l’ora breve*

30 Mag
c.calati

                                       

A volte a sera mi sorprende sulla strada del ritorno, altre mi scova a casa, già chino alla ringhiera con un bicchiere in mano, quell’ora breve che dura pochi istanti, aria rarefatta, quasi assente. È tempo dilatato e immobile, dove sembrano silenzio anche i rumori, i più molesti, non li senti, sei tutto teso, mollemente teso, a guardarti intorno per capire che cos’è cambiato all’improvviso, e non è cambiato nulla. Persone e cose sono uguali, eppure senti che ti attraversa un momento ineguagliabile.

Il sole se n’è andato, così, distrattamente, ma una luce tenace ancora non cede al buio; è lì sospesa tra cielo e terra, incolore e silenziosa, una luce che rinuncia al rosa e al viola, non ha il furore rosso del tramonto che tutto stupra e storpia, né il velo mesto del crepuscolo avanzato che forza gli occhi e inclina il cuore a non guardare, è pura luminosità che nulla tiene fuori.

Per qualche istante almeno, questa luce, sommessa e immensa, ammanta il mondo, illumina i confini delle cose, dà limpidezza ai campi, disegna gli alberi su un crinale di collina e il grano spiga a spiga, irradia la gente come fosse santa, spazia per la piana, s’adagia sulle vigne e pone gli occhi tuoi al centro della scena. I monti a far corona, ti fa padrone e suddito del mondo.

Tutto ti è intorno, tutto è plausibile.

E allora annulli spazio e tempo, scopri vicinanze e sintonie impossibili, tocchi con gli occhi le date e i luoghi più distanti, parli in silenzio ai vivi, ascolti muto i morti.

Ancora uno sguardo comprensivo al muro logorato dalla pioggia, ai pipistrelli belli come rondini, al vecchio attrezzo agricolo abbandonato tra rovi e ruggine, al palo di cemento biancosporco cresciuto tra i papaveri, uno sguardo ad ogni cosa che credevi brutta e che ora scopri essere parte di una bellezza primordiale.

È l’ora breve dell’assoluzione al mondo.

Poi la luce se ne va e sopravviene il buio.

*il brano ha partecipato al concorso Bisarca indetto da Gianni de Ilperdilibri (https://ilperdilibri.wordpress.com/2021/05/29/concorso-bisarca-2021-classifica/) che ringrazio per l’ospitalità

32 Risposte a “l’ora breve*”

  1. sibillla5 NADIA ALBERICI 30 Maggio 2021 a 06:56 #

    complimenti per la meritata vittoria, il brano è splendido!!!

  2. Alessandro Gianesini 30 Maggio 2021 a 08:05 #

    È sempre un piacere, leggerti, Massimo.
    Buona domenica

  3. unallegropessimista 30 Maggio 2021 a 08:41 #

    Che bello

  4. FestinaLente 30 Maggio 2021 a 08:45 #

    Davvero bello… ti coinvolge in un turbinio di emozioni. Grazie!

  5. franco battaglia 30 Maggio 2021 a 08:54 #

    Ti avrei premiato anche solo per i pipistrelli belli come rondini.. un pensiero che mi ha sfiorato più volte, affacciato dai miei, all’ora breve.. con la quiete che vince per un attimo su tutto.

    • massimolegnani 30 Maggio 2021 a 09:38 #

      sì, una quiete che è conciliazione con ogni cosa, anche con i pipistrelli 🙂
      grazie davvero Franco
      ml

  6. Donatella Calati 30 Maggio 2021 a 10:20 #

    il lato crepuscolare di massimolegnani, di solito ben nascosto dietro l’ironia, quando si fa strada è … vincente

    • massimolegnani 30 Maggio 2021 a 11:41 #

      eheh grazie, per una volta ho voluto guardare la parte più rasserenante del crepuscolo.
      ciao Dona
      io

  7. alemarcotti 30 Maggio 2021 a 11:56 #

    👏👏👏👏👏❤

  8. ilmestieredileggereblog 30 Maggio 2021 a 13:58 #

    Bellissimo. Un momento a cui sono legata da un ricordo doloroso, ma che amo tantissimo. L’hai descritto in un modo che tocca le mie corde più intime. Non lo dico per farmi bella ma solo per sottolineare che impatto ha su di me; è il momento con cui inizia il mio romanzo.

    • massimolegnani 30 Maggio 2021 a 14:48 #

      felicissimo di aver condiviso con te quel momento raro e sublime, anche con le parole che scriviamo.
      un abbraccio, Pina
      ml

  9. vittynablog 30 Maggio 2021 a 17:06 #

    Hai scritto una poesia meravigliosa, il premio è super meritato!!! Ma quanto sei sensibile e romantico!!!!! ❤

  10. newwhitebear 30 Maggio 2021 a 17:49 #

    molto bello questo pensiero serale o forse preserale. Un momento di transizione ricco di fascino e sfumature cromatiche.
    Complimenti per la vittoria

    • massimolegnani 30 Maggio 2021 a 17:59 #

      contento del tuo apprezzamento.
      sì è un momento di passaggio dai confini vaghi e dall’essenza sfumata.
      grazie GianPaolo
      ml

  11. Riccio 30 Maggio 2021 a 21:40 #

    Mi fai sembrare quasi simpatici anche i pipistrelli che, qui lo dico e non lo nego, mi fanno abbastanza impressione. Quasi.
    Complimenti per la vittoria!

    R.

    • massimolegnani 30 Maggio 2021 a 21:56 #

      per questo ho scelto i pipistrelli!
      ciao Riccio
      (e grazie per i complimenti)
      ml

  12. pino 31 Maggio 2021 a 10:51 #

    Per te, non è affatto difficile “trovare l’alba dentro l’imbrunire” 🙂

    • massimolegnani 31 Maggio 2021 a 11:48 #

      felice per la citazione di Battiato e grato a te per l’apprezzamento che contiene.
      ciao Pino
      ml

  13. whitebutterfly 1 giugno 2021 a 16:17 #

    Bellissimo brano, mi sono persa nell’atmosfera e nei contorni spazio-tempo-colore, luce e buio, allegria e mestizia. Ma forse tutto questo ha un fascino senza prezzo.
    Ciao ml. Un sorriso da an-Lila

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: