Archivio | farneticaio RSS feed for this section

gennaio, questa foto

20 Gen

by Achille, Mau, Dona, c. Calati

 

 

È passata di mano in mano questa foto, anzi di fotocamera in fotocamera, l’originale, scattato da mio padre, era una diapositiva 6×6, quando per proiettarle se ne mettevano due alla volta su un telaietto metallico da far scorrere a mano. Continua a leggere

Annunci

il vento di gennaio

19 Gen

by c.calati

 

 

 

Ha voce rabbiosa il vento di gennaio. È un sordo brontolio nel cielo quando, ancora  intrappolato in ValdAosta, preme tra Cavallaria e Monbarone per sfondare la porta del Piemonte. Continua a leggere

cavalli a vapore

14 Gen

by c.calati

 

 

Il bello dell’inverno, le poche volte che vinco l’indolenza di guardare il mondo addormentato dietro i vetri, è quel pedalare forsennato contro il freddo, far bruciare i muscoli e congelare la mente in un nulla di follia Continua a leggere

sembra ottocento

10 Gen

by c.calati

 

 

Ha appena piovuto nel bosco, le foglie ancora gocciolano e la luce filtra tra gli alberi diffondendosi intorno senza ombre. Di fronte a me due donne, la madre e la figlia, stanno lì al centro del sentiero, immobili ed altere, provo a guardarle come sconosciute.  Continua a leggere

se hai una casa dentro

1 Gen
foto (1)

by c.calati

 

 

Sono le giornate nere di buio fuori che t’invitano al camino, se hai una casa intorno. Continua a leggere

terra madre

30 Dic

lo ripropongo da creandoutopie.wp

CREANDOUTOPIE

by web

Quando fu il suo turno, afferrò anche lui una manciata di terra. Umida e fredda, la tenne stretta nel pugno come a scaldarla e all’ultimo istante, anziché spargerla nella fossa, se ne riempì le tasche del cappotto, quasi furtivamente.

View original post 250 altre parole

circo di scrittura

26 Dic

by web

 

 

 

A volte è una cavalla, la parola, che agile volteggia in tondo sotto il tendone. Sul suo dorso scuro piroetta una ballerina per lo stupore di un pubblico bambino. Raccoglie applausi l’uomo in cilindro e rosso frac che con la frusta lunga ha scandito il ritmo del galoppo come fossero versi di poesia. Continua a leggere