i pioppi, le stoppie

26 Set
c.calati

                                              

Mi sono fermato in questo viottolo dietro casa, folgorato dalla bellezza dell’insieme e dall’apparente banalità dei dettagli.

I pioppi a svettare rettilinei, le stoppie del mais di un giallo bruciato, la luce e l’ombra entrambe intense,  la lingua d’asfalto e la roggetta che vi corre a fianco, dove un tempo pescavano gamberetti di fiume.

È uno spazio corto, dietro ho lasciato una fabbrica abbandonata e poco avanti ci sono quattro case mai finite, ma qui la semplicità del luogo, l’ultimo calore dell’estate, il primo cielo dell’autunno, la brezza e il silenzio, creano una piccola perfezione che esige una breve contemplazione.

32 Risposte a “i pioppi, le stoppie”

  1. Alessandro Gianesini 26 settembre 2021 a 10:25 #

    Ci sono posti “normali” che ti fanno pensare quanto è straordinario quello che si ha intorno senza rendersene conto.

    Buongiorno e buona domenica, Massimo! 🙂

    • massimolegnani 26 settembre 2021 a 16:03 #

      sì, luoghi che spesso non notiamo, proprio per la loro normalità. Poi una mattina particolarmente luminosa o un nostro stato d’animo accogliente ci aiutano a vederli nuovi e belli.
      ciao Alessandro 🙂
      ml

  2. sibillla5 NADIA ALBERICI 26 settembre 2021 a 10:44 #

    le piccole cose della vita che non sempre riusciamo a cogliere! buona domenica Massimo

  3. ilmestieredileggereblog 26 settembre 2021 a 11:09 #

    Questi angoli di perfezione a volte si nascondono dietro l’angolo e non li vediamo…. finché ci inciampiamo contro e ne restiamo estasiati…. buona domenica

    • massimolegnani 26 settembre 2021 a 16:07 #

      ecco, sì, è proprio un inciampo nel cammino, un fermarci imprevisto, che improvvisamente ci fa vedere la perfezione dell’insieme.
      grazie Pina, buone ore a te
      ml

  4. teti900 26 settembre 2021 a 11:50 #

    il fascino un po’ mesto del verde in tutte le sfumature che ‘tirano al giallo’
    ti ricordi (per favore) di fare la stessa foto identica a inizio estate (diciamo a fine piogge primaverili) quando le sfumature di verde ‘tirano’ al fresco e nitido?
    grazie.

    • massimolegnani 26 settembre 2021 a 16:10 #

      sì, un giallo imminente, appena sfumato.
      prometto che ripasserò di lì in primavera ad apprezzare il verde intenso dell’insieme
      ciao Teti
      ml

  5. newwhitebear 26 settembre 2021 a 16:06 #

    spesso passiamo per posti che non dicono nulla poi un giorno li scopriamo e li troviamo deliziosi come quello della tua immagine

  6. Select 26 settembre 2021 a 18:18 #

    La campagna di pianura, della nostra pianura, è tutta così, squallida per chi non ha occhi e miracolosamente variata e intensa per chi la ama. Ogni volta che l’attraverso in auto mi affascina come la prima volta, anche perché ho saputo a che servono le stoppie, il nome dei pioppi e da quando ho scoperto un vecchio documento firmato e controfirmato, con bolli e date, i turni stabiliti per regolamentare l’uso dell’acqua di quelle mille roggette, in una zona presso la cascina del padre di mia suocera. Preziose dunque per molte “opzioni” si direbbe oggi: regolamentare i confini, irrigare nei tempi stabiliti, ospitare un perfetto ecosistema, apprezzato anche nella buona cucina. Un’interazione incredibile dall’aspetto banale, come ritiene qualcuno, eppure così intensa di vita e lavoro!

    • massimolegnani 27 settembre 2021 a 10:12 #

      ti ringrazio per le belle riflessioni che condivido.
      benvenuto
      ml

      • Ester Margherita Barbato 27 settembre 2021 a 12:49 #

        Scusa il pasticcio nel registrarmi, sono Ester, ma non ero inserita e non ricordo nemmeno la pass… peggio di così! Buona domenica.

      • massimolegnani 27 settembre 2021 a 16:35 #

        nessun pasticcio, il sistema tiene in sospeso i commenti di nuovi lettori e io poi li sblocco: 🙂
        ciao Ester, buona giornata

    • Keep Calm & Drink Coffee 27 settembre 2021 a 19:46 #

      Descrizione perfetta: “squallida per chi non ha occhi” … anche io ammetto di non aver aperto gli occhi per lungo tempo.
      Ora per fortuna recupero, affascinata, anche io.

  7. vittynablog 26 settembre 2021 a 21:19 #

    Quando riusciamo a vedere veramente quello che abbiamo intorno… tuto diventa poesia!!! ❤ 🙂

    • massimolegnani 27 settembre 2021 a 10:14 #

      hai ragione, troppo spesso ci manca l’attenzione mentale per apprezzare le piccole che ci circondano.
      ciao, Vitty
      ml

  8. Franco Battaglia 27 settembre 2021 a 12:01 #

    Non lo so se c’erano anche prima, ma gli inserti pubblicitari mi distraggono dai dettagli dei tuoi post, sono davvero convenienti?

    • massimolegnani 27 settembre 2021 a 12:39 #

      Hai pienamente ragione, Franco.
      Ci sono da sempre e sono una bruttura offensiva in certi contesti. Purtroppo sono imposti da wordpress per mantenere il sito gratuito.
      forse sono visibili solo da chi non è nel circuito wp (io li vedo quando entro da un’altra fonte senza accreditarmi)
      ciao,
      ml

  9. Neda 28 settembre 2021 a 15:35 #

    Bello. Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: