Archivio | farneticaio RSS feed for this section

le parole, preziose pietre

16 Gen
photo by margherita calati

Camillo trema allo spreco di parole, saluti-auguri-sputi-lazzi e Curiazi, come fossero risorse inesauribili e non le pietre preziose che lui pensa, pietre da conservare in cofanetti foderati di raso rosso e da mostrare raramente, solo a occhi amici.

Continua a leggere

la fatica e la memoria

11 Gen
by c.calati

In quest’inverno pigro rivivo le avventure dei mesi passati a pedalare, mesi recenti o assai lontani, che la memoria fa dei singoli episodi un minestrone.

Continua a leggere

il crampo del lettore

30 Dic
c.calati

                               

Più dello schermo anonimo amo un libro da tenere vivo tra le mani, perchè sono pelle da decifrare i caratteri di carta. 

Continua a leggere

eFFe*

27 Dic
by web

                                                            

Faticosamente Firenze funestata franava fra funerali frettolosi, fredde famigerate fosse , fetidi furti, forche, fughe.

Fuoriusciti, finimmo forestieri a Fiesole, fortezza franca.

Continua a leggere

la tabellina dell’otto

14 Dic

                                              

Era un uomo senza un’età ben definita e ne andava scioccamente fiero. A essere più precisi, di età ne aveva sin troppe, tutte discordanti tra loro, tanto che alla fine non sapevi quale potesse essere la giusta.

Continua a leggere

mi devo credere

8 Dic
c.calati

                                 

Il prossimo anno tornerò in montagna, come un partigiano braccato dai tedeschi. Tornerò senza fucile, solo una sella e una borraccia, per sconfiggere la legge che ogni anno si va sempre un poco peggio. I miei nazisti saranno gli anni e gli affanni che vorrebbero strapparmi al monte e condannarmi alla poltrona.

Continua a leggere

luna o l’altra

29 Nov
c.calati

                                                      

Che poi è sempre lei, la luna, in opposti stati e contrastanti atteggiamenti e io non so quale preferire:

Continua a leggere

alla festa di Thun

25 Nov
dal web

                             

Mentre seguivo un Reno ancora giovane, da poco uscito dal lago di Costanza e sopravvissuto a stento ai salti impegnativi di Sciaffusa che non si possono dire vere cascate ma un rotolare periglioso dell’acqua tra massi e sassi, mentre seguivo il Reno divagando tra i suoi affluenti mi sono ritrovato nel cuore della Svizzera in una Thun in festa, non so per quale festa.

Continua a leggere

un uomo moderno

21 Ott
dal web

Non lo commuovono le pietre antiche né i mattoni, non il ferro né il legno,

Continua a leggere

il borsino dei follower

13 Ott

   

Come per gli altri utenti di wordpress, anche a me la piattaforma segnala ogni giorno il numero degli iscritti al blog, gente che per lo più ha con me quell’unico contatto, nel senso che poi non si manifesta con commenti, like o semplici letture. È un numero, quello dei follower, che varia quotidianamente, oggi sale domani scende, secondo un criterio imperscrutabile e a onor del vero poco entusiasmante, perché non è da quelle cifre che posso percepire l’eventuale gradimento dei miei post. Semmai, i mutamenti possono essere spia di un generico stato di vitalità o di deperimento dell’intera blogosfera.

Continua a leggere