l’ombra bianca degli alberi

31 Ago

c.calati

 

Mi piace l’ombra bianca che lasciano le piante sul selciato quando piove, mentre tutt’attorno il terreno si scurisce. Se la pioggia cade serena e dritta come deve, allora sulla terra si disegna un’area chiara, dai profili netti, che è medesima e contraria a quella nera entro cui ti riparavi quando il sole estivo ti martellava a mezzogiorno.

Mentre trovi riparo, dal sole o dalla pioggia, nell’alone proiettato dalla chioma, forse non ti sfugge che il bianco e il nero sono variazioni della stessa essenza, albero o persona che sia. Un paradosso indigeribile per chi delle differenze fa barriera e bandiera.

20 Risposte a “l’ombra bianca degli alberi”

  1. Walter Carrettoni 31 agosto 2020 a 22:16 #

    Non mi è chiarissimo il paradosso…

    • massimolegnani 31 agosto 2020 a 23:05 #

      che l’ombra assente, sostituita dall’alone asciutto nella pioggia, ha il medesimo valore dell’ombra classica, nera, entrambe ci riparano. I due colori hanno un contrasto solo d’apparenza, marginale, e la medesima funzione protettiva.
      buona serata, Walter 🙂
      ml

  2. ilmestieredileggereblog 1 settembre 2020 a 00:05 #

    Quello che in inglese si chiama shelter. Non ha colore, è un grande e rassicurante abbraccio che protegge ❤️

    • massimolegnani 1 settembre 2020 a 08:46 #

      esattamente quello, shelter, riparo, protezione fisica.
      Grazie Pina, buona giornata
      ml

  3. paginadiester 1 settembre 2020 a 02:14 #

    “Un paradosso indigeribile per chi delle differenze fa barriera e bandiera.”
    Bellissima considerazione sempre attuale: la stessa sostanza: cambia solo l’apparenza, la soluzione davanti agli occhi che invece prendono la mira nell’intento di combattersi…
    Quanto siamo sciocchi… o semplicemente cattivi, se riusciamo a combatterci per nulla e intanto il nulla ci inghiotte.

    • massimolegnani 1 settembre 2020 a 08:49 #

      purtroppo tanti si fermano all’apparenza del colore e non vedono che la sostanza in ogni uomo è la medesima.
      Grazie Ester per la condivisione
      ml

  4. Neda 2 settembre 2020 a 17:58 #

    Bellissimo. Grazie.

  5. elettasenso 3 settembre 2020 a 07:23 #

    Il vuoto crea il pieno. Uno non può esistere senza l’altro. Come nel TAO.

  6. cuoreruotante 6 settembre 2020 a 00:14 #

    Che bella la chiusa!

  7. Maria 6 settembre 2020 a 14:21 #

    In genere si tende a tra-scurare le ombre, quando magari andrebbero tras-curate!

    E tu hai reso omaggio a loro 😄 e lo scatto è molto carino…

    • massimolegnani 6 settembre 2020 a 20:53 #

      grazie M.aria e complimenti per come hai manipolato il verbo a rendere un concetto prezioso.
      un sorriso
      ml

      • Maria 6 settembre 2020 a 21:01 #

        Grazie a te per averlo portato alla luce, a dispetto delle ombre 😀

        Ciao Massimo, un sorriso anche a te 🙂

      • massimolegnani 6 settembre 2020 a 22:32 #

        eheh, la luce, le ombre…continui a giocare bene con le parole, brava!
        🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: