all’ombra di un ciliegio in fiore

7 Apr
foto

by c.calati

 

 

 

Forse t’aspettavi l’esplosione di un ombrello rosa o quell’armonia di un abbagliare candido e uniforme. O forse non ci avresti fatto nemmeno caso non fosse stato per quel ramo che ti ha bussato alla finestra della mansarda in una mattinata di vento.

Mi piace questa pianta dalla fioritura irregolare, alcuni rami carichi di corolle bianche, altri quasi spogli. E il suo aspetto anche, così poco protocollare, un tronco avvitato su se stesso come avesse a suo tempo cercato slancio verso la luce in un andamento verticale, le dita proiettate al cielo come un’invocazione. Non ha niente del ciliegio, potresti scambiarlo per un pioppo. Ma è un albero che non ha avuto vita facile, stretto com’era tra la prepotenza del nocciolo e l’imponenza dei due pini, e come certi bambini senza infanzia ha dovuto crescere in fretta per riuscire a cavarsela. Lo ricordo trent’anni fa piccolo e stentato, lo guardo ora forte e smisurato, in mezzo a questi estremi c’è la sua storia che io per primo ignoro perché, confesso, se si escludono pochi giorni all’anno, è un albero del tutto anonimo, sai quelle persone che t’accorgi che esistevano al tuo fianco solo quando vanno in pensione o peggio leggendo il loro necrologio.

Ma in questi giorni, con la sua fioritura caparbia e approssimata, con il suo aspetto dinoccolato e goffo, mi fa una tenerezza incredibile. E allora, anche se so le sue origini umili, selvatiche, fingo che sia un ciliegio giapponese. Fingo io stesso di essere in Giappone e mi sento contagiato dall’atmosfera mistica della festa nazionale.

Sakura, gli  bisbiglio come fosse un saluto e ho negli occhi come una devozione per questo suo poco e faticoso bianco.

Quell’unico petalo che poco dopo mi cade nel piatto mentre pranzo in terrazza so che è il suo modo, molto nipponico, di rispondere al saluto.

Annunci

38 Risposte to “all’ombra di un ciliegio in fiore”

  1. Marcello Trombetti 7 aprile 2016 a 10:04 #

    I ciliegi in fiori sono bellissimi e sono sicuro che quando fiorirà del tutto sarà ancora più bello

    • massimolegnani 7 aprile 2016 a 16:22 #

      D’accordo con te sulla fioritura dei ciliegi, ma temo che il mio abbia gia’ dato il massimo cosi’.
      Ciao,
      ml

  2. teti 7 aprile 2016 a 11:20 #

    per altro sono commestibili… come tanti altri tra cui quelli del rosmarino che in questo periodo è in fioritura… te li consiglio (aggiunti crudi a fine cottura) per arricchire un arrosto o altre pietanze e intingoli…

    • massimolegnani 7 aprile 2016 a 16:24 #

      Anche del selvatico? Nel dubbio semmai provo con quelli di rosmarino 🙂
      ciao teti
      ml

      • teti 7 aprile 2016 a 19:57 #

        sì anche perché hanno più gusto (ma come lo sai che è selvatico?)

      • massimolegnani 7 aprile 2016 a 21:27 #

        Mah, l’aspetto e il fatto che non ha mai fatto maturare un frutto

        Date: Thu, 7 Apr 2016 17:57:54 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

  3. lamelasbacata 7 aprile 2016 a 15:04 #

    Arigato gosaimasu, Massimosan!

    • massimolegnani 7 aprile 2016 a 16:28 #

      !! quando si dice entrare totalmente nella lettura di un brano.
      Se il femminile di san e’ sana, ti rispondo
      grazie Melasana ( che per una sbacata e’ il massimo)
      🙂
      ml

  4. lucilontane 7 aprile 2016 a 16:36 #

    Amo quella devozione, perché lo sono devota ad ogni fioritura, ma il ciliegio in particolare è una nuvola in terra. Più nelle mie corde, ti dico Namasté ml.

    • massimolegnani 7 aprile 2016 a 17:06 #

      Sono andato a controllare e condivido il namaste’, le mani giunte sul torace, il capo chino, in un omaggio ai fiori.
      Ciao luci,
      ml

  5. Stefi 7 aprile 2016 a 20:13 #

    Noto una leggera influenza murakamiana…. 😉

  6. gelsobianco 7 aprile 2016 a 23:53 #

    “quel ramo che ti ha bussato alla finestra della mansarda in una mattinata di vento.”
    E da quel momento nacque il tuo amore-devozione che hai trasmesso a me che mi sono trovata “all’ombra di un ciliegio in fiore”.

    Con un inchino orientale e occidentale e con un sorriso al poeta ml
    gb

    • massimolegnani 8 aprile 2016 a 00:50 #

      grazie gb per l’inchino, le parole, il sorriso
      un caro abbraccio a te
      ml

      • gelsobianco 9 aprile 2016 a 23:20 #

        ricambio il tuo caro abbraccio, ml
        gb
        amo la discrezione del ciliegio.

      • massimolegnani 9 aprile 2016 a 23:23 #

        la discrezione è una dote impagabile.un sorriso a te, gb

        Date: Sat, 9 Apr 2016 21:20:10 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

      • gelsobianco 9 aprile 2016 a 23:48 #

        sì, lo è.
        buona notte, ml
        🙂
        gb
        bella la fotografia con i fiori in “primo piano”, ma uniti a tutto il resto.

      • massimolegnani 10 aprile 2016 a 00:06 #

        grazie:) (era l’unico ramo fiorito del ciliegio, ho cercato di “isolarlo” dal contesto).Buonanotte a te

        Date: Sat, 9 Apr 2016 21:48:10 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

      • gelsobianco 10 aprile 2016 a 00:16 #

        🙂
        gb

      • massimolegnani 10 aprile 2016 a 00:42 #

        🙂

        Date: Sat, 9 Apr 2016 22:16:59 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

  7. moni 8 aprile 2016 a 14:09 #

    …presi un per uno….son così diversi che beccati nell’insieme del bosco.

    Hanno diversi modi di dirti e tu rimani li imbambolato ad ascoltare..
    almeno io..

    un sorriso.

    m.

    • massimolegnani 8 aprile 2016 a 15:46 #

      Ogni albero ha una storia e un modo di esistere e a guardarlo, ascoltarlo, ci puo’ fare da specchio.
      Ciao moni,
      ml

  8. Nuzk 9 aprile 2016 a 17:16 #

    E’ bello parlare alle piante che ti sono vicine, che riempiono della loro essenza gli spazi del giardino. Mi piace seguirle nel loro mutare durante le stagioni. Ognuna ha un momento in cui dà il massimo di sè, che ogni anno si ripete e ogni anno è comunque diverso. E anche a me piace pensare che abbiano un loro modo per rispondere ai miei saluti. Buon fine settimana Massimo.

  9. alessialia 9 aprile 2016 a 18:15 #

    i ciliegi in fiore son così profumosi e avvolgenti! che bello che ci avete mangiato sotto e lui li quasi a proteggervi… daltronde lui quello fa, in silenzio da quando è piccolo…. a volte le presenze silenziose e che ci seguono da lontano son le piu accudenti e sicure… e si fanno sentire al bisogno, come quel petalino che ti è venuto a salutare!
    ciao ml san!

    • massimolegnani 9 aprile 2016 a 18:21 #

      Si, la sua è una presenza discreta, il suo fiorire non ha nulla dì chiassoso e per questo lo apprezzo di più
      Ciao Alessia
      ml

  10. Cose da V 9 aprile 2016 a 18:22 #

    Nel nostro giardino gli alberi da frutto non fanno mai frutta, a parte il melograno (miracolo). I ciliegi in fiore sono bellissimi e le ciliegie sono da sempre la frutta che preferisco! Ovviamente la storia del ciliegio che tenta di cavarsela è bellissima 😉

    • massimolegnani 9 aprile 2016 a 23:20 #

      ho anche un altro ciliegio “più normale” che fa ciliegie grosse e scure.
      quando saranno mature te ne manderò un cesto 🙂
      ciao,
      ml

  11. roceresale 11 aprile 2016 a 18:16 #

    I ciliegi in fiore battono il mio tempo da tanti anni, le finestre della mia stanza ci finiscono dentro, sembra sempre che facciano il loro miracolo di nascosto, mentre dormo.

    • massimolegnani 11 aprile 2016 a 20:37 #

      I ciliegi, ma anche il glicine, hanno questa fioritura esplosiva, stupefacente 🙂
      Ciao rocer
      ml

      • roceresale 11 aprile 2016 a 21:37 #

        Ciao orearovescio. Il glicine è esploso proprio oggi pomeriggio, ogni sguardo un puff indaco.

      • massimolegnani 11 aprile 2016 a 22:00 #

        Anche qui, giusto fuori dai vetri di casa 🙂

        Date: Mon, 11 Apr 2016 19:37:13 +0000 To: agilulfo_@hotmail.it

  12. Lisa Agosti 17 aprile 2016 a 06:27 #

    Anch’io ho un ciliegio in fiore in giardino. È enorme e l’anno scorso avrà fatto mille ciliegie, ma non son riuscita a mangiarne nemmeno una per via dei mille uccellini che si svegliavano prima di me e facevano piazza pulita dei nuovi frutti maturi.

    • massimolegnani 17 aprile 2016 a 10:35 #

      i miei merli sono un poco più gentili, becchettano le ciliegie dei rami alti e mi lasciano quelle (meno buone!) dei rami più bassi 🙂
      ciao Lisa,
      un abbraccio
      ml

  13. suibinarideigiorni 1 giugno 2016 a 15:28 #

    anche io ho dedicato uno dei miei scrittini ad un albero di ciliegie 🙂 effettivamente,come hai notato,senza rispetto della sintassi e della punteggiatura!per me scrivere su wordpress è un pò un flusso di coscienza.il tentativo di riuscire ad esprimere (e a condividere) le emozioni che tendo a reprimere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: