Archivio | diario RSS feed for this section

durante

14 Lug

IMG_5870

 

 

In viaggio ogni giorno è gioia, anche la fatica che fai, anche il maltempo che d’estate pure il sole a picco lo è, e il contrattempo, che c’è sempre una ruota che si sgonfia, una direzione errata, una strada che troppo sale e troppo pepe. Continua a leggere

Annunci

B a r d

23 Giu

c.calati

 

 

Bard ha per me mille motivi d’interesse.  Già il nome mi affascina, che così breve, piccolo come il paese di poche case ai piedi del suo Forte, evoca un baluardo, una porta bardata a festa e a difesa. Continua a leggere

pietra su pietra ad arco

18 Giu

c.calati

 

 

Amo i ponti in pietra di semplice splendore, pietra su pietra ad arco a reggere da secoli  il peso dei passi, dei carri, degli zoccoli animali, secondo una maestria antica priva di archistar. Continua a leggere

il lago sbagliato

13 Giu

c.calati

 

 

Mi sarei dovuto fermare qui, a questo lago piccolo e ombroso. Avevo già fatto la mia parte, una salita assai dura ad arrivarci, castagni e ginestre a stemperare le impossibili pendenze. Era la conca perfetta, idilliaca, l’acqua a specchio, la corona di conifere, il cielo promettente, la quiete. Continua a leggere

ritorno ai fiordalisi

4 Giu

c.calati

 

 

Un tempo la riva destra della Dora erano papaveri a perdita d’occhio, la sinistra fiordalisi. Me l’aveva detto tanti anni fa il Batista, una conoscenza casuale, lui un carrettiere ormai in disarmo, io un cittadino sprovveduto appena trapiantato in campagna. Continua a leggere

Giro-tondo

26 Mag

by c.calati

 

Lo ammetto, è come un gioco infantile questo appasionarmi al Giro, tra immagini televisive e fantasie di emulazione, ma oggi era l’ultima occasione per vedere la corsa dal vivo e non l’ho persa. Partenza da Susa e, attraversando tutto il canavese, arrivo ai duemila di Cervinia. Il Cervino è mio fratello (cit.) ma non oggi che ho le gambe molli e troppo lontana è la sua piramide. Continua a leggere

Saggi e aSSaggi

16 Mag

American writer, actor and film director Woody Allen. (Photo by Evening Standard/Getty Images)

 

 

 

A suo tempo non sono andato all’Asilo e, tra le esperienze che mi sono perso, c’è pure quella della recita di fine anno, sai quando i bambini formicolano su un palco improvvisato tra smarrimento ed entusiasmo. Forse perché non le ho vissute allora, le medesime emozioni le sperimento ora che mi ritrovo all’altro estremo dell’età e tento il palco tra tentennamenti e bambinesca esaltazione. Continua a leggere