casco in bicicletta. Mi sembrava poco virile indossare quella protezione, un’ammissione di pavidità, meglio l’adrenalina di una discesa folle. A chi mi rimproverava l’imprudenza rispondevo con una tiritera che voleva essere spavalda ma, a ripensarci ora, era quanto mai sciocca e per nulla spiritosa: col casco casco di sicuro, senza casco non casco.

Da alcuni anni mi sono convertito alla sicurezza e non esco più senza l’elmetto. Se vogliamo è stata una prudenza inutile perché in tutto questo tempo non sono mai caduto in modo rovinoso. Fino a due giorni fa. Un istante di distrazione mentre pedalavo veloce sul lungolago svizzero e mi sono trovato a volare letteralmente in aria per poi ricadere sull’asfalto come un sacco floscio. Una gran botta in testa e su ciascuna delle duemila ossa che compongono il nostro corpo, ma per fortuna niente di rotto. Ancora seduto a terra, frastornato, mi sfilo il casco e quasi svengo: in corrispondenza dell’urto la sua struttura è spaccata, aperta da parte a parte come il guscio di un uovo dopo la frittata.

P.S. oggi la prima uscita di casa è stata per andare a comperare un nuovo casco.

38 Risposte a “col casco, casco”

  1. sibillla5 NADIA ALBERICI 24 luglio 2020 a 18:07 #

    accipicchia!! meno male! forza!

  2. mocaiana 24 luglio 2020 a 18:22 #

    E’ andata bene, Massimo, grazie a Dio! Casco forever!

    • massimolegnani 24 luglio 2020 a 19:53 #

      assolutamente bene, solo ammaccature e sbucciature.
      Casco sempre!
      ciao Anna
      ml

      • Donatella Calati 25 luglio 2020 a 17:42 #

        speriamo proprio che non ci sia una … ricaduta!

      • massimolegnani 26 luglio 2020 a 11:08 #

        Facciamo gli scongiuri:)
        Ciao Dona
        Io

  3. Lucy the Wombat 24 luglio 2020 a 18:30 #

    Mamma mia! Meno male, casco forever! Qui da me è obbligatorio e sono molto severi con le multe! Spero tutto bene il resto del corpo comunque!

    • massimolegnani 24 luglio 2020 a 19:56 #

      anche qui ora è obbligatorio ma ancora tanti non lo usano.
      sì, tutto bene, grazie.
      ciao Lucy
      ml

  4. ilmestieredileggereblog 24 luglio 2020 a 18:46 #

    Vedi…. il casco ha fatto il suo lavoro, ha assorbito l’energia dell’urto e si è spaccato lui, anziché la tua testa….

    • massimolegnani 24 luglio 2020 a 19:59 #

      esattamente come dici e fa impressione pensare cosa sarebbe successo alla mia testa non avessi avuto il casco.
      (quanto ero fesso quando lo rifiutavo!)
      buona serata, Pina
      ml

  5. giorgio giorgi 25 luglio 2020 a 01:25 #

    Quando si è giovani è inevitabile essere così. Mi hai fatto venire in mente che nel 1975, a poco più di 20 anni, avrei potuto riscattare i 4 anni di università spendendo circa 80.000 lire. Ricordo ancora il disprezzo con cui strappai il bollettino postale di versamento pensando che a me della pensione non me ne fregava proprio niente! E’ rimasto uno dei pochi (per fortuna) rimpianti della mia vita!

    • massimolegnani 25 luglio 2020 a 09:38 #

      è vero, da giovani si hanno visuali e scale di valori, nel bene e nel male, differenti dalle età successive.
      E l’episodio che citi l’ho vissuto pari pari a te 🙂
      ciao Giorgio
      ml

  6. teti900 25 luglio 2020 a 08:26 #

    casco o non casco dopo i settanta le cadute possono diventare deleterie e certe passioni dovrebbero venire contenute per evitarle… e che dire della vecchietta di 83 anni che si è sfasciata su un monopattino elettrico in una buca di roma o dei centenni al volante contromano?
    pur credendo che se deve accadere accade, son drastica e metterei dei limiti di età o il divieto di lamentarsi dopo che ci si è sfrantumati.
    in ogni caso, forza Alex!

    • massimolegnani 25 luglio 2020 a 09:56 #

      gli episodi limite che citi fanno il paio con quelli dei ventenni che si sfracellano in macchina all’alba della domenica impasticcati e ubriachi o di quegli altri che ingaggiano le sfide più scriteriate e gli va male.
      certo dovrebbero essere più rigorosi i controlli nei rinnovi della patente oltre una certa età, ma in linea generale non è questione di età ma di cervello. sicuramente sono assai più prudente oggi che non trent’anni fa.
      ciao Teti
      (e forza Alex, oggi più che mai)

  7. coulelavie 25 luglio 2020 a 08:43 #

    Felice per te e che tu non abbia l’osteoporosi. 😉

    • massimolegnani 25 luglio 2020 a 09:59 #

      ahah, vero, è stato un bel test di verifica della mia consistenza ossea.
      ciao 🙂
      ml

  8. newwhitebear 25 luglio 2020 a 15:00 #

    il casco d’estate può essere fastidioso ma di certo è utile quando si cade.

    • massimolegnani 26 luglio 2020 a 11:07 #

      Sì col caldo è un po’ fastidioso, ma è assolutamente indispensabile!
      Buona domenica GianPaolo
      ml

  9. Bloom2489 26 luglio 2020 a 13:52 #

    Caspita!

    • massimolegnani 26 luglio 2020 a 20:48 #

      Già!
      Ma finché la si può raccontare va tutto bene 🙂
      Ciao
      ml

      • Bloom2489 26 luglio 2020 a 22:23 #

        Non posso non pensare alla questione mascherine di questo periodo… E quelli che non la indossano

      • massimolegnani 27 luglio 2020 a 00:32 #

        C’e’ una Somiglianza tra il rifiuto a indossare il casco o la mascherina: alla base di entrambi un malriposto senso di invincibilità, “a me non può capitare”, che può avere tragiche conseguenze.
        Buonanotte B.

      • Bloom2489 27 luglio 2020 a 00:57 #

        È vero..
        Buonanotte!

      • massimolegnani 27 luglio 2020 a 11:09 #

        🙂

  10. Neda 26 luglio 2020 a 15:46 #

    A te è andata bene. Per fortuna. So di un ragazzo al quale non è andata bene per nulla, e non aveva il casco.
    Io ho regalato la mia bicicletta già da qualche anno e vado a piedi e con molta attenzione, visto che qui al paesello gli automobilisti credono di essere a Indianapolis.

    • massimolegnani 26 luglio 2020 a 20:52 #

      Senza casco avrei fatto la fine di quel ragazzo!
      Però non vedo l’ora di tornare in bici, col casco naturalmente:)
      Buonasera Neda
      ml

  11. vittynablog 26 luglio 2020 a 19:52 #

    Diciamo che hai voluto testare la solidità del casco e della tua testa… il risultato è stato che la tua testa è più robusta del casco 🙂 Scherzo, perchè alla fine non ti sei fatto niente per fortuna, ma potevi farti molto, molto male!!!!

    • massimolegnani 26 luglio 2020 a 20:57 #

      eheh, sapevo di aver la testa dura 🙂
      Ciao Vitty (giusto riderne)
      ml

  12. Riccio 28 luglio 2020 a 07:57 #

    Oh mamma! Menomale allora che sei stato prudente.
    Buona giornata, ml!
    R.

  13. cuoreruotante 1 agosto 2020 a 18:02 #

    È una salva vita. Menomale che tutto è andato bene 😊

    • massimolegnani 1 agosto 2020 a 21:01 #

      ho ancora qualche acciacco da quella caduta, ma sicuramente senza il casco non potrei essere qui a lamentarmi delle ammaccature!
      ciao Cuore 🙂
      ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: