g l i c i n e

11 Apr

by c.calati

 

Ogni aprile mi paralizza il suo colore. Appoggiato alla ringhiera sto lì a guardarlo, inebetito dal ronzio dei calabroni, i primi per diritto al polline più fresco, poi verranno le vespe, ultime le api, secondo una gerarchia di cui mi sfugge il senso. Sfioro i grappoli al massimo splendore e sgrano d’istinto la litania di toni e sfumature, rosa, lilla, indaco, azzurro vivace, viola stinto, nessuna mi soddisfa. Il glicine cambia colore nelle ore, muta tonalità da un petalo all’altro. Allora rinuncio alla parola esatta quanto mai superflua, mi affido agli occhi che non sanno dire ma s’incantano al mistero.

Annunci

52 Risposte to “g l i c i n e”

  1. diserieZero 11 aprile 2017 a 08:04 #

    Ebbene non è il mondo che si presenta a noi in tutta la sua bellezza,ma la capacità degli animi di coglierne la meraviglia 😌

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 11:43 #

      vero, il mondo ha le sue bellezze, ma resterebbero sterili se non avessimo sensibilità sufficiente ad ammirarle
      ciao 🙂
      ml

  2. Tati 11 aprile 2017 a 08:28 #

    Nel bene e nel male, ci sono cose che bisogna semplicemente accogliere, senza dare loro un nome…

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 11:46 #

      sì, Tati, devo imparare a guardare, assimilare, senza voler mettere sempre l’etichetta giusta 🙂
      un sorriso
      ml

      • Tati 11 aprile 2017 a 13:56 #

        E’ una cosa che dobbiamo imparare un po’ tutti, renderci conto che ci sono cose inspiegabili e non per questo meno vere, intense… bisogna solo viverle. punto. 🙂

      • massimolegnani 11 aprile 2017 a 14:09 #

        D’accordissimo 🙂

      • Tati 11 aprile 2017 a 14:14 #

        non vale! siamo troppo sulla stessa linea!
        ( … e con un colpo d’anca lo butta giù dal muretto!) 😄
        ( sono sciocca, lo so…)

      • massimolegnani 11 aprile 2017 a 14:20 #

        ahah, per fortuna sotto c’è il prato 🙂

      • Tati 11 aprile 2017 a 14:25 #

        … e non siamo nemmeno troppo in alto ( altrimenti come ci salivo io, alta un metro e una caramella?) 😉

      • massimolegnani 11 aprile 2017 a 15:04 #

        🙂

  3. elettasenso 11 aprile 2017 a 08:30 #

    È la capacità di vedere con tutto il panorama sensoriale allertato. È la capacità di godere ed essere grati di quei piccoli grandi doni che Madre Natura offre costantemente, nonostante la pervasiva incuria umana.

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 11:48 #

      tutti i sensi allerta e la mente ripulita pronta ad accogliere la meraviglia della natura.
      ciao Eletta
      ml

  4. PindaricaMente 11 aprile 2017 a 09:22 #

    Che meraviglia, Massimo!

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 11:50 #

      sì, è una meraviglia quella cascata di fiori e colori che si rinnova ogni anno.
      un sorriso Pindara,
      ml

  5. Daniele Verzetti Rockpoeta® 11 aprile 2017 a 11:04 #

    Il colore del glicine è meraviglioso, le tue parole del post sono davvero respiri di vita.

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 11:51 #

      le mie parole servono a dire che non so dire la meraviglia di questo colore 🙂
      ciao Daniele
      (grazie)
      ml

  6. rodixidor 11 aprile 2017 a 12:22 #

    Senza parlar del profumo, tenue ed avvolgente che mi rapisce.

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 12:31 #

      vero! come dicevo prima vengono coinvolti tutti i sensi (anche il ronzio dei calabroni lo associo istintivamente al glicine in fiore)
      ciao rodix
      ml

  7. Aria Mich 11 aprile 2017 a 14:10 #

    Adoro questa pianta ❤

  8. labloggastorie 11 aprile 2017 a 14:14 #

    Quando ero piccola volevo avere il dolce che il fiore nasconde, avevo cura di aprire i petali più piccoli e sulla bocca rimaneva per un po’ il profumo come di un segreto.

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 14:21 #

      ..quindi eri una piccola calabrona calabrese 🙂
      ml

      • labloggastorie 11 aprile 2017 a 14:28 #

        Ahahahahahah lo sono ancora! Anche adesso che sto a Roma quando vedo il glicine la memoria va a un pomeriggio di primavera a Reggio… gli odori si alleano con il tempo e ti tirano per i capelli nel passato. 😀

      • massimolegnani 11 aprile 2017 a 15:06 #

        è un bel lasciarsi risucchiare dal tempo 🙂

  9. Sabina 11 aprile 2017 a 17:14 #

    praticare lo stupore fa bene al cuore (e fa pure rima!)

  10. newwhitebear 11 aprile 2017 a 18:13 #

    il glicine in fiore è uno spettacolo che trasforma sensazioni in emozioni

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 18:55 #

      Ho la fortuna di un glicine arrampicato su per la casa ed e’ una vera emozione quando da un giorno all’altro esplode in una fioritura inebriante.
      Ciao GianPaolo
      ml

      • newwhitebear 11 aprile 2017 a 20:42 #

        hai ragione. Oggi niente e domani un’esplosione di azzurro.
        Ciao

      • massimolegnani 11 aprile 2017 a 23:32 #

        🙂

  11. lamelasbacata 11 aprile 2017 a 21:47 #

    Ieri leggevo l’ultimo post di una blogger che conosci anche tu e le sue parole mi hanno riportato alla mente un tuo post di qualche tempo fa. Oggi la tua descrizione di una bellezza difficile da descrivere ma non da comprendere, mi riporta alle parole lette ieri in un girotondo di parole e sensazioni in movimento. Anche questo è bellezza 😊

    • massimolegnani 11 aprile 2017 a 23:44 #

      adoro questi rimbalzi da un blog all’altro, come un rimpiattino serio e giocoso, echi che si rincorrono, sorrisi di rimando.
      è una bellezza, sì! e in questo girotondo ti abbraccio, Mela
      🙂
      ml

  12. Bloom2489 13 aprile 2017 a 00:48 #

    Uno dei miei colori preferiti

  13. Enzo 13 aprile 2017 a 08:01 #

    C’è un luogo, una piccola porzione del lago di Lugano che si trova in territorio italiano, incastonato tra colline di un verde intenso mentre le sponde si insinuano morbide e dispettose in anse che non tengono conto dei confini nazionali. I paesi hanno nomi come Porlezza, S. Mamette, sono i luoghi del Piccolo Mondo Antico del Fogazzaro.
    Vidi lì i glicini più belli della mia vita, chinati quasi a sfiorare le acque del lago e rimasi incantato a guardarli: erano esattamente come li hai descritti tu, un miracolo di vita e colori cangianti. I fiori, i profumi, i suoni sono la nostra vita Massimo, un pianoforte nascosto per ognuno di noi. Non tutti sanno suonare ma tutti abbiamo un cuore e una mente che può accogliere l’armonia. Poi c’è chi riesce a portarla anche nero su bianco, qualcuno scrive in rete mentre il glicine fiorisce e richiama a sè anche il profumo degli altri ( i tuoi commentatori ) è uno dei pochi motivi per cui mi ostino a restare in rete,

    • massimolegnani 13 aprile 2017 a 10:45 #

      non è molto che ho pedalato tutt’attorno a a quel lago, uno dei più belli, Lugano a parte, per nicchie, strapiombi scintillanti, angoli discreti e intensi e quel continuo entrare e uscire dai confini che aggiunge emozione al fascino, quindi immagino bene la tua gioia a incontrare proprio lì un sontuoso glicine fiorito.
      condivido la tua metafora del pianoforte che potenzialmente sappiamo apprezzare tutti (ma alcuni restano sordi e lasciano chiuso a chiave lo strumento). e convengo con te è un piacere dell’anima quando gli interventi (come nel tuo caso) esprimono emozioni anche superiori in bellezza al brano che le ha suscitate.
      ciao Enzo, ben arrivato
      ml

  14. gelsobianco 13 aprile 2017 a 15:16 #

    Hai fatto fiorire il glicine qui vicino a me.
    Lo vedo, lo accarezzo, lo annuso…
    I miei occhi sono colmi di meraviglia.

    Ti abbraccio, ml
    gb

    • massimolegnani 13 aprile 2017 a 16:25 #

      Si’, il glicine ha questo potere di muovere emozioni e meraviglie.
      Un abbraccio a te, gb
      ml

      • gelsobianco 14 aprile 2017 a 17:24 #

        C’è un potere grande anche in chi sa trasmettere queste emozioni e meraviglie da condividere… come in te, ml.
        Grazie
        Un abbraccio
        gb

      • massimolegnani 14 aprile 2017 a 18:44 #

        Ti sono riconoscente per questo apprezzamento, gb
        Un abbraccio a te

  15. alessialia 27 aprile 2017 a 00:08 #

    Le piccole cose semplici che a volte ci dimentichiamo di apprezzare…

    • massimolegnani 27 aprile 2017 a 09:40 #

      vero, spesso non ci badiamo, ma di questa, cioè della sua fioritura, mi ricordo ogni primavera prima che avvenga 🙂
      ml

      • alessialia 27 aprile 2017 a 12:53 #

        Bellissima! Hai ragione!!
        Dopo vengo a leggere il resto che ho perso…
        D’altronde manco per un po e poi voglio recuperare tutto di alcuni di voi…
        Non riesco sempre a leggere live… e a s rivere da me pio… passano un saaaacco di gg!!! E poi wp mi nette in punizione😭😭😭😂😂😂😘😘😘

      • massimolegnani 27 aprile 2017 a 13:24 #

        Tu sei da premiare non da punire 🙂

      • alessialia 27 aprile 2017 a 20:19 #

        Con un bel barattolone di nutella??? Ciii sto!
        Pero wp mi punisce perche mi fa sparire dal lettore… bahhhhh!!!
        Io nutello eh!!
        Sbaciuuuzz!!!

      • massimolegnani 27 aprile 2017 a 22:20 #

        🙂

  16. Riyueren 3 maggio 2017 a 19:43 #

    Il glicine è un fiore che mi piace molto, perché spesso, prima ancora di vederlo, ne senti il profumo così intenso, inconfondibile. Ricordo tanti anni fa una vecchia villa abbandonata e il glicine che le cresceva addosso impreziosendola ovunque.Complice anche il profumo, sicuramente, ma è un fiore che parla alla memoria ( e la fa parlare a sua volta).

    • massimolegnani 3 maggio 2017 a 20:54 #

      Si, ha quella prerogativa di crescere anche tra i ruderi e in giardini abbandonati come un custode del tempo passato.
      Benvenuto tra queste righe
      ml

      • Riyueren 3 maggio 2017 a 20:56 #

        Grazie, e benvenuto a te sulle mie. 🙂

      • massimolegnani 3 maggio 2017 a 21:34 #

        Ciao 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: