Archivio | bici RSS feed for this section

durante

14 Lug

IMG_5870

 

 

In viaggio ogni giorno è gioia, anche la fatica che fai, anche il maltempo che d’estate pure il sole a picco lo è, e il contrattempo, che c’è sempre una ruota che si sgonfia, una direzione errata, una strada che troppo sale e troppo pepe. Continua a leggere

Annunci

B a r d

23 Giu

c.calati

 

 

Bard ha per me mille motivi d’interesse.  Già il nome mi affascina, che così breve, piccolo come il paese di poche case ai piedi del suo Forte, evoca un baluardo, una porta bardata a festa e a difesa. Continua a leggere

il lago sbagliato

13 Giu

c.calati

 

 

Mi sarei dovuto fermare qui, a questo lago piccolo e ombroso. Avevo già fatto la mia parte, una salita assai dura ad arrivarci, castagni e ginestre a stemperare le impossibili pendenze. Era la conca perfetta, idilliaca, l’acqua a specchio, la corona di conifere, il cielo promettente, la quiete. Continua a leggere

Giro-tondo

26 Mag

by c.calati

 

Lo ammetto, è come un gioco infantile questo appasionarmi al Giro, tra immagini televisive e fantasie di emulazione, ma oggi era l’ultima occasione per vedere la corsa dal vivo e non l’ho persa. Partenza da Susa e, attraversando tutto il canavese, arrivo ai duemila di Cervinia. Il Cervino è mio fratello (cit.) ma non oggi che ho le gambe molli e troppo lontana è la sua piramide. Continua a leggere

alea(torio)

23 Mag

by c.calati

 

 

Forse ho acquisito una minima saggezza dalla mia pendola che batte i quarti quando vuole, in un anticipo-ritardo che non  è un errare ma un mantenere una vaghezza un poco anarchica a suggerire che il tempo esatto non è poi così importante. Perché il tempo non andrebbe sezionato in scadenze imprescindibili ma preso o perso secondo il proprio estro. Ero in bicicletta in questi giorni, tra Italia e Svizzera, e memore della pendola pedalavo o riposavo  in funzione della pioggia, delle gambe e della fame, gli unici parametri sensati. Continua a leggere

eccomi

4 Mag

by m.pescarmona

 

 

 

Lo vedi quel puntino a pedali? Ecco, sono io quel puntino che arranca al culmine stremato di uno sterrato interminabile, ed è quasi un regalo per te, un assecondare la tua convinzione che stessi percorrendo le strade di Toscana a cavallo di una bicicletta, anziché seduto placidamente in macchina, com’è accaduto in realtà. Ma non è un falso questa foto, falso è il suo tempo Continua a leggere

al meno uno

2 Mar

by c.calati

 

 

Quell’unico grado in negativo è il minimo insindacabile a poter dire pedalo sottozero, in un entusiasmo che sa di piccola avventura.  Scricchiola il ginocchio, ghiaccia il vapore sopra i baffi, s’intirizziscono le dita dentro ai guanti, ma ho il cuore al caldo e un sorriso divertito per la sfrenatezza dell’idea. Continua a leggere